Le cose che non ho mai fatto

Life · · 159 commenti
camera necklace
Il titolo della mia prossima vita sarà: le cose che non ho mai fatto.

E con prossima vita non intendo proprio la successiva – che magari ti reincarni in acaro del materasso e valle a fà, le cose che non hai mai fatto – ma quella da adesso in avanti.
Ci sto lavorando.
La prima è stata trasferirmi all’estero – non l’avevo mai fatto ed era pure ora, che uno mica può vivere e morire nello stesso posto, o meglio può, ma non io. Che da sempre ce li ho, i sogni con la valigia.
E insomma questa cosa qua, trasferirmi e non morirne dopo una settimana, mi ha dato una certa fiducia nell’idea di pensare qualcosa di cui non ti credi capace e poi farla sul serio.
Sono come Rapunzel che, scesa dalla torre, resta sospesa per un tempo interminabile prima di allungare un piede e scoprire che l’erba sotto non morde.
Questa è stata la cosa ‘grossa’. A catena, ne stanno arrivando alcune più piccole.
Tipo: i capelli rosa, ma è solo una tintura temporanea quindi domani forse li faccio viola.
Gli esperimenti con il look, perché se c’è una cosa che Londra ti insegna, quella è fregartene del giudizio degli altri ed esercitare la tua personalità. Dare spazio alle tue scelte, per bizzarre che siano.
O tipo: ho scovato questa accademia di danza londinese che fa corsi di qualsiasi tipo, dalla classica al jazz, dal tip tap alla danza del ventre passando per lady Gaga, Beyoncé e Dita von Teese.
E mi sono prenotata due lezioni di prova, una della mia adorata jazz dance – quella che ho studiato per anni e anni e poi mollato causa infortunio – e una di burlesque.
Burlesque.
Ha ha.
Sì.
Se Berlusconi fosse ancora Presidente del Consiglio mi farebbe Ambasciatrice, che tempismo demmerda che c’ho eh?
E niente, io e la mia amica – perché stavolta mi porto i rinforzi – stiamo già rotolando per terra dalle risate chiedendoci a. quanto ci sentiremo sceme; b. quanto riusciremo a restare serie senza offendere l’insegnante; c. macome*zzo ci dobbiamo vestire per una lezione di burlesque, che certe inglesi sembrano Dita VonTeese pure di lunedì mattina in metro, tutte rossettate e cotonate, pensa alla lezione.
Poi c’è qualcosa che vorrei scrivermi addosso, credo.
E un progetto.
E visitare un posto dove non sono mai stata, uno di quelli che sogni da una vita.
Poi, ho iniziato a parlare con gli sconosciuti, non vi sembra un grande progresso?
Ma in realtà il progetto ‘cose che non ho mai fatto’ è a lunghissimo termine. In fondo, a pensarci bene, anche l’ultima cosa che farò sarà una cosa che non ho mai fatto :O
(sarà mica un effetto collaterale del portare mia figlia all’asilo Emo, questo qui sopra?)

E voi, quali sono le cose che non avete mai fatto, e che vorreste trovare il coraggio di fare?
Magari trovo nuova ispirazione proprio da voi…

Commenti