Edimburgo e il Fringe Festival

Travel UK · · 53 commenti
edin4

Di notte, Edimburgo ha il fascino di una città medievale fantasma, persa nel tempo. La notte si riflette sui muri grigi, racconta segreti di re e cavalieri, sussurra leggende magiche.

Il contrasto è netto con il giorno, quando la città si anima grazie ai tanti studenti che la popolano e si svela vivace, ricca di eventi e cose da fare, di bar e locali, di musica e divertimento..
edin15Ero a Edimburgo lo scorso weekend per visitare la città ma anche per il Fringe festival, un mese di show e performance di ogni genere in giro per la città.edin11Dalla danza alla commedia, dal cabaret al circo, dalla musica al teatro, quasi tutte le arti sceniche sono rappresentate al Fringe, e gli show sono così tanti che scegliere cosa vedere è davvero difficile.

La cosa migliore probabilmente è chiedere a chi ci è già stato, googlare qualche recensione o affidarsi alla sorte: la strada è piena di artisti che presentano i loro show e lasciano fra le tue mani un volantino, perché non sceglierne uno? :)edin10L’atmosfera è folle e creativa, davvero unica. I bar e i ritrovi spuntano come funghi, le persone si ritrovano in strada, la strada stessa diventa un palcoscenico e ogni momento del giorno e della notte ci sono centinaia di show in scena (vi consiglio di scaricare l’App di Fringe, con la quale potete anche acquistare i biglietti sul momento).

Ho visto tre show: Bianco, Circa! Wunderkammer e Alma Flamenca.

Bianco è uno show di circo/danza della compagnia inglese NoFitState. E’ un cosiddetto promenade show, ovvero la scena cambia in continuazione e gli spettatori – in piedi – si muovono con essa. Se da una parte ti coinvolge nella scena, dall’altra tutto questo montare/smontare ha l’effetto di far scendere un po’ la tensione dello spettacolo. Lo show era piacevole, un po’ al di sotto delle mie aspettative. Alcuni numeri erano davvero buoni, altri un po’ banali e senza l’utilizzo di particolari abilità da parte dei tanti (troppi?) performer. Ho invece apprezzato molto la colonna sonora dei Fireproof Giant, la band che si esibiva dal vivo e dava veramente un contributo importante allo show. Bello il numero finale, con la trapezista e una bellissima canzone, ‘A place to start’.

Non sono stata abbastanza fortunata da trovare i biglietti per La Clique, uno show di circo/cabaret/burlesque che sembra essere il più ‘hot’ di tutto Fringe, ma ho visto Circa: Wunderkammer e mi è davvero piaciuto. Il livello degli artisti è altissimo e lo show è rapido, sexy, sorprendente. Sapevo che mi sarebbe piaciuto perché è prodotto dalla stessa compagnia – Underbelly – che produce gli spettacoli di London Wonderground (ho adorato sia Cantina l’anno scorso che Limbo quest’anno).

Alba Flamenca era un piccolo show con molta passione, sembrava davvero di essere nel ‘pejor bar di Madrid’ mentre chitarra, voce e mani scandivano il ritmo sensuale e violento delle ballerine. Non per niente vorrei fare un corso l’anno prossimo.. chissà. Ora mi sono messa in testa che ho bisogno di un palco. Al massimo batto le mani…

Ma torniamo alla bellezza di Edimburgo.

La città ha una personalità unica. Sarà l’architettura, saranno i colori, le strade e i vicoli che corrono paralleli, dove si incanala il vento.

Non abbiamo avuto molto tempo per vedere tutto, abbiamo visitato il Castello, gironzolato per la bellissima Old City, bevuto un drink nell’area ‘giovane’ Grasshopper, entrati in ogni chiesa, museo, bar, pub, perfino cimitero possibile.

Forse non avere un piano è un buon piano per visitare una città, lasciarsi trascinare dal suo ritmo, scoprire i suoi angoli nascosti, vivere come locali per qualche giorno semplicemente assaporandone l’atmosfera.

E con Edimburgo l’abbiamo fatto.

Il Fringe Festival si svolge ogni anno ad Agosto, a Edimburgo.

Quest’anno durerà fino al 26 agosto. Per info.

Related Post

Commenti

  • E’ una città che mi piacerebbe molto visitare! Le nostre vacanze sono saltate un’altra volta ma grazie per il post! Prendo appunti e chi vivrà vedrà!!!!

  • ehy…bentornata!
    felice di ritrovarti…ma c’ho i pupi affamati e la cena da preparare…quindi leggerò in un momento di maggior calma e miglior attenzione!

