Una storia di plagio.

Life · · 275 commenti

Ieri è successa una cosa molto spiacevole, che – se già non avete visto i post su Twitter e Facebook – tra poco vi racconterò.

Vorrei fare una doverosa premessa: quello che si trova su Internet non è nato sotto un cavolo. I folletti di Internet, quelli che scrivono frasi simpaticissime, perfette per essere condivise sulla bacheca Facebook, quelli che scattano fotografie meravigliose, ideali per illustrare il nostro post, quelli che girano video esilaranti, fatti per diventare virali dopo tre giorni, ecco, non so come dirvelo: NON ESISTONO.

Dietro a qualsiasi cosa si trovi online c’è il lavoro di una persona. Facile o difficile non importa: è lavoro, ed è di qualcun altro. E’ chiaro: è per tutti noi irresistibile esimerci dallo ‘sharare’ i contenuti che ci piacciono, e poi la rete è fatta anche per questo! E’ anche nell’interesse di chi ha prodotto ciò che condividiamo che esso sia condiviso, che abbia successo e diventi popolare. Perché la rete è una vetrina. E’ successo a me quando, grazie al vostro apprezzamento per i miei post su questo blog, sono stata contattata da Rizzoli per scrivere un libro. E’ successo a cantanti, scrittori, illustratori. Succede ogni giorno ed è una delle cose più belle che la rete possa fare per un talento: renderlo visibile. Ecco perché non solo è buona norma, ma anche legalmente corretto, condividere tutto quello che ci pare ma mettendo i Credits, quando possibile.Purtroppo – e questa cosa sinceramente mi dispiace tanto – non sempre è possibile risalire ai credits. Questo succede specialmente su alcuni siti come Tumblr o Pinterest, dove la stessa immagine non solo è condivisa da migliaia di persone, ma spesso la sua origine viene fatta risalire a siti che l’hanno semplicemente presa da altri siti. Insomma: mettere dieci bellissime foto sul vostro sito e scrivere ‘Credits: Pinterest’ o ‘Credits: Tumblr’ purtroppo non aiuta a risalire all’autore ed equivale quasi a non mettere niente. Dico ‘quasi’ perché almeno aiuta a non spacciarle per proprie, che è già qualcosa. La verità è che prima di qualsiasi utilizzo di contenuti andrebbe: 1. quando possibile, controllato la policy del sito riguardo ai creative commons 2. quando possibile, chiesto il permesso al proprietario dell’immagine 3. sempre e comunque mettere i credits, linkati.

Poi c’è gente che non solo non mette credits di alcun genere, né chiede permesso, ma arriva addirittura a copiare e distribuire materiale altrui spacciandolo per proprio. Senza giri di parole, con una presunzione unica, lascia intendere ‘questo è un mio post, l’ho scritto io’.

Ho scoperto ieri l’esistenza di un blog, Sarai Llamas, blog in lingua spagnola di una ragazza residente in Italia. Bene, questo è un blog – mi dicono – piuttosto popolare in Spagna. Lo posso vedere dal numero di commenti e dal numero di fan su Facebook (più dei miei, per dire). Apro la pagina e leggo il primo post, segnalatomi da una lettrice che non finirò mai di ringraziare. Eccolo qui:

CopyAbbandono

Vi ricorda niente?

procedure

Oh, già, ho scritto un post simile nel 2008. Ho detto simile? Volevo dire UGUALE.

Quello sul blog di Sarai Llamas è il MIO POST. Il mio. Il post che ho scritto poche settimane prima di partorire Polpetta, sdrammatizzando il momento del parto in preda all’ansia. Sono rimasta sconvolta, ma il peggio doveva ancora venire.

Questo blog, Sarai Llamas, blog ricco di commenti, blog con tanti fan, blog che promuove al suo interno l’eshop e il servizio di web design dell’autrice, blog considerato fantastico dalle lettrici che commentano (‘ahaha sei sempre fantastica, questo post è meraviglioso!’) contiene per buona parte I MIEI CONTENUTI, TRADOTTI.

Sono i miei post, quelli. Sono io, che sono ‘fantastica’ e i miei post ‘meravigliosi’, care ignare lettrici spagnole che condividete contenuti rubati e plaudete ad una persona che evidentemente ha pensato l’avrebbe fatta franca marciando sul lavoro di qualcun altro. Ma non solo: sui sentimenti, sulle esperienze di vita di qualcun altro. Perché se copiare e spacciare per propria un’immagine, una notizia o una frase è sbagliato e illegale, spacciare per propri delle sensazioni e dei sentimenti è spregevole.

Sto spulciando per bene il sito di Sarai Llamas e per ora ho trovato decine di miei post tradotti e spacciati per suoi. Eccone alcuni:

Il post che chiamo in questione sopra l’ho scritto nel 2008: Procedure di sicurezza per l’abbandono della navicella madre. Lei, GENIO!, aspetta di dover partorire il secondogenito e poi il 16 gennaio 2014, a ridosso del parto, traduce e pubblica il mio post con lo stesso titolo: Normas de seguridad basicas para el abandono de la nave nodriza.

Grande hit del 2009, rincoglionita dall’overdose di TinkyWinky e company scrivo i Teletubbies fanno Ciao! Incredibile, anche lei li detesta e per dirlo ha scelto le mie esatte parole. Proprio tutte. Proprio uguali. Ecco Los Teletubbies Oh Oh.

Nel 2008 ho postato La parola alla nana, lei nel 2012 lo copia, lo traduce e lo posta come Carta desde el utero materno.

Nel 2009, devastata dai risvegli notturni di Viola, scrivo Le conseguenze della mancanza di sonno. Guarda che caso, nel 2011 lei ha proprio le mie stesse identiche Consecuencias de la falta del sueno.

Pensate che il sesso sia una cosa personale? Ripensateci! Nel 2009 scrivo Il sesso dopo un nano e lei, guarda caso, nel 2011 scrive El Sexo Despues Un Bebé. Oh, io e Lui e lei e il suo lui abbiamo anche gli stessi dialoghi tra le lenzuola, incredibile!

A Marzo 2011scrivo uno dei miei post più amati e condivisi di sempre: Cosa NON imparare dalle Principesse Disney. Lei, furba, non solo lo copia, traduce e posta sul suo blog senza vergogna, ma lo fa anche in più puntate! Ecco Princesas Disney No gracias e Cenicienta la Princesa Sosa. Non ha ancora pubblicato le altre ma c’è solo da aspettare!

A Marzo 2011 posto uno dei miei post più letti e condivisi di sempre, Fenomenologia della Celodorista. Lei lo modifica lievemente per le sue esigenze, lo traduce e lo posta nel 2012 come Reflexiones estemporaneas sobre las mamas del parque.

Potrei continuare. Più guardo il blog più miei contenuti appaiono, a volte copiati pari pari, altre volte adattati sulla sua vita – sì, perché questa una vita ce l’ha, e c’ha pure un figlio anzi due! E con tutta l’ispirazione tragicomica che può darti questo, LA ROBA MIA DEVI COPIARE? Ironia a parte, la situazione è seria. Si tratta di plagio, ovviamente sto chiedendo consiglio ad un avvocato, ma sono davvero amareggiata. In primis perché non riesco a credere che una persona possa arrivare a tanto. Veramente credi di farla franca? Veramente non ti senti una merda a spacciare per tue le esperienze, i racconti, i sentimenti di qualcun altro? Veramente non ti viene da sotterrarti quando vedi commenti e complimenti a cose che hai biecamente copiato? Veramente non ti vergogni a prendere in giro migliaia di lettrici che sinceramente credono che quella sia la TUA esperienza, il TUO modo di scrivere? E soprattutto: VERAMENTE PENSAVI NON SAPESSIMO LO SPAGNOLO? Guarda che non stai traducendo dall’Italiano al Cinese, genio del male!

Detto questo: state sempre attente ai vostri contenuti e, nel dubbio, cercate sul blog di Sarai Llamas. Così come ha attinto a piene mani dal mio lavoro, potrebbe aver fatto altrettanto col vostro.

Commenti

  • Ma è la Luttazzi di Spagna!!
    ‘Nnaggia a lei…

  • Oltre che dispiacermi per te, capendo in pieno tutta la tua premessa, provo tanta pena per questa tizia che davvero non riesce a vedere e raccontare quello che vive con i suoi figli, in modo originale! Che oca!

  • Paola

    Mi dispiace Chiara, che cosa brutta deve essere vedersi derubata dei propri pensieri, delle prorie emozioni e dei propri ricordi. Possiamo fare qualcosa per te?

  • roberta

    solo una parola:
    Allibita.

  • anto e bibbi

    ..una emerita Stronza insomma!!copiare per tradurre è il max del minimo!!spero l’abbiano capito anche le “sue” fans spagnole!!!!!!!!!!!inboccallupo chiara!

  • Elisa

    Una poveretta!!!Questa una vita non ce l’ha proprio… Che gente!

