Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Porpleanno

Life ·

Questo è un temporary post, nel senso che quello “vero” è in cantiere ma ancora non riesco a pubblicarlo, e verrà a completare questo.
Nel frattempo però non potevo, oggi, non iniziare la giornata con gli auguri alla mia Polpetta.
Oggi sono due.
Due.
Le cose che sono successe e i giorni e le notti e le sensazioni e le delusioni e le risate e le lacrime e il latte e la tachipirina e le copertine e i babyshampoo e i piedini e i sorrisi e le parole e i silenzi si rincorrono da due interi giri di calendario.
Non è incredibile?
E questa mattina mi sono svegliata alle 7 tutta emozionata, come fosse la mia festa, e mi sono messa a sfornare cupcakes. E ora i cupcakes o quello che ne resta sono nel secchio ma la Porpi è sveglia e diffonde per casa la sua risata da orsacchiotto. E ho festoni da attaccare e palloncini da gonfiare e regali da impacchettare e ospiti da accogliere e vestiti da indossare e. E. E. E.
Prevedo afterparty anche stavolta, ve lo dico. Nascosti con cura dietro ai succhi di frutta, due bottiglie di acqua tonica aspettano di essere mischiate ad Aperol e Prosecco. Panini ripieni desiderano ardentemente diventare cibo da aperitivo dopo le 19.30. Ballerine promettono di essere sostutuite con plateau.
Perché oggi è la festa della Porpi ma anche la mia.
La festa di quella parte di me nata il 4 settembre di due anni fa.
Tanti auguri Porpi.

Commenti