Se chiudo gli occhi

Life · · 17 commenti

Se chiudo gli occhi vedo Miami, Ocean Drive di notte con i chioschi all’aperto della settimana dell’arte, uno spiedino di fragole ricoperte di cioccolato tenuto in mano come una bacchetta magica.

Se chiudo gli occhi sono nella mia stanza, sdraiata sul tappeto a disegnare, con dei biscotti al cioccolato che mordo lasciando le briciole sul foglio.

Se chiudo gli occhi vedo Capodanno in un Messico colorato, due birre a San Cristobal de las Casas sopra un orrendo copriletto inca con le frange.

Se chiudo gli occhi sto andando a piedi ad un colloquio di lavoro. Indosso un tailleur nero, ho Grace Kelly di Mika nell’iPod e le bollicine nello stomaco.

Se chiudo gli occhi sono in un piccolo ristorante con sedie di legno, sono ubriaca ed esco con lui per la prima volta. Mi chiedo perche’ ancora non mi bacia, ma so che lo fara’ e sono felice.

Se chiudo gli occhi sono davanti alla porta del mio capo. Devo proporgli un progetto, una cosa mia. Non so come andra’, ma aver avuto il coraggio di parlargliene mi fa sentire una specie di eroina da film.

Se chiudo gli occhi sono a Londra e fa freddissimo, mangio cibo thailandese e prendo l’aperitivo in un locale tutto bianco, con grandi caminetti.

Se chiudo gli occhi sono ad una festa anni 50, mangio hot dog e gioco a bowling. Sono di nuovo ubriaca, credo sia la notte in cui tutto e’ cominciato.

Se apro gli occhi…

No.
Voglio tenerli chiusi ancora per un po’.

Commenti

  • Bello tornare in unc erto senso “spensierati” per un po’. Goditi questi momenti, reali o solo pensati. 🙂
    Un abbraccio grande!

    Roby

  • a volte tenere chiusi gli occhi aiuta molto, peccato che poi arriva qualcuno e ti obbliga a spalancarli! (per ‘qualcuno’ intendo i miei figli che con il loro ‘mamma, mamma!!!’ mi riportano sempre alla realtà)

  • Ti assicuro che presto, molto presto, tornerai a fare quasi tutto questo.
    Stai solo avendo una pausa, una “sospensione dell’attività”.
    Ora non mi credi, ma un giorno ti accorgerai che la vita ricomincia, ti sentirai come uscita dal tunnel e, in più, avrai una figlia da portare a Londra a vedere i parchi, in Messico al mare quando qui è inverno, dalla baby sitter o al nido perchè tu andrai a lavorare.
    P A Z I E N Z A !
    susu. Per ora cerca di fare quello che è meglio per TE: ottimo l’aiuto in casa, sistema la faccenda dell’allattamento e…non è ora di pensare a dove piazzare la figlia quando tu tornerai al lavoro??? Asilo nido, nonni, e forse è ora di iniziare a spedire un po’ di CV… FORZA, muoversi!
    🙂

    Un abbraccio stritolante.

    PS Forse queste cose già le fai, era solo per farti capire che farsi travolgere dalla situazione è un po’ normale e devi faticare per rimanere a galla.

  • Si,voglio crederci. E’ solo che ogni tanto mi prende un po’(tanta) di nostalgia… e allora… beh, vorrei tanto essere sola, a camminare per le strade di una citta’sconosciuta… totalmente libera… Ma so che primao poi tornero’ a farlo…

  • si che ce la farai tranquilla!!! devi solo aver pazienza!! ma vuoi mettere quando anche solo fra un annetto passeggerai con una nanetta che ti tiene per mano e ti fa morire dalle risate perché vuole imitarti e tu ti senti felice come non mai. Credimi, stai poer diventare una donna estremamente felice. E dopo non vorrai chiudere gli occhi mai più.