  • Paola

    Che tristezza sta tipa! Che sfigata! Ma che poi a quanto leggo aspetta 2 gemelli, visto che scrive “inquilinos què me haibitais”…immagino tu sia stata tutto il giorno a leggerti il suo post, quindi pure una bella fatica per te. Falle causa!

  • Pina

    Questa donna mi fa proprio tristezza, oltre che rabbia!!! Chiara, falle un…”sederino così” !!!!!

  • Arianna

    Sono rimasta sconvolta quando ho letto quello che ti è successo ma la cosa che mi ha amareggiata di più, se possibile, sono stati i commenti di alcune utenti italiane lasciate sotto il blog di questa tizia. Lì hanno pensato bene di usare la vicenda per andare contro Chiara, affermando che le sta bene perchè “Adesso non c’è il maritino onnipotente che la tutela” o “non c’è Steve Jobs redidivo a regalarle l’iphone nuovo” o ancora “le sta bene, visto che anche lei ha copiato il sito e il libro di Dooce” passando per la critica al fatto che invece di rivolgersi agli avvocati ha proposto un malevolo linciaggio pubblico. Insomma, la tizia squilibrata che ha fatto views, soldi e in pratica ha creato un blog rubando quello di Chiara non ha fatto nulla di male, è Chiara che è stata cattiva a farlo notare e, ad ogni buon conto, le sta pure bene. Sono schifata.

    • Chiara

      hahah che patetiche. Veramente, invece di ritenere questa una cosa GRAVE, non a livello soltanto mio personale ma grave come episodio online in assoluto, perché i contenuti NON SI COPIANO MAI. E’ REATO. Queste stanno lì a farsi le seghe su Steve Jobs. Ah non ve l’ho detto? Mio marito era Jobs. Ora scusate, vado a Cupertino a far lanciare un missile terra aria sul server che ospita il blog di Sarai (che… guarda caso… è Google! ahahaha).

  • Ora spero che lei stia male con la sua coscienza… Anche se a dir la verità una che parte così forse non ce l’ ha proprio la coscienza! Mi dispiace che ti sia successo tutto sto macello, mi dispiace davvero!

  • Direi che in quanto coraggio fa un baffo a William Wallace.

    Dev’essere davvero spiacevole, più che altro perchè ci ha costruito un intero blog.
    Voglio dire, se non hai nulla da scrivere sulla tua gravidanza, lascia stare; fai altro, leggi un libro sul parto o sulla psicologia infantile, così impari qualcosa e migliori pure il linguaggio (chissà che non le vengano idee originali su cui scrivere dei post!)

    Giusto ieri, sistemando un po’ il mio blog, ho scoperto che su Facebook un ristorante friulano ha utilizzato il mio header come immagine per un suo evento.
    Ancora adesso non so se sentirmi lusingata per il mio lavoro, o dispiaciuta perchè non devono essere messi bene (non è che sia un genio della grafica eh).

    Ma questa grande blogger (che nel profilo su twitter ha scritto di essere italiana/spagnola) sei riuscita a contattarla?

    Alice

    • Ti dovresti sentire lusingata se te l’avessero chiesto. Ma così è totalmente ingiusto. Per carità se succedesse a me non saprei cosa fare però è ingiusto. Che si sbattano un po’ loro il culetto

  • Davvero terribile chiara! Noi come lettrici che possiamo fare? Forse un commento sul sito della signorina? Non maleducato, ma pungente? O rischiamo di darle ancora più visibilità? Spero tanto tu riesca a fare giustizia…

  • Francesca

    Mi dispiace, spero tu proseguirai per vie legali..comunque ci tenevo a dirti – se ti può tirare su di morale- che i fan di una pagina Facebook si possono comprare, a pacchetti, ed è tutto legale. Quindi che lei abbia più fan di te non vuol dire nulla, se li sarà comprati!

  • Questa storia mi ha creato ansia e non poco.
    Il mio blog è piccolo, sconosciuto, e perciò mi ripeto sempre che nessuno potrebbe mai pensare di copiare qualcosa che ho scritto. Ma in fondo, mai dire mai. Il fatto che sia sconosciuto rende forse solo più difficile accorgersi di eventuali “furti”.
    Ricordo comunque i tempi del liceo, quando ancora esisteva Messenger e scrivevo su Windows Live Spaces: scrissi un racconto del gemellaggio scolastico in Belgio e qualche tempo dopo mi accorsi che una mia compagna aveva copiato intere parti del post sul suo blog, senza neanche dirmi niente. L’amarezza.

  • Non ho parole Chiara, sono allibita, è una situazione a dir poco spiacevole ma questo “genio del male”, plagiatrice senza fantasia e ritegno, va assolutamente rimessa al suo posto, gli avvocati sapranno consigliarti. Comunque tienici aggiornate sugli sviluppi!

  • Ay Chiara, come ti dicevo ho iniziato prima a leggere il suo blog, poi il tuo e ieri ho avuto come una visione, sovrapponendo della mia mente il post delle principesse Disney, tanto da non arrivare a capire subito chi aveva copiato chi, perché non ricordavo le date, ma di aver letto in due lingue la stessa cosa sì. Sarai vive in Italia, impossibile che non sappia di te, sicuramente rode da morire e avrà detto “tanto, chi vuoi che mi trovi?” Madó, Sarai ma sai quante siamo a leggere i blog di lingue diverse?
    E tra tutti poi, il più famoso d’Italia!!!

    So sconvolta pure io, Con Sarai ho scambiato qualche email, ho amiche in comune e davvero è la tua corrispondente spagnola (dove i post sono suoi, sono divertenti, anche se adesso mi viene da pensare che non abbia copiato il tuo stile) , sta cosa qua in Spagna si noterà, sicuro….

    Oye Sarai, ahora que los inquilinos han nacido ya, espero que tengas más cosas que contar de tu vida real, siento mucho tener que apartar tu blog de mi lista)

    Vai chiara, alla fine tutta gloria!

  • Ci sono rimasta di m…a.
    Ho commentato da quella là, ho visto che si stanno già scannando.
    Follia.

  • Mi spiace, Chiara 🙁

  • che stronza!!!

  • Ma la domanda che a me è sorta spontanea è:
    ma non è molto più faticoso leggere, copiare e tradurre una cosa che ha scritto un’altra persona, piuttosto che scrivere ex novo????
    Oltre che copiona, è pure poco pratica…

  • Senza parole -___-
    Io, sinceramente, non so come funzioni, ma immagino che ci siano state molte segnalazioni da quando lo hai saputo. Non c’è stata ancora nessuna risposta? Cioè, io le oscurerei proprio il sito e le farei fare una grossa figura di merda spargendo ancora di più la voce con foto che dimostrano il copia/incolla tradotto. Tipo condiviso a manetta sulla sua pagina fb!

    Ricordo che ti era successo anche su instagram, ma anche lì, non c’è un modo per evitare, ad esempio, di salvare e condividere le foto altrui? Perché rubare foto pure è una cosa tristissima, per chi lo fa’ e per chi lo subìsce.

    Mi dispiace, io sarei incazzata nera.

    • Stefano

      Da vero genio del male adesso dovrebbe rubarti anche questo post e dire ai suoi lettori che sei tu che stai copiando lei. Sarebbe un vero colpo di genio!

  • ma che davvero?!? ma stai scherzando?!?
    io non ho parole. e neanche ‘sta tizia, a quanto pare.
    spudorata e ingenua allo stesso tempo?
    menefreghista e calcolatrice, ma allo stesso tempo capace di gran fiducia negli altri, o meglio nella possibilità che gli altri le permettessero di passarla liscia?
    un genio del male,davvero.
    ti auguro di risolvere questa bega, presto e bene.

  • Lucia

    non ho parole!
    non lasciare correre, siamo tutte con te!

  • Immagino la tua rabbia, il tuo sconcerto e lo condivido in pieno.
    Ma, secondo me, le hai dato fin troppa visibilità a sta truffatrice!

  • Claudia

    Chiara non ti arrabbiare, non ne vale la pena.
    Fai quello che devi per avere ciò che meriti ma non degnare lei di più di un veloce pensiero nel raccontare a chi di dovere come desideri essere tutelata.
    Se è la popolarità che cerca, l’indifferenza mi pare sia l’unica cosa che bilanci le sue azioni.
    Sorridici su, l’emulazione è la migliore forma di ammirazione. O una cosa del genere, dai!

  • non è che si possa commentare facilmente… in teoria si commenta da sola. Per quel che vale hai tutta la mia solidarietà. Per quel che vale!
    Ps: il titolo del mio blog è ispirato a un tuo post. Ma è linkato!!!!

  • Tu sei unica.. Good luck per la tua battaglia!

  • Tom

    Chiara, scusa, io capisco il tuo rammarico e la tua incazzatura. Ne hai tutte le ragioni. Ma ci spieghi sta storia di plagio da Dooce? Io non ne sapevo niente. grazie

    • Chiara

      Plagio da Dooce? Ragazzi, ma aprite gli occhi! Queste direbbero di tutto pur di screditarmi. Dooce è un blog americano che, ANDATELO A LEGGERE, col mio non c’entra niente. Detto questo, ma vi pare che si possano anche lontanamente paragonare il ‘prendere ispirazione da’ con il ‘copiare parola per parola’. Ma non fatemi ridere, per favore.