  • Francesca

    bentornata!!!non so ma dal tono del post e dei tuoi ultimi tweet sembri stare un filino meglio o cmq che stai sforzandoti di reagire…a parte questo, già un articolo letto recentemente su una rivista di viaggi mi aveva ispirata particolarmente ora con questo post fotografico credo proprio inserirò Edimburgo tra le mie mete possibili!!:)

  • E’ stata una buffa coincidenza: non riesco mai ad andare in town, nonostante lavori a Edinburgh il centro lo vedo proprio di rado e lo bramo, perche’ mi piace da matti… Insomma, buffa coincidenza che proprio nel fine settimana in cui ce l’ho fatta ad andare insieme alle mie due ragazze :-) e ho finalmente annusato un po’ d’aria di festival, anche tu eri la’!

    P.s. il Fringe e’ meraviglioso, ma manco a dirlo chi vive a Edinburgh non dico che lo odi ma quasi… Muoversi diventa difficilissimo e la vita si complica non di poco.

  • Chiara

    Che dire sono stata ad Edimburgo nell’estate dei miei 17 anni in famiglia. Bellissima la città il festival il castello le friggitorie del porto i college ed indimenticabile il viaggio in treno x Londra!

  • Welcome back! In tutti i sensi. “Forse non avere un piano è un buon piano per visitare una città” a volte è davvero così. C’è una parola francese molto bella che ho imparato qui e che non ha una traduzione esatta in italiano, ma a mio parere definisce bene il concetto di vagabondare per le strade che la città ci mette davanti, diventarne osservatori e non turistici divoratori.

    Ah, la parola è “Flâneur”. =P

  • ecco fatto…letto!
    concordo in pieno sul gironzolare senza un programma preciso, specialmente quando si hanno un po’ di giorni a disposizione da passare come stanziali.
    certo a volte poi torni a casa e scopri che c’era almeno una dozzina di altre cose da vedere, fare e scoprire…e niente, decidi che ti tocca tornarci!

  • lolle

    bellissimi edinburgo ha un fascino tutto suo io ho visitato anche la città sotterranea molto bella

  • Uffa ma siete andati tutti in Scozia quest’anno? E io qui a rosicare ç_____ç

  • Valeria

    Edimburgo..uno dei miei viaggi più belli, mi hai fatto venire voglia ri ritornarci!

  • Bello il festival con tutti questi spettacoli..
    non so, ma secondo me il teatro ha qualcosa di terapeutico…mi sarebbe piaciuto fare un corso anni fa..secondo me farebbe bene a molti :)
    darling

  • Qualche anno fa un mio amico credo sia stato proprio al Fringe Festival – credo perchè non ricordo il nome, ma era agosto e la città era un concentrato di artisti di strada e spettacoli.
    Gli ha proprio attraversato la pelle per finire nel cervello visto che spesso critica l’Italia per la mancanza di cose come queste – e ogni tanto penso non abbia torto.
    Tra l’altro dev’esserci una bella organizzazione dietro per fare spettacoli “itineranti”!

    Comunque condivido totalmente la mancanza di “piano”: proprio ad una mia amica che presto verrà a Londra per qualche giorno, ho regalato una mini-guida fatta da me in cui sottolineo che la prima cosa da fare e cancellare la sua organizzazione e subire la città.

    In ogni caso spero che questo viaggio abbia iniziato a buttarti giù gli occhiali neri (o perlomeno a farti pianificare l’acquisto di un paio rosa shocking 😉

    Alice

  • Sara

    bentornata!
    non sono mai stata ad Edimburgo però il festival è gemellato con un festival analogo a Napoli, che si svolge tra il mese di giugno e luglio, che adoro. Ora devo solo fare in modo di vedere l’originale! 😉

  • Che bei ricordi che hai rievocato. Sono arrivato ad Edimburgo nell’estate 2008, in pieno festival, senza sapere della sua esistenza. Ho cambiato 3 ostelli in 4 giorni tanto era piena la città. Ma è stato fantastico girare per le strade e vedere uno spettacolo ad ogni angolo, teatro, cinema, artisti di strada. Incredibile esperienza.
    Poi mi son fermato 6 mesi ed ho avuto modo di conoscere una città splendida.

  • :-) ben tornata! foto da urlo… bella storia Edimburgo

  • Gina

    Inglese finalmente decente: hai capito che non è umiliante rispolverare grammatica e dizionario?
    Speriamo che londra ti premi con un lavoro con i controcaxxi

  • milokud

    Gina, cosa fai ti metti a dare voti sull’inglese ??

    poi non so su quale dizionario tu abbia trovato “just chose one” !!