  • Anonymous

    Oh Wonder, alla fine, come la giri la giri, quando chiudi gli occhi… stai sempre a MAGNA’!!!

    Dai, volevo sdrammatizzare… non sai quanto comprendo il tuo stato d’animo e la tua nostalgia canaglia… ma sono fermamente convinta che tra non molto quello che sogni ad occhi chiusi sarà possibile riviverlo alla grande, solo con una gioia in più rispetto a prima: quella di avere una nana nella tua vita.

    Un abbraccio

    Ale & rospino 28 gg

  • Ale… uahahahaha mi hai fatto morireee!
    (si,in effetti il cibo e’ sempre nei miei sogni..)

  • Uffa, hanno già scritto tutto quello che volevo dirti io!!!
    Comunque è proprio così, un giorno senti che sei uscita dal “tunnel”, ottima definizione per dire che in un modo o nell’altro rivedi “la luce”, ossia te stessa. Ti ritrovi, ricominci a pensare lucidamente, a fare programmi tuoi. Io avevo il cervello fritto, non riuscivo a concentrarmi o a ricordare nulla, ero totalmente concentrata su Elena…
    Poi ho capito che ero solo regolata su un MODE particolare, che la natura ha fatto apposta perché la mamma si dedichi al mostriciattolo, quasi completamente. Tra un po’ switcherai il Mode sullo stato NORMAL!!!!! E tutto (o quasi) tornerà come prima…
    Baci!

  • molto carino questo post, e brava, continua a chiufderli questi occhi, fa bene alla salute. 😉

  • prima di dirti qualcosa, dovrei conoscerti meglio, ma se vieni a leggere il mio “chi sono” e il mio “primo impatto” puoi conoscere qualcosa di me e forse trovarci molto in comune! tranne l’età, mannaggia a te, che sei così giovane da poter pianificare carriera e viaggi a volontà, non te preoccupa’. comunque ne hai iniziato uno bello importante di viaggio: tutto interiore. Ancora più affascinante. Ora per ritrovare te stessa non devi aspettarti che succeda naturalmente: devi lavorarci un po’ tu.
    a risentirci spero!
    Flavia

  • dimenticavo: guarda l’ultimo post di mammaincorriera e i nostri commenti. Per lavoro da fare intendo quello… quindi non è proprio vero che torna tutto come prima, se vuoi sentire un’altra campana. le pressioni a fermarti, e peggio a tornare indietro di secoli, saranno tante. dipende molto da te, da come reagirai. (Giuliana mi dice “che vuoi fare, le vuoi terrorizzare”? ma spero proprio di nooo!!!)

  • Ciao, noi ci siamo andati per la prima volta in giro con Sofia, mercatini di Natale a Salisburgo, non è stato uguale a quando eravamo in due, ma a volte diverso non vuol dire peggio, ma solo diversamente bello … penso che se allarghi questo al resto della tua vita diventerà forse più facile da affrontare che non vivendo il confronto o la voglia (per altro forse utopistica) che tutto possa tornare come prima.

    Con Affetto
    Oscar

  • tieni duro. leggo che la tua bimba è molto piccola: è il periodo più duro e spesso viene da chiudere gli occhi, chiedendoci se ce la faremo.
    ce la farai.

    e tra un po’ sarà tutto molto più facile.

    bellissimo il blog! complimenti
    panzallaria

  • Grazie a tutti, quello che ho letto mi ha rassicurato, spero arrivi presto anche il nostro momento. Buon Natale a tutti!

  • Anonymous

    Bellissimo post.
    *Towanda*

  • Io penso che questo sia il post più intenso che ho letto finora su questo blog. E’ un macigno sul cuore, ma sapere che poi questo macigno si è sollevato lasciando spazio all’amore è meraviglioso.

  • Io penso che questo sia il post più intenso che ho letto finora su questo blog. E’ un macigno sul cuore, ma sapere che poi questo macigno si è sollevato lasciando spazio all’amore è meraviglioso.