      • Tom

        Ho solo chiesto perché andando a commentare il blog di sta tizia spagnola ho letto i commenti e mi sono fatta due domande, manco la conosco sta Dooce.

  • antonella firenze

    ciao, non ti leggo da molto, il tuo blog mi piace davvero e comprendo perfettamente il tuo stato d’animo.. questa persona ha rubato pezzi della tua vita , li ha tradotti e divulgati .. ma non ha una vita propria da raccontare? che gusto c’è nel copiare cose che appartengono ad altre persone? Non lo capirò mai…un abbraccio, antonella

  • Io mi chiedo solo come faccia questa tizia a vivere tranquilla nella sua “farabuttaggine”

  • No ma qui rasentiamo l’assurdo. Sono allibita, schifata, incredula. Ma dico, a parte la figura di merda ho il fortissimo presentimento che l’abbia fatto apposta per far parlare di se’, per farsi notare nell’unico modo che follemente riteneva possibile. Chiara ti auguro di fargliela pagare come si deve! Vorrei commentare il suo post incriminato ma aumenterei i suoi commenti dandole visibilità e personaggi del genere meriterebbero solo l’eterno oblio!! Ah no comment per le patetiche che hanno trovato il modo di darti contro anche quando avevi piena ragione…gente squilibrata! Un abbraccio chiara!

  • Che dire, pessima davvero! Vai di avvocati e asfaltala!!!!!

  • Raimonda Zene

    Mi dispiace tantissimo, per questa sgradita scoperta. E mi auguro che si risolva a tuo favore.

  • roberta

    Concordo che copiare spudoratamente sia vergognoso.
    Però questa ha scritto che stava per partorire, infatti pare abbia appeno partorito, due gemelli.
    Appena uscita troverà sto casino. Se lo sarà pure meritato, ma lo trovo poco elegante e compassionevole.
    Credo sarebbe stato più opportuna una mail privata, e semmai raccontare il tutto tra un po’, a cose risolte.
    Il linciaggio pubblico è davvero da bassi fondi.

    • Chiara

      Le ho scritto, non ha risposto, e comunque non ho chiesto assolutamente di insultarla, ma solo di farle notare che quello che ha fatto è sbagliato. Se poi hanno risposto in tante e detto cose poco carine, ognuno è responsabile di quello che scrive. Non è linciaggio, ho semplicemente messo allo scoperto le sue bugie.

    • beatrice

      sagge parole

  • Elisa

    Appena sono rimasta incinta a 26 anni (2 anni fa) ho letto il tuo blog e non contenta anche il libro…ed essendo anche per me la prima gravidanza mi sono ritrovata con te in tutto…Ma Sarai è già madre (!!!!), e i post copiati invece rivelerebbero il contrario…strano che le sue fans non le abbiano fatto notare nulla…(del tipo: “ma non ci sei già passata”?).
    Ho curiosato nel suo blog (tra i commenti) e uno ha scritto che ha partorito oggi..mah!
    Comunque copiare al 100% è proprio una cosa triste!

  • sabina

    ‘sta stronza…
    prova a postare prossimamente qualcosa del tipo riflessioni sulle ‘ sporche copione’e vedi come reagisce…se reagisce…
    comunque deve paga’….

  • valentina

    che tristezza!!! la gente farebbe di tutto pur di avere successo… comunque ti consiglio (ma immagino tu l’abbia fatto già) di stamparti tutti i suoi post, perchè appena avrà capito di essere stata scoperta correrà ai ripari magari cancellando le prove! 🙂
    In bocca al lupo!

    • In effetti, al momento non è possibile collegarsi al Blog incriminato. Problema solo mio?

  • No ma roba da matti!! Oltretutto comprendo benissimo la tua premessa avendo anch’io un piccolo ma che dico piccolo.. Piccolissimo blog che non riesco a aggiornare per mancanza di tempo… Ma no mi sognerei mai di copiare materiale da altri farei danno solo a me stessa! Che gente furba…

  • Al di là di tutti i fronzoli che possono star dietro a questa storia, qui si parla di un dato di fatto che si chiama PLAGIO. Ci sei simpatica, ci sei antipatica? e chissenefrega hai tutto il diritto di portare avanti qualsiasi azione nei suoi confronti. La rete è dispersiva ma non poi così tanto come si pensa. In fondo internet è dedalo di collegamenti che prima o poi ritornano. Le tutele sulla rete stanno diventando importanti, perchè la carta stampata e la stessa musica, ormai sono veicolate soprattutto dal mondo virtuale. Anche se è una gatta da pelare, è chiaro che ti devi rivolgere a qualcuno di competente in materia. Un po’ di linciaggio pubblico questa ragazza detto sinceramente se lo merita purchè non sfoci nel volgare ma non può essere la sola via. La rete ha risvolti negativi ma quelli positivi, usiamoli soprattutto se è possibile denunciare qualcosa di grave. Del tuo blog ci hai ricavato un lavoro e questo basti per proseguire con azioni legali. Un mondo perfetto non esiste, gli squali ci sono nella vita reale figuriamoci in quella virtuale che però, ahimè per loro, lascia traccia. Buona fortuna e facci sapere come prosegue.

  • sabina

    …ho fatto una visitina al sito della cara sarai..ecc.ecc e i post a cui alludevi tu sono i suoi top 5 della settimana…verme….

  • Porca trottola! Sto cercando di segnalarla come plagio ma non riesco. Mi da tutte le opzioni tranne quella Arghhhhhhh…
    Chiara sono arrabbiatissima quanto te e per te. Ho un piccolo blog e l’idea che le mie cose possano essere letteralmente ricopiate, o che le mie foto possano essere usate impropriamente mi fa venire i brividi.
    La situazione è grave e totalmente ingiusta.

    La tua ancella col cervello di pop corno

  • ovviamente hai fatto bene a rivolgerti a un avvocato.
    ma la Rizzoli cosa dice? non è anche suo interesse che i contenuti del libro non vengano copiati?

  • naive

    ovviamente dal punto di vista ‘morale’ hai ragione da vendere.
    Dal punto di vista legale non so e ti diranno gli avvocati come agire. La cosa migliore sarebbe riuscire a farle chiudere il blog, o almeno rimuovere i post copiati.
    Giusto per curiosita’ pero’, lei (furbona) scrive con licenza creative commons. Sul tuo blog, invece, non ho trovato nessun cenno di copyright… Non e’ che sei stata un po’ ingenua??

    • Chiara

      sì sì, ce l’ho la licenza CC inoltre alcuni post sono addirittura presenti sul mio libro quindi DOPPIO infrangimento di copyright

      • Comunque Creative Commons o non Creative Commons, non si possono copiare i testi altrui. E’ illegale, anche se sembra che non tutti ne siano a conoscenza… o facciano finta di non saperlo. Eventualmente si può chiedere autorizzazione all’autore per tradurre i suoi testi indicandone poi la fonte

  • Vergognoso… Mi immagino che rabbia… Ma questa si crede una furba? Penosa.

  • Alessia

    Caricone!!!!!!!

    Tutte addosso alla svergognata copiatrice!!!!!!

    • Chiara

      Guarda, si commenta da sola… e in tante di là hanno già commentato con toni poco carini. Adesso ci penserà un avvocato.

      • Alessia

        Io in verità ero ironica, non mi pare bellissimo sguinzagliare le ammiratrici e creare un caso mediatico.

        • Chiara

          Io scrivo su Twitter e Facebook anche quando faccio la pipì, vuoi che non scrivo quando una mi copia mezzo blog?

          • No ma poi ti tuteli anche tu che oltre a stamparti i post hai una prova in più nel caso lei decidesse di cancellare tutto per farla franca… hai fatto bene valà, non ho letto nessun “al mio segnale scatenate ik linciaggio”. Mi dispiace un casino, solidarietà 🙁

        • Silvia

          A me pare molto meno bello quello che ha fatto la tizia spagnola.
          Si merita le critiche che ha ricevuto, non dico gli insulti, ma se io fossi una sua lettrice sarei la prima a sentirmi presa in giro e ad avercela con lei.
          Non credo che il suo blog avrà molto seguito d’ora in poi…

        • Invece si. Le “ammiratrici” si sguinzagliano da sole. Persone indignate che manifestano il loro dissenso verso un’azione spregevole. Nessuno ha dato l’ordine!

      • nana

        Un’Un’altra che ti ha copiato il template e ha provato senza successo a imitare i contenuti è c era una vodka, mi pare sia su word press

  • e grazie per la segnalazione! Ha interamente copiato il post più seguito su milanoperibambini.it !
    Un post fantastico, di Federica Buglioni, che aveva ricevuto circa 100.000 visite in poche ore!

    • Anna

      Quale ?

  • Why

    È la cosa più misera e triste che posso immaginare. Di una piccineria che non so se prevale la furia o la pena che mi ispira.
    Per curiosità l’hai già contattata in privato?
    Attendo sviluppi. Tu però falla nera!