  • Marika

    ho amato e amo tantissimo Edimburgo….ne ho un ricordo favoloso…odori, sapori, la gente, quell’atmosfera un pò tetra…..mi manca, mi manca da morire

  • Anna

    a me sembra che l’inglese vada benissimo, è chiaro che “chose” è un errore di battitura, a te non capitano mai?
    dai eh ^_^

    • Chiara

      evidentemente a lei no, fortunata, a me invece i typo capitano in continuazione :)

  • Edimburgo è una città splendida. Mi è rimasta nel cuore dopo un viaggio fatto qualche anno fa. Chissà e atmosfera con il Fringe! 😉

    Bellissime foto :)

  • Sara

    Spero tu stia facendo tante cose fichissime.
    mi manca tanto il tuo blog.

    ciao.

    • Chiara

      grazie :*

  • Nana

    Chiara ma ti è passata la depressione?
    Fisicaccio
    Pornovacanza
    Festival
    Vacanze vacanze vacanze

    avrai le endorfine a mille.
    a porpi sono piaciuti gli spettacoli?

  • violetta

    anche a me… cerca di stare bene!

  • Mo’

    Secondo me te la prendi troppo quando ti riprendono sull’Inglese…Per carita’ succede anche me, anche se vivo, ci parlo e ci scrivo da 6 anni (per lavoro). Vorrei dire che forse non tutti lo intendono con cattiveria e che anzi posso spronarti a rileggere e correggere le sviste. Alla fine lo fai per i tuoi nuovi lettori inglesi, ed e’ una bellissima cosa. Io preferisco la versione italiana perche’ le battute ti escono meglio cosi’ (poblema di traduzione ma non tuo), ma la trovo una grande idea sopratutto se sei ancora after a job where one of your best skills (writing) can stand out.

  • Il mio commento sopra dov’è? …lo possiamo definire typo ? …
    Quando ero a Londra tu eri in Italia e non sono riuscita a prendere un caffè con te…
    Peccato, mancavi solo tu al tour della mia tazza. Lo hai visto?
    Facciamo tutti il tifo per te. Aspettiamo post e foto
    xox
    Chiara

  • Anch’io sono stata a Edimburgo proprio negli stessi giorni (per poi fare un salto a Londra)! chissà che non ci siamo incrociate :) Bellissimo il Fringe, ma preferisco non dover sgomitare quando visito una città 😛

  • Anna

    @mo’ secondo me invece è normale che si secchi se le fanno critiche con certi toni, mi scoccerei pure io dai (parlo anche di post precedenti). ripeto a me non sembrano niente male i post tradotti da chiara e comunque se si trovano degli errori si può anche far notare con un pelino di gentilezza mica si muore 😉

    • In effetti. Anche perché, se ti importa davvero che qualcuno ti dia retta, quando gli dai un consiglio su come migliorare qualcosa, lo fai con gentilezza. Altrimenti quello/a 1) non ti ascolta e 2) ti sfancula mentalmente. Mica solo Chiara. Tutti. Parola di prof. E rilassatevi, con l’inglese, madremía! Magari sarebbe anche più elegante mandarli in privato, i consigli (costruttivi), oltre che con grazia, se volete aiutare. Il resto, son panzane da arroganti. L’inglese è come la marmellata: meno ne hai, più lo spalmi. Saggio, il vecchio Severgnini.

      • Mo’

        Totale disaccordo sul fatto che meno ne hai e piu’ lo spalmi. Vivo qua da 6 anni e se non lo sapessi come lo so non penso che avrei comprato (e venduto) gia’ una casa, cambiato 3 lavori e risolto tante di quelle beghe che meta’ bastavano.

  • eh…edimburgo nel cuore…

  • Bellissime foto! Sono secoli che vorrei andare a Edimburgo!
    E bentornata te!
    Ho letto del tuo post sulla simil depressione.. capita a tutti, TIENI DURO!
    Hai tutte le carte giuste per riprendere a sorridere ed essere pienamente felice :)
    Un abbraccio
    Manu

  • Alessia A.

    Bellissima Edinburgo…però ho visto su Instagram la foto di Monterosso… :)
    Sarà campanilista, ma abito a nemmeno un’ora dalla Liguria e dai sui scorci a picco sul mare, le viuzze strette che sanno di salmastro e panni stesi, la focaccia appena sfornata…che posso dire? Mi piacerebbe un sacco vivere lì (e ci torno appena posso!), più che in UK…

    Goditi il mare, Chiara! Bacio a te e Porpi!

  • Alessia A.

