Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Edimburgo e il Fringe Festival

Travel UK ·

Di notte, Edimburgo ha il fascino di una città medievale fantasma, persa nel tempo. La notte si riflette sui muri grigi, racconta segreti di re e cavalieri, sussurra leggende magiche.

Il contrasto è netto con il giorno, quando la città si anima grazie ai tanti studenti che la popolano e si svela vivace, ricca di eventi e cose da fare, di bar e locali, di musica e divertimento..
edin15Ero a Edimburgo lo scorso weekend per visitare la città ma anche per il Fringe festival, un mese di show e performance di ogni genere in giro per la città.edin11Dalla danza alla commedia, dal cabaret al circo, dalla musica al teatro, quasi tutte le arti sceniche sono rappresentate al Fringe, e gli show sono così tanti che scegliere cosa vedere è davvero difficile.

La cosa migliore probabilmente è chiedere a chi ci è già stato, googlare qualche recensione o affidarsi alla sorte: la strada è piena di artisti che presentano i loro show e lasciano fra le tue mani un volantino, perché non sceglierne uno? 🙂edin10L’atmosfera è folle e creativa, davvero unica. I bar e i ritrovi spuntano come funghi, le persone si ritrovano in strada, la strada stessa diventa un palcoscenico e ogni momento del giorno e della notte ci sono centinaia di show in scena (vi consiglio di scaricare l’App di Fringe, con la quale potete anche acquistare i biglietti sul momento).

Ho visto tre show: Bianco, Circa! Wunderkammer e Alma Flamenca.

Bianco è uno show di circo/danza della compagnia inglese NoFitState. E’ un cosiddetto promenade show, ovvero la scena cambia in continuazione e gli spettatori – in piedi – si muovono con essa. Se da una parte ti coinvolge nella scena, dall’altra tutto questo montare/smontare ha l’effetto di far scendere un po’ la tensione dello spettacolo. Lo show era piacevole, un po’ al di sotto delle mie aspettative. Alcuni numeri erano davvero buoni, altri un po’ banali e senza l’utilizzo di particolari abilità da parte dei tanti (troppi?) performer. Ho invece apprezzato molto la colonna sonora dei Fireproof Giant, la band che si esibiva dal vivo e dava veramente un contributo importante allo show. Bello il numero finale, con la trapezista e una bellissima canzone, ‘A place to start’.

Non sono stata abbastanza fortunata da trovare i biglietti per La Clique, uno show di circo/cabaret/burlesque che sembra essere il più ‘hot’ di tutto Fringe, ma ho visto Circa: Wunderkammer e mi è davvero piaciuto. Il livello degli artisti è altissimo e lo show è rapido, sexy, sorprendente. Sapevo che mi sarebbe piaciuto perché è prodotto dalla stessa compagnia – Underbelly – che produce gli spettacoli di London Wonderground (ho adorato sia Cantina l’anno scorso che Limbo quest’anno).

Alba Flamenca era un piccolo show con molta passione, sembrava davvero di essere nel ‘pejor bar di Madrid’ mentre chitarra, voce e mani scandivano il ritmo sensuale e violento delle ballerine. Non per niente vorrei fare un corso l’anno prossimo.. chissà. Ora mi sono messa in testa che ho bisogno di un palco. Al massimo batto le mani…

Ma torniamo alla bellezza di Edimburgo.

La città ha una personalità unica. Sarà l’architettura, saranno i colori, le strade e i vicoli che corrono paralleli, dove si incanala il vento.

Non abbiamo avuto molto tempo per vedere tutto, abbiamo visitato il Castello, gironzolato per la bellissima Old City, bevuto un drink nell’area ‘giovane’ Grasshopper, entrati in ogni chiesa, museo, bar, pub, perfino cimitero possibile.

Forse non avere un piano è un buon piano per visitare una città, lasciarsi trascinare dal suo ritmo, scoprire i suoi angoli nascosti, vivere come locali per qualche giorno semplicemente assaporandone l’atmosfera.

E con Edimburgo l’abbiamo fatto.

Il Fringe Festival si svolge ogni anno ad Agosto, a Edimburgo.

Quest’anno durerà fino al 26 agosto. Per info.

Commenti