  • Patrizia

    Chiara, mi dispiace moltissimo. Ti seguo da sempre e non te lo meritavi.
    Hai fatto benissimo a rendere pubblico questo scempio. Ora tutelati legalmente.

  • Valentina

    Hai ragione su tutta la linea, e per quel poco che conta, ho sfoderato il mio spagnolo per farle sapere cosa penso di lei, sia su FB che sul blog ma tu prova a pensare (giusto per sdrammatizzare, eh?!) quanto devi essere brava e simpatica e “sul pezzo”, se questa ti clona il lavoro!!!

  • Fede

    La cosa più assurda è che pensasse davvero che nessun italiano sapesse lo spagnolo..mah!strano che ci abbiamo messo così tanto a smascherarla!quali sono le conseguenze a cui va incontro ora?..cmq sfumata la rabbia ti dovrebbe fare un pò pena,porella..e poi adesso se è vero che ha appena partorito e si ritrova sto casino non vorrei essere nei suoi panni..

  • Chiara io avrei fatto come te… altro che essere poco carine e compassionevoli… ma vaffaxxxxxxxxx alla copiona!!

  • Che tristezza questa storia. Per lei e per i suoi figli. Cosa gli insegnerà? Che per avere successo basta copiare? Se non hai niente di interessante da scrivere nessuno ti obbliga a tenere un blog.

    PS: è residente in Italia??

  • uggesù!
    mi sono andata a vedere tutte le sue ricette per vedere se me le aveva copiate! e comunque, non da me, ma ha scopiazzato in rete pure quelle…

  • O.O’ (sì, solo questo. No, non ho trovato parole)

  • che storia incredibile. ma che gente c’è in giro? come si può arrivare anche solo a pensarle cose simili:
    tienici aggiornate e se posso fare qlsa fammi sapere non ti conosco ma sono allibita dalla letture di questa denuncia.
    un abbraccio e in bocca al lupo

  • Alessia

    Scherzi a parte, sguinzagliamento delle ancelle che non condivido a parte, questa qui deve essere davvero poco furba se pensava di non essere mai scoperta. Il web è piccolo in fondo, e prima o poi chi ti becca lo trovi.
    Il fatto è che proprio tutta la tipologia di blog, fotografie, grafica è simile al tuo. E chissà quanto ci ha guadagnato, negli anni. Questo dà sui nervi, non è giusto.

    • Chiara

      Ma che cazzo vuol dire ‘sguinzagliamento di ancelle’? Non esistono le ancelle, esistono persone che solidarizzano e si incazzano con me perché quello che è successo qui potrebbe succedere anche a voi, con le vostre foto e i vostri blog! E’ una cosa illegale e assurda. Chiunque ha il diritto di incazzarsi davanti a una cosa del genere.

      • Francesca

        Purtroppo Chiara, di gente malata ce n’è tanta in giro. Inventarsi un personaggio virtuale, o spacciarsi per un’altra persona è sintomo di un disturbo psicologico. Secondo me non esiste nessuna Sarai Illamas, ma solo una poveretta disadattata – sicuramente italiana – che ha pensato di fare soldi traducendo e pubblicando i post di altre blogger. Secondo me dovresti chiudere qui la questione e procedere per vie legali per conto tuo…

  • Silvia

    Che tristezza. Non ho un blog ma posso immaginare come ti senti… come se avessi scoperto qualcuno a rubarti in casa o nella borsa.
    Hai fatto bene a segnalarlo, è giusto che anche i lettori del suo blog sappiano che quello che scrive non è farina del suo sacco, e lei dovrebbe vergognarsi profondamente.
    Una mamma di due bimbi, che spaccia racconti e emozioni di un’altra mamma per raccontare la propria vita… imbarazzante!
    Anche io sono mamma e tante volte mi sono ritrovata in alcuni tuoi post, ho amato la tua ironia e a volte ho “reciclato” alcune tue battute scherzando con le amiche….
    Ma non mi verrebbe mai in mente di fare una cosa del genere.
    Vai avanti a testa alta, chi ti critica è allo stesso livello di quel genio di Sarai Llamas.
    Un abbraccio!

    Silvia

    • Valentina

      Chissà se copierà anche questo post! 🙂

  • Mi spiace davvero. Questo è il brutto del web.

  • Io ho già espresso ieri il mio parere su questa tristissima persona. Hai provato a contattarla? Chissà quando verrà a tradurre anche questo tuo post che colpo le prenderà!

  • laura

    io concordo con Chiara, leggo il sito da quando è stato aperto e mi ha aiutato moltissimo xchè nello stesso periodo aspettavo mia figlia e avevo bisogno di consigli e di ridere quindi quello che sta succedendo, anzi che è già successo, è una vergogna e un oltraggio al lavoro e alla vita stessa di una persona meravigliosa che è riuscita a trovare la sua strada e ad affermarsi nella vita. perciò mi auguri che tramite avvocato si riesca a risolvere il problema e a eliminare con tanto di scuse i post copiati a Chiara in questo sito spagnolo…

  • ah che ansia… oh senti, se si può, non per copiare né, ma per imparare, facci sapere cosa ti dice l’avvocato, o in generale come funzionano le cose in questi (brutti) casi… grazie… adesso vado a scriverle brutte parole in ogni social dove, ciao!

  • A me è successo ben di peggio, molto peggio, e quindi ho uno studio legale che si occupa di diritto d’autore. Se ti serve ti do il contatto. Se il blog è su blogger in ogni caso invii la segnalazione e lo eliminano in automatico.

    Tanta tanta solidarietà, so come ci si sente, ogni volta penso mi stia per venire un infarto, e non vado a cercare se qualcuno mi sta copiando per evitare il nervoso. 🙁

    • Chiara

      grazie, ho già un contatto e mi sto muovendo, ma scrivimelo comunque.

  • chiara posso andare sul suo blog a scriverle in spagnolo che e’ una ladra (ma anche in italiano visto che lo sa cosi’ bene) o per il momento a livello legale ti conviene di piu’ che lei non sappia di essere stata sgamata e “oscuri” il blog o levi i post da te linkati?

  • Che trsitezza… capisco l’incazzatura, la capisco proprio.. questa gente andrebbe spiaccicata con un tir ( e bada bene , io non son una persona violenta) … ma io dico, una persona scrive, ci mette l’anima e una cretina qualunque arriva e ruba i contenuti altrui?
    Internet è un bel mondo, è un mondo libero ma con delle regole INVIOLABILI .
    Ti dico solo una cosa.. FALLA NERA!!!!

  • Anna

    Ti segue pure su instagram. pubblica qualcosa di riferito anche li.. in caso non le fosse arrivato il messaggio che a breve riceverà una denuncia!

  • chiara

    No guarda, ieri ero allibita per questa tipa, ma oggi…. ho letto alcuni commenti che criticano TE per la reazione! No dico, stiamo fuori di testa? Compassionevoli con lei perché è un momento particolare? Sì?? La stessa compassione che i tuoi detrattori hanno mostrato in un tuo momento di sconforto magari?
    E comunque dillo, dillo che ti sei fatta bionda e hai le lenti azzurre per copiare la tizia di dooce.
    Ma roba da matti.

    • Chiara

      Io sono allibita della guerra donne-contro-donne a tutti i costi. Sono vittima di un danno, di un illecito e di una violazione del diritto d’autore nonché della mia privacy e ci sono donnette che danno contro A ME per motivi inesistenti. Che mondo schifoso.

      • Una donna bella sta generalmente sulle palle a un’altra donna. Una donna bella e di successo sta doppiamente sulle palle. Quindi se stai sulle palle a qualcuno – ed è il tuo caso! – significa che va tutto bene 🙂

      • alessandra

        Dopo aver letto questo post, i commenti alla vicenda del plagio, e altre cose più vecchie ma altrettanto spiacevoli (mi riferisco alle donnette di cui sopra) mi chiedo…ma che cos’è che ti muove ogni volta verso questo “luogo”? io al tuo posto mi sarei già stancata, avrei chiuso tutto e al diavolo quest’orda di cretine. E invece perseveri, a regalarci ogni volta un pezzetti di te e del tuo mondo,con creatività e bellezza, come se niente fosse. Deve essere per forza qualcosa di molto forte e molto grande,come si puo’ non ammirarlo? Ciao Chiara ,in bocca al lupo 😉

        • Chiara

          grazie di cuore Alessandra, a dire il vero quando leggo certe cose non lo so nemmeno io…

        • Cinzia

          ma perche’ come ha detto nel post, e’ un lavoro. non sono favolette o pensieri spontanei, ma un lavoro di scrittura che racconta un personaggio.
          Chiara, difenditi come puoi!