    …dal tuo commento su Instagram credo che anche tu la pensi come la sottoscritta! :)

  • io adoro la scozia ma…..idue estati fa avevamo programmato un viaggio in scozia e mio figlio ha preso la sesta malattia, bloccati con valigie e puntini rossi in areoporto…..rimborsati al 30 % col sogno nel cassetto di riprovarci……anche se temiamo la varicella questa volta 😉

  • DANY

    Piccola Chiara , ti leggo da quando hai iniziato a scrivere sul blog, mi sono decisa a scriverti perchè ultimamente mi hai un po’ preoccupata.
    Ora che ti sto leggendo mi rassicuro un po’.
    Baci e buona vita a te e a Viola.

  • Edimburgo è sempre stata una meta desiderata (da quando ho letto One Day? forse…), e vederla così, attraverso le tue foto, mi ha fatto venire ancora più voglia.
    Grazie Chiara, di condividere le tue belle esperienze con noi :)

  • C’ero anche iooooooo! Con il mio ragazzo ed un’altra coppia di amici abbiamo fatto un giro della Scozia di 20 giorni…uno spettacolo in ogni sua parte ed Edimburgo con il Fringe Festival è davvero meravigliosa! E poi ho realizzato il mio sogno: incontrare Neil Gaiman! Adesso sono a casa con la febbre, ma non riesco a smettere di sorridere. 😀

  • …e pensare che io Edimburgo l’ho vista nell’89 a 17 anni (si, sono attempata… :-)) dopo essere stata 15 gg a Londra in una famiglia: non mi piacque e ora capisco che era LONDRA a 17 ANNI, in pieni eighties!, a fuorviarmi.
    Ora mi sa che una capatina gliela rifarei.
    D’altronde dov’è che non andrei! (Lo so: in ufficio…)
    Belle le foto, come al solito :-)

  • violetta

    Buon compleanno Viola!

  • Wow, che foto magnifiche, diventi sempre più brava con la macchina fotografica.
    Qui aspettiamo tue notizie…stai meglio? Come stai cercando di reagire?
    Spero di leggerti presto!

  • …mi sono accorta ora che è il 4 settembre…tanti auguri mamma Chiara…sei mamma da 5 anni!!! E tanti auguri alla Porpi!!!!! Quest’anno non ci fai un bel post sulla sua festa e le cose bellissime che ti sarai inventata per lei anche questa volta?

  • manuela

    Ho scoperto il tuo blog qualche mese fa e… Chiara, ci mancano i tuoi post!

  • Marta

    posso fare una domanda fuoti tema? ultimamento mi sto interessando alla fotografia, le foto che pubblichi qualche volta sono ritoccate? cioè, così come le scatti le pubblichi o prima correggi qualche imperfezione? grazie :)

    • Chiara

      Di solito correggo luminosità/contrasto e saturazione.

  • ogni giorno entro nel blog a vedere se hai messo un nuovo post! Ma quando torni? Come va?Spero meglio!

  • laura

    Chiara, torna presto!
    Ogni sera apro il sito per trovare novità e invece niente!
    Spero che tu stia meglio!

  • antonia

    manca la tua ironia. fatti risentire!

  • Cecilia

    Aaaahhhh!!!! Edinburgo! Sono stata lì lo scorso anno (vivevo ad Aberdeen, se ci penso mi viene da piangere per la nostalgia.. ) ed è una città con una vita incredibile, nonostante non sia enorme e risulti un bel po’ turistica. L’ho semplicemente ADORATA. Solo Inverness risulta più ‘classicamente scozzese’, ma forse perché in entrambe sono stata in inverno, con una temperatura media di 3° – e la cosa mi sembrava mooolto scozzese XD

  • valeria

    io ci vivo ad Edinburgh e le tue foto rendono proprio la bellezza di questo posto…i colori!!!!!!!!!!non tutte le estati sono fortunate per il tempo come questa ma i giorni (anche pochi o freddi) in cui splende il sole davvero ti apre il cuore…grazie per raccontarlo anche agli altri…io il festival lo vivo sopratutto con i bimbi e per loro (purtroppo no ho a chi lasciarli mentre vadoa vedermi gli spettacoli) ed e’ spettacolare!!!!!!!!!!!!!ciao

  • Manuel

    Ciao Chiara, ho letto con molto interesse il tuo articolo. Posso farti una domanda? Dove mi consiglieresti di alloggiare? Vorrei visitare Edimburgo dal 18 al 24 agosto 2014 ma so che i costi sono proibitivi. Tu cosa ne pensi? Mi auguro di ricevere una tua risposta.

    Manuel