  • Federica

    Hai tutta la mia solidarietà e ti capisco non sai quanto. E’ capitato anche a me. Ho raccontato sul mio blog la mia “magica notte”, la notte in cui ho rotto e le acque e sono diventata mamma per la prima volta. Una amica facebook l’ha letto, l’ha copiato, cambiando alcune parole e l’ha utilizzato per fare gli auguri ad una creatura appena nata. Mi sono indignata, ma non per la copiatura in sè, quanto per il fatto che la cibernauta in questione ha copiato i MIEI sentimenti, le MIE sensazioni, le MIE emozioni. E se vero che tutte siamo passate di lì per diventare mamme, ognuna di noi ci è passata a SUO modo. A me ha dato enormemente fastidio la copiatura di un solo post, posso solo immaginare cosa tu possa provare. Ti sono vicina.

  • Liz

    Dio mio sono senza parole, ne avesse copiato uno ma questa è una copiatrice seriale! Priva di fantasia, non la puoi far chiudere???

    • Chiara

      ho già rilevato contenuti di altre blogger italiane e li ho segnalati alle proprietarie

  • violetta

    Io non conosco Dooce, e se Chiara ci si è ispirata non ci trovo niente di male. Nel senso che, come lei stessa ha scritto, non ha inventato l’acqua calda, il fenomeno dei blog per mamme per intenderci, molti blog famosi esistevano prima del suo, tipo Nonsolomamma.
    Chiara ne ha aperto uno secondo il suo stile, scrivendoci quello che sentiva, ci saranno elementi ricorrenti, ma non scopiazzature, come in questo caso. Sui commenti lasciati dai sostenitori di Chiara nel blog di questa tipa non mi pronuncio più di tanto, io, per quanto trovi scorretto, oltre che illegale, il suo comportamento, non le scriverò niente. Magari chi l’ha fatto ha un blog, lavora anche lui sul web e si è immedesimato, per cui l’ha criticata apertamente come ha fatto Chiara.
    Io non ti biasimo Chiara, magari ci sei andata giù parecchio, ma si tratta di una reazione impulsiva: in un attimo ti accorgi che qualcuno ha spacciato per suo il tuo lavoro… ti va il sangue alla testa! Io mi incavolo se qualcuno in ufficio si prende un merito per il mio lavoro, voi no?!

  • bè è evidente che è plagio, non ha fatto nemmeno nulla per dissimulare, quindi ci son gli estermi per procedere. Credo che le blogger creative siano abituate a che le loro immagini siano prese senza credits ecc ecc e già questo è assurdo, ma il tuo caso è così palese da rasentare la follia…Picchia duro! Ciao, vale

  • Ommioddio è una cosa schifosa! o.O
    No, ma sul serio??? Ma questa è una cogliona! No, voglio dire, come cavolo si permette?! Ho letto io i tuoi post con stima e ammirazione all’epoca e se venissi a sapere che li avevi scopiazzati (anzi, proprio copia/incolla) mi sentirei presa per il culo e tradita, spero davvero che tutti i suoi followers e ammiratori vengano a sapere questa cosa perché così la vedono come in realtà è! Lo spero davvero!
    No, ma sul serio, denunciala!

  • Terribile quello che ti è successo, mi dispiace molto e hai tutta la mia solidarietà.
    È successo anche a me una volta, ma solo per un singolo post, preso da una tizia e condiviso su FB come se fosse il suo (tanto che le hanno rivolto alcuni complimenti e lei ha ringraziato, prendendoseli tutti). Sono venuta a saperlo per puro caso perché avevo amici in comune e quindi mi son vista questo post che girava con il suo nome, quindi le ho chiesto l’amicizia e poi ho commentato sotto quel post, che era il mio, scrivendole: “grazie mille per aver condiviso questo mio scritto” 😉 Così l’ho sputtanata.
    Ma ovviamente si è trattato di un caso isolato, molto meno grave del tuo. Rimango veramente allibita perché so che esiste il plagio, ma non immaginavo potesse arrivare a tanto. Poi anche ingenua la tipa, scaltra, ma ingenua al tempo stesso. Facci sapere come va a finire.

  • A me è capitata la stessa cosa con una delle mie foto: le mie ranocchiette a uncinetto sono “diventate” le ranocchiette a uncinetto di un’altra persona… L’ho ritrovata su flickr, ho commentato “Toh guarda, le mie ranocchie” e subito la foto incriminata è sparita, forse per evitare la figura della merdaccina…
    Su FB invece, fra i miei contatti, ho una persona che si diverte a fare copia e incolla di profondissime riflessioni sulla vita, pescate a casaccio dal web. Ora, io questo tizio non lo frequento assiduamente ma noto subito la differenza fra la farina del suo sacco e la farina del sacco degli altri… eppure tutti i suoi amici a mettere “mi piace” e lodarlo per la sua grande intelligenza!! Gli ho fatto notare, prima direttamente e poi indirettamente, che sarebbe bene citare le fonti se proprio si vuol fare ctrl+c ctrl+v, ma lui niente, va avanti… anzi, mi dà pure ragione!! Che esista una malattia vera e propria come la cleptomania?!

  • Alessandra

    Storia tristissima, so bene come ci si sente. Anch’io un tempo avevo un blog, quindi conosco la realtà che sta dietro a queste cose. Chiara, vai avanti a testa alta! Mi permetto di suggererire a tutti la visione del film di Woody Allen “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni”, che tocca – tra gli altri – il tema del furto intellettuale.

  • Valeria

    Ma, fra le altre considerazioni che mi vengono in mente, sorge spontanea una domanda: lei si é fatta viva in qualche modo? Ti ha almeno risposto?

  • Paola

    Rompile.il.culo.

  • Unbefuckingbelievable!

  • La cosa piu’ brutta di questa storia, come sempre in questi casi, e’ che questa ora ne ricavera’ ulteriore pubblicita’…sempre se riesce a mantenere il suo blog senza piu’ copiarti..questo e’ chiaro….

  • Alla faccia! Mi chiedo se ci sia davvero una persona reale dietro a una cosa del genere e non, per esempio, un’azienda o simili. Perché insomma, una persona reale dovrebbe avere esperienze reali, qui sembra più una farsa per riempire uno spazio virtuale e attirare velocemente lettori… fa pubblicità il suo blog?

  • Più che un consiglio all’avvocato, secondo me devi fargli causa e chiedere i diritti.

  • Spero ci sia un modo per fargliela pagare, che il blog venga chiuso, che tutta la stampa la derida, e che tutto il web la emargini. Spero che non sia come in italia cioè che dopo essere stata una ladra diventi anche più famosa.

  • Non riesco a credere a quello che ho letto! Gente pazza! Ma come si fa!?! Spero che i suoi followers diventino i tuoi! Ecco! Questo si meriterebbe!! Stronza!

  • Son allibita. All’inzio mi ha colpita la faccia tosta di copiare una blogger famosa come te (appunto: non in cinese!), ma ora sono proprio rattristata dalla piega che ha preso la vicenda, con gli attacchi personali a te. Io non posso dire di ritrovarmi in ogni tuo scritto, molte delle nostre scelte *materne* sono state diverse, ma quando ho letto i tuoi racconti di viaggio e delle esperienze che hai condiviso con Viola, ti ho apprezzata, oppure mi sono confrontata con un punto di vista diverso dal mio, ma anche se proprio mi stessi sulle scatole troverei ALLUCINANTE attaccarti con violenza e cattiveria cme stanno facendo. Questo è proprio un caso da “tutta invidia”. Tristezza…
    Sono sicura che tu o il tuo legale avete già fatto tanti screen shoot, perchè un plagio va punito, è così vigliacco appropriarsi dei contunuti altrui…

  • Angela

    Ciao Chiara, sn Angela una tua assidua lettice che senza bimbial seguito ha deciso di leggere il tuo divertentissimo blog.
    Tu sei fantastica, tu sei bravissima. Spero riuscirai a fermare la copiona genia.
    Un abbraccio

  • 1.mi dispiace tanto per la tua spiacevole scoperta…non mi immaginavo tale coraggio da parte delle persone, come e’ spuntato dalle osservazioni e dagli articoli (i quali non cito qui adesso ma magari con piu’ tempo una volta) ho compreso che il fatto di copyright e’ un problema molto complesso: dalla mia esperienza risulta che moltissime persone non sono abituate a questa idea: io ho avuto l’occasione di esercitarmi a non usare il pensiero altrui preparando le tesine alla mia faccolta’ nei vecchi tempi universitari: ma per molte persone il mondo ormai e’ fatto da una “massa” mediatica e cosi’ come una volta hanno copiato i compiti dal internet etc. oggi ritornando online credono che tutto sia di proprietà’ “comune”…
    e le cose non cambieranno facilmente…

    2. MA SECONDA COSA PIU’ SUBLIME MA PER ME ALCUNE VOLTE NEVRALGICA: AVETE NOTATO COME ALCUNI BLOG DI CERTA FAMA MODELLANO E RIMODELLANO I TEMI CHE GIRANO NELLA RETE ESSENDO SOLTANTO PIU’ CAPACI DI NON FARE IL PLAGIO MA ALTRETTANTO NOIOSI PERCHE’ COMPRESI NEL TREMENDO SIMULACRUM DI UNA COMMUNITA’ NONNE DONNE MAMME (PERCHE NON ALCUNE VOLTE NON CI CHIAMIAMO STREGHE BUGIARDE E MATTE :))? CHE ALLA FINE NON ESISTE O SE ESISTE HA LE LEGGI DI POPOLARITA’ MOLTO SELETTIVE?…
    SOLO COSI PER CASO…

  • Christabel

    Esco dal mio lungo lurkaggio per esprimerti tutta la mia solidarietà. Qua c’è poco da discutere, è plagio e si va per vie legali, punto.

  • Concordo con te quando dici che la condivisione del web è una grande risorsa; purtroppo rappresenta anche un rischio reale di plagio.

    Quando ho aperto il mio blog ho fatto ricerche approfondite e il mio nome – ArteMamma – non esisteva. Adesso sono spuntati vari corsi di teatro (guarda caso..) musica ecc per bambini e a volte mamme che si chiamano appunto artemamma.
    Non solo, un anno e mezzo fa ho scoperto il blog italiano di una mamma che pubblicava pari pari i miei post, linkati si ma il suo blog era composto dai miei post. Era nato da poco e, per fortuna, è bastata una mia mail per farla smettere…
    Buona fortuna!
    🙂

  • Mi spiace. E ho paura. Mi chiedo se esista un modo per tutelarso davvero.

  • Ho davvero pena!!! Chi scrive dovrebbe farlo per amore, per passione!!! Incommentabile
    CRI
    http://www.2fashionsisters.com

  • Francesca

    La storia del plagio si commenta da sola. Io dico solo una cosa a chi in tutto questo ha pensato bene di criticare Chiara e tutte quelle (me compresa) che sono corse a “soccorrerla”.

    Sono arci e super convinta che se Chiara fosse alta 1 metro e 40 e pesasse 120 kg, nessuno la criticherebbe. Ergo, è tutta invidia!!! E la trovo davvero pazzesca questa cosa!!! Voi che criticate Chiara nascondendovi dietro un ANONIMO, ma davvero, piantatela e fate altro nella vita!! Chi vuole leggerla è perché l’apprezza. Le altre, possono anche andare a leggersi blog di cucito o a provare a scriverne uno loro, visto che hanno un sacco di tempo da perdere!

    • anna

      scusa?perché tu il valore delle persone lo misuri con il metro e la bilancia? quindi se una ha un blog fighissimo ma è alta 1,40 e pesa 120 kg (non vedo che differenza faccia tra l’altro, è appunto un blog, una cosa SCRITTA, mica una sfilata) allora non se la calcola nessuno, nessuna la stima e nessuno la può invidiare per il suo stile nello scrivere, per la sua ironia, per i post simpatici e ben scritti?

      boh…… sono senza parole……

    • Gaia

      La smettiamo con questa storia dell’invidia? Non si sa dire altro per rispondere a delle critiche? Sempre e solo ” sei invidiosa perché brutta e grassa, nessuno ti scopa, fatti una vita”. Che monotonia..capisco le critichr futili, ma se sono costruttive non capisco che modo sia di rispondere. E poi uno non ha il diritto di criticare se una cosa non gli piace, cosi come tu hai il diritto di leggere e commentare? Penso che a qualcuno che scrive pubblicamente le critiche -sempre fatte a modo, si intende -possano servire. Ma d’altronde lo dice una invidiosa e senza vita, quindi non vale.

      • Chiara

        Amica, ma ce lo dici CHE CAZZO C’E’ DA CRITICARE in tutta questa storia, a parte quella Sarai Llamas? Ma ce lo vuoi dire?

  • non ci sono parole e bisogna passare ai fatti… vado a lasciare un commentino da questa “per niente” signora…

  • Ay! Hace daño enterarse.
    Pero piensa que sólo copian a los mejores blogs. Así que, al menos sonríe por eso.
    Un beso desde España

    • Chiara

      Gracias. Todavìa es muy feo ver como te pueden robar escritos che hablan de sentimientos tuyos, de tu hija, de tu vida.

      • si, tienes razón, es tu trabajo y tu vida, sobre todo tu vida y la de los tuyos, y no está bien que copien, pero cuando es tu familia la afectada mucho menos.
        Esto ha servido para conocerte desde aquí, tienes una seguidora más.

  • lory

    veramente vergognoso chiara… mi dispiace un sacco.
    cosa possiamo fare per te? oltre a segnalarla su fb.

  • Daniela

    Ciao Chiara, mi dispiace per ciò che ti è capitato e anche io sono dell’idea che debba rispondere dei post che ha copiato, però, anche se non c’entra forse, mi chiedo, vedendo sotto al tuo sito la scritta Non Commerciale, con i proventi di tutti gli sponsor che hai nei banner (e sono davvero sempre tanti…) tu sei soggetta a tassazione italiana? Cioè paghi le tasse oltre a richiedere diritti e danni a Sarai?
    Boh non so è che mi sembra che in giro tutti vogliano fregarci e criticare per poi prendere poi ciò che possono da questa povera italia (magari usufruisci ancora di medici o servizi italiani quando puoi senza pagare più alcuna imposta….)
    Forse ultimamente siamo tutti molto amareggiati da tutto! Anche di tuo marito che fosse così potente come scrivono le seguaci di Sara non ne sapevo nulla ma probabilmente è così dato che non parli mai mai mai (mentre TUTTE le altre blogger lo fanno non nascondendo nulla -foto permettendo)
    Baci
    Daniela

    • Chiara

      OVVIO che pago le tasse Daniela, ma per chi mi hai preso????

    • Chiara

      Mio marito POTENTE? Ma che cazzo dice la gente? Quanto piace alla gente inventarsi, alle spalle di una donna di successo, un papà o un marito ‘potente’ solo perché non riescono ad accettare il fatto che una donna possa farcela DA SOLA, con la propria inventiva e creatività. Che mondo di emeriti cretini.

      • Alessia A.

        La gente stanno male, come dici tu.
        TU sei intelligente. TU sei creativa. TU ti sei sbattura a scrivere.
        Eh sì: TU ce la fai da sola.
        Come te mi chiedo perché viene tirata in ballo la storia dell’uomo potente dietro…ma che cazzo c’entra???
        Ma perché se una donna ce la fa o la data a qualcuno o è figlia/moglie/sorella di qualcuno???
        Perché non accettiamo che un essere umano, uomo o donna che sia, sia semplicemente bravo a fare qualcosa?
        Questa storia è disgustosa. E mi mette i brividi.
        Tutta la mia solidarietà. Chiara. :*

      • Daniela

        Scusami mi hai completamente frainteso, del marito la mia era una domanda non conosco assolutamente nulla di voi ci mancherebbe! Mentre il discorso tasse era in riferimento al fatto che non vivi in Italia e prendimi come una grandissima ignorante in materia fiscale.
        Ciao Dani

  • Solidarietà assoluta. Essendo utilizzata da persone, la rete e’ come il mondo reale. A volte lasciamo la porta aperta perché siamo sicuri di essere circondati da persone oneste. Deve proprio venire il serial killer dalle mie parti, entrare a casa mia e rubare, fare stragi, mettere le mani sulle mie cose? No, ovvio che no. E il più delle volte e’ no. Per fortuna. Per fortuna, poi, quando accade che qualcosa va storto per qualche disonesto, c’è la persona onesta che ti dice: guarda che mentre tu non c’eri, ho sentito dei rumori in casa tua! Che ci vuoi fare Chiara? Capisco come ti senti: derubata, arrabbiata… Hai fatto benissimo a condividere, ovviamente!

  • Sarò ingenua, ma non finirò mai di schifarmi di queste storie abominevoli! Spero sempre di aver letto di un caso isolato e invece….

  • Ti leggo molto, pur non commentando mai. Siccome qualche imbecille ti accusa di “aver scatenato le ancelle”, questa volta due parole le dico pure io. Ti leggo, ma spesso non sono d’accordo con quello che scrivi, non perchè tu sia “bionda” o “bella” come dicono alcune, semplicemente perchè vedo spesso le cose in un modo diverso dal tuo. In merito a questa vicenda però debbo ammettere che quello che ti è successo è davvero spregevole. Ma insomma, copiarti pari pari il lavoro?Ma che miseranda è stà tizia?Ma non riesci a scrivere, inventarti qualcosa, raccontare la tua vita a modo tuo?No, devi andare a copiare quella degli altri?(e si, ho visto il blog, alcuni post sono identici) insomma…fai valere i tuoi diritti.

    • Chiara

      Grazie. E’ molto brutto, specialmente perché ha copiato e spacciato per suoi sentimenti ed esperienze mie e di altre, anche piuttosto private. Non ultimo, vista la quantità di post sponsorizzati e il suo shop, ci ha monetizzato.

  • nella sfortuna (che poi non è sfortuna ma talento, il tuo) hai una fortuna: puoi mandare avanti Rizzoli per i diritti d’autore sulla traduzione, e sarà molto più efficiente di una tua mail, anzi, chissà che non decidano di tradurre il libro in spagnolo con il tuo nome… PS: l’idea di spacciare per propria la vita altrui è… grottesca, non riesco a pensare altro.

    • Chiara

      Esatto. Non ha pensato che un libro possa essere coperto da SIAE…

  • Avevo letto su Fb, arrivo solo ora qui.
    Il genio traduce pure i titoli!! :(:(

  • Hi! I’ve just met your blog because the problem with Sarai Llamas. I’m spanish and I know her. I’m really sorry this has happened. No one deserves something like this. And also I am really deceived. Is there anything you can do?

    Keep on writing your fantastic blog. Congrats for it!

    • Chiara

      Thank you so much for the support. I feel really violated since a lot of the posts she copied are my thoughts, my feelings, my experience with my first daughter. I have a lawyer now, I will take seriously care of this.

  • Francillaz

    Quindi nel prossimo post dovrai pubblicare foto di tuo marito, raccontare quale lavoro fa, postare la tua dichiarazione dei redditi e già che ci sei il tuo indirizzo, così che le paladine della giustizia/correttezza/trasparenza possano venire a verificare di persona se sei una brava padrona di casa. Francamente tutto ciò è allucinante. Pensare che non vedevo l’ora di leggere un bel post sulle tue impressioni su Quidam…

    • Chiara

      Che infatti è il prossimo post 😀

  • Francesca

    Scusa se intervengo ancora ma mi viene da ridere…. Io seguo questo blog da qualche anno e sono davvero allibita.
    Non so, pensate che Chiara abbia sposato Berlusconi??? O magari che sia la figlia illegittima di Napolitano? Ma la gente davvero NON CE LA FA!!!!! :)))) ma scusate voi altre che continuate a insinuare e fare commentini assurdi, ma perché questa curiosità morbosa? Uno scrive quello che vuole condividere, il resto sono chiaramente AFFARI SUOI! Conoscete il termine “““privacy”””??

  • mamma al quadrato

    Ciao Chiara, non ho letto tutti gli altri commenti quindi mi scuso in caso ne aveste già parlato: se alcuni di questi post sono presenti anche nel tuo libro potrebbe farsi avanti la tua casa editrice?

    • Chiara

      Sì certo, e lo farà immagino. Alcuni dei brani copiati sono registrati SIAE.

  • Hermione

    Più del plagio in sé, reato ovviamente odioso, quello che mi ha lasciato di stucco è il riversarsi di fango e cattiveria verso l’autrice di questo blog, rea di aver segnalato un abuso e un danno al suo lavoro.
    Ma veramente chi l’ha tanto criticata per aver parlato del blog “copione”, al posto di Chiara se ne sarebbe stata buona buona ad aspettare che la giustizia facesse il suo corso? Veramente avrebbe provato tenerezza e compassione per la povera neo mamma Sarai, e avrebbe aspettato che si rimettesse dal parto prima di agire per vie legali? Mah…

    • Si, infatti. Altruismo gratuito e inutile.

    • Mario

      forse sarebbe stato più di buon gusto chiamare un avvocato e risolvere privatamente la questione? forse…

      • Chiara

        prima ho contattato lei, non ho ottenuto risposta, quindi un avvocato. in seguito, visto che io condivido molte cose e questa era una cosa decisamente importante e da condividere, anche per l’impatto che ha avuto su di me, ho deciso di parlarne perché le sue followers devono sapere di essere state ingannate. ho solo detto la verità, mica calunnie caro Mario.

  • naive

    guardate che questa non (necessariamente) e’ una poveretta, una che non ha una vita, che non ha creativita’, una che soffre di disturbi di personalita’, ecc. ecc. come molte di voi suggeriscono.
    Molto piu’ semplicemente e’ una che ha pensato di aver trovato il modo di farsi 2 quattrini senza sudare molto.
    Si chiama plagio, va punito, ma e’ sempre esistito e sempre esistera’.
    Lo ha fatto Luttazzi (comico di un certo successo), il ministro dell’istruzione tedesco, e chissa’ quanti altri ancora.
    Ovvio, ci sono modi un po’ piu’ intelligenti di plagiare…

    • Mario

      infatti è stata stupida, più stupida di tutte quelle blogger che aprono inutilissimi blog scopiazzati più o meno bene da quelli famosi per tirare a campare

  • Chiara hai tutta la mia solidarietà, questa persona ha rubato e dovrà pagarne le giuste conseguenze.
    Mi stupisce chi si è lasciato intenerire dal fatto che la blogger spagnola stia per partorire (o abbia appena partorito): chi ci dice che fosse davvero incinta? che sia una donna?

  • Ciao…ho letto tutto e sono schifata..
    Ne ho viste di copie e plagi in questi mesi di vita nel mondo blogger..ma un conto è una foto, una ricetta che già dà fastidio…ma tutti i tuoi contenuti, i tuoi post…cacchio, la tua vita!
    Non fargliela passare liscia per favore.
    Esiste il diritto d’autore, qui non si scherza…lo devono capire queste persone.
    Mi dispiace tanto, e grazie per averci informate/avvisate..
    facci sapere cosa succede, ok?
    Un abbraccio. Roberta

  • bettylafea

    Ciao Chiara, ti seguo da tempo ma non ho mai commentato.Ho letto il tuo libro e mi è piaciuto molto, sei il mio appuntamento quotidiano insieme ad un altro blog di una “elastimamma” che mi piace.Adoro il tuo modo di scrivere e penso che il tuo, insieme a quello di tante altre persone che scrivono bene, sia un dono…ed è giusto tutelarlo..ti auguro di risolvere presto questa situazione che, immagino, ti abbia fatto attorcigliare le budella!Un abbraccio virtuale .ciao!SAm

    • Chiara

      ha rubato anche da Elastimamma, quindi direi che almeno ha gusto.

      • bettylafea

        pure?Ma deve avere proprio na vita piatta se va a scopiazzare a destra e a manca per raccontarla…. o (più probabile) NON SA SCRIVERE!!!!(ma allora non aprire un blog!)

  • Tristissima sta cosa. Soprattutto triste questa donna che pur vivendo l’esperienza di madre non si sforza di respirarne le dinamiche e di riportare i suoi sentimenti, le sue emozioni. In più “ammiro” la sua faccia tosta (per stare nel seminato garbato della lignua) a riportare tradotto fedelmente non uno ma tanti tuoi post. Denunciala e senza remore. Io ho a che fare con un individuo che ha prodotto e fatto circolare su internet (sono due anni e io l’ho saputo poco tempo fa) un video altamente offensivo e lesivo della mia persona (ora, non che sia la star della blogosfera ma visto che anche io lavoro in rete e sul piano della maternità non è proprio edificante vedermi protagonista tra immagini di sgozzamenti e dichiarazioni del perché sia “una vera stronza”). in bocca al lupo e facci sapere 🙂

  • 1°: Non ho parole! Questa persona non conosce il significato delle parole “rispetto”, “onestà” ed “onore”.
    2°: Come si fa a fare una cosa del genere e pensare di non essere scoperti?
    Un genio proprio!

  • Silvia

    mi spiace molto ti sia successo questo, è un colpo e ci si sente violate in qualche modo. E’ capitato anche a me, sia con post del mio blog che con foto dei miei animali sia con foto del mio lavoro!
    E sulle foto almeno posso mettere il watermark, ma coi testi come si fa?
    Posso immaginare come ti stia sentedo tu.
    Ti mando un abbraccio.

  • Wanda

    Ciao Chiara, sono la nonna che ti segue da sempre, anche su Nonsolomamma e’ stato segnalato questo blog.
    Non c’entra ma ti chiedo, se vuoi, di leggere il blog di mia nuora ‘Capriole Cosmiche’, non è’ un diario e’ più di letteratura.
    Non è’ per pubblicità’ ma perché è veramente brava.
    Un saluto Wanda

  • Chiara

    Ma lo sai che io al netto di tutto sto casino che mi ha lasciato davvero allibita (cioè, è un’operazione di plagio così kamikaze da risultare INSENSATA, come ha potuto credere di farla franca??? e mi dispiace tantissimo per quello che avrai provato vedendoti derubata di emozioni così intime come la nascita di TUA figlia…) è da ieri che mi sto chiedendo “Ma ‘sto marito di Chiara insomma… ma chi cazzo è?” Ma è famoso, che lo tirano sempre in ballo tutti? O il fatto che sia onnipotente è una semplice deduzione di gente che non ha capito che siamo nel 2014, perché vivete a Londra e tu fai la freelance?
    Anch’io aspetto tantissimo il post sul Quidam, chissà che bello!

    • Chiara

      E’ Mark Zuckerberg, scusate se non ve l’ho detto prima.

      • Chiara

        Mannaggia, Chia’, m’hai delusa! Solo Mark Zuckerberg? Io dopo attenta riflessione mi ero convinta fosse l’Uomo Ragno o Capitan Harlock. 😉

        Daje forte, che sei bravissima!

        • Chiara

          Di giorno è Mark Zuckerberg, di notte è Batman.

          • Claudia

            haha che belle bat-tute !!
            ok faceva schifo.
            ciao.
            😀

          • 🙂
            sono davvero allibita dalla tizia e anche dai commenti “anonimi” lasciati sul suo blog in cui si nafantano possibili inciuci tra di voi per montare ad arte lo scandalo oppure che sta qui poverina sta partorendo e le verra un coccolone a leggere chi gli da della copiona. sono davvero stupita di come tante persone non abbiano un tubo da fare che darti contro a prescindere, e mi immagino che questo possa a volte rendere faticoso scrivere per il blog che invece e’ casa tua in cui dovresti sentirti a tuo agio e se ricevere critiche, che siano costruttive. Spero che andrai a fondo per vie legali perche’ una sentenza di plagio che puo’ avere risonanza grazie alla tua popolarita’ puo’ servire da monito. Forza e coraggio, se passi da varsavia scrivimi che ti offro un caffe’ e ti do’ un po’ di dritte sulla citta’ 🙂

  • io trovo gravissimo il fatto che qualcuno provi a far passare te da mezza psicopatica o esagerata solo perché stai facendo valere l’UNICITA’ tua, dei tuoi sentimenti e dei tuoi scritti. Il web è un contenitore, una vetrina, di contenuti, non un supermercato.
    Oltre a chi copia, traduce e incolla, ci sono anche persone che copiano le idee o le rubriche e che pensano sia lecito perché non ritengono che il tuo tempo o il tuo ingegno abbiano un valore. Se glielo fai notare passi pure da “rosicona”, quindi ormai non mi stupisce proprio nulla.
    Il plagio è un ENORME problema della rete. Francamente penso che oltre alle azioni legali, questa gente meriti anche la pubblica gogna: se stai guadagnando soldi o popolarità grazie al mio lavoro, alle mie idee e al mio tempo, il minimo è che io puntualizzi che è mio e che ti sbugiardi in ogni dove.

    • Chiara

      grazie della solidarietà 🙂

  • Mamma….. cavoli io non lo farei già solo per la figura di merda! E poi ripetutamente!!!!! Posso capire che in un momento no magari uno sia temtato a prendere un po’ di ispirazione qui e li ma così cavoli! Pensa anche alla figuraccia davanti al marito, i figli o i conoscenti, senza contare le aziende e gli sponsor che la sostenevano….. ma il suo libro quello lo hai controllato? Ti faccio un in bocca al lupo per la rottura di palle che dovrai affrontare x colpa di questa…. copiona ( ah… non lo dicevo dalle elementari)!

    • Chiara

      oddio… ha anche scritto un libro questa???

  • Claudia

    Bah, i ladri sono dappertutto, quindi anche su internet. E, come altrove, sono da perseguire penalmente.
    Mi dispiace dell’accaduto; penso anche che rischia di non rimanere un caso isolato, considerando che il tuo bel blog non solo è noto ma acquista via via più notorietà..
    In ogni caso fai bene a tutelarti, nel frattempo in bocca al lupo e continua a scrivere! 😀

  • un consiglio: falla NERA!

  • Diamine, ha pure un sacco di lettori e commentatori. Si direbbe che copiare convenga…

    Ci sarà da divertirsi se la compilatrice di quel blog reagirà: in genere i copioni tirano fuori delle scuse incredibili.

  • Primero y ante todo, perdón por comentar en español, pues no se italiano, y no me fio mucho del propio traductor de google.
    Decirte que aunque sea desde mi pequeño blog, tienes todo el, apoyo, que esto no se hace.
    Si ya es fuerte copiar un post, ya no hay palabras en que se haya copiado y pegado el blog entero.
    Pero como dice mi compañera, piensa que solo copian a las mejores!!
    BESAZOS Y TODO MI APOYO DESDE ESPAÑA

    • Chiara

      Muchas gracias port tu apoyo!

  • Aporia

    http://saraillamas.blogspot.it/2013/01/en-esta-casa-somos-reales.html

    …e in quella casa si ruba. Sono solidale con te. Ti auguro di avere la levatura morale di sopportare tutte le emozioni negative che queste brutte dinamiche creano: tra tutte, sopportare l’allucinante reazione di alcuni tuoi lettori/lettrici che condannano te e il tuo sacrosanto diritto di esprimere la tua rabbia per essere stata derubata, deve essere non poco frustrante e avvilente. Io non ce la farei, ed è per questo (e credimi è vero) il motivo per cui non ho mai aperto un blog.
    Aporia

    • Francesca

      Perfettamente d’accordo Aporia, io non riuscirei mai a sopportare una cosa simile. E vorrei dire a quelle donne che nel 2014 sono convinte che una donna si possa fare solo grazie ad un marito potente o perché è bella e magra, che mi fanno SCHIFO. Questo blog può piacere o non piacere, l’autore può stare sulle palle, ognuno ha i suoi gusti, ma arrivare a dire cose del genere…equivale a screditare anni e anni di lotta per l’emancipazione femminile. Alcune anonime sono sempre le stesse,sotto diversi post, le si può riconoscere dal filo conduttore che lega i loro commenti, come quando dicono “ma vai a lavorare”. Portate rispetto perché da qualche anno fare la blogger che vi piaccia o no è un lavoro come un altro, la gente ci vive, ma in Italia siamo molto indietro anche su questo. Guardatevi la campagna #coglioneNO in difesa dei lavori creativi su youtube, così per farvi un’idea.

  • vivix

    Cacchio nells mia vita mi avevano chiamata in tanti modi ma ancella mai…. Chiara quando incontri qualche stronzetta detrattrice pensa a tutte le tue lettrici che ti stimano e seguono con affetto. .. e cavolo Marc Zuckerberg nooooooo….il tuo compagno me l ero sempre immaginato belloccio, mica in ciabatte! !

  • Questa donna è davvero geniale: copiare in maniera spudorata, senza arte nè parte. Io farei presente anche alle altre blogger che la pubblicizzano ingenuamente che sì, insomma, la cara SaraiLlamas è una grande sòla.
    E non si tratta di linciaggio pubblico, come in molti commentatori sostengono. A mio parere si tratta di responsabilità civile: sono una giornalista ma anche una lettrice, e in entrambi i ruoli credo che si debba fare di tutto per garantire la veridicità di ciò che viene scritto e divulgato. Segnalare una tizia che racconta cose che non le appartengono non significa mettere qualcuno alla gogna ma, semplicemente, smascherare i furbi e ripulire il web da gente che non ha nulla (di vero) da dire. Qualcuno condivide quest’idea o sono una pazza ingenua?

  • sono così costernata ed afflitta nel leggere quanto ti è successo, già si ruba l’anima copiando o rubando fotografie di altri ma qui si ruba il cuore.
    Spero che, trattandosi di un sito annesso a contenuti commerciali, tu possa farti valere.
    claudia

  • Cara, purtroppo di questa gente che non ha nulla da fare (nemmeno provare a scrivere 4 parole incrociate su un blog) ce n’è una valanga! Io anche ho avuto il tuo stesso problema qualche tempo fa (http://www.volevofarelaprincipessa.com/2013/12/01/blogga-copia-incolla/) ed anche se il mio blog non ha la tua stessa popolarità (ma ci sto lavorando.. se se) devo dire che la cosa ha fatto girare le palle anche a me.
    Purtroppo questi elementi si riproducono ad una velocità imbarazzante (conigli style) quindi dobbiamo solo farci periodicamente un giro per il web, beccarli “cor sorcio n bocca” e fargli un culo tanto.

  • Evviva l’originalità e la correttezza eh!

  • Carissima Chiara, innanzi tutto complimenti per “come scrivi”, davvero appassionante 😉
    Quello che questa ragazza ti ha fatto è una cosa davvero da persone povere dentro, al quanto imbarazzante! Ho vissuto un’esperienza similare, dove un blog di ricette ha palesemente “preso spunto” da ricette che io stessa ho redatto per un’importante piattaforma web, giustificando il ctrl+c, ctrl+v cambiando qualche contenuto dell’articolo e l’ordine degli ingredienti… purtroppo non si è potuto fare nulla, ma vedere le tue opere firmate da un’altra persona che non sei tu è davvero frustrante… in bocca al lupo per tutto 😉
    Valentina

  • Elisa

    Roba da matti. ….. io ho tre blog ti capisco in pieno…. che gente

  • Non ci posso credere Chiara! E’ davvero brutta questa cosa!
    Io spero davvero che tu riesca ad avere un risarcimento a livello legale!
    Non mollare!

  • Chiara posso dirti una cosa? Io ti adoro sempre, ma quando SBROCCHI DI BRUTTO ti amo proprio (vedi risposte ai commenti di gente cretina).
    Ovviamente avrei preferito se tu avessi sbroccato per una ragione meno spiacevole di questa (vergognosa) faccenda.
    Un bacio e in bocca al lupo per l’azione legale!

    • Ju

      A me, al contrario, quando sbrocca di brutto da un gran fastidio, anche quando ha la ragione dalla sua parte.

      • Chiara

        oh scusate se sono umana e ho sentimenti e difetti umani! lo so che da bravo computer quale sono non dovrei, ma ogni tanto che fare, mi scappa. E CHE CAZZO!

  • valentina fonte

    Assurdo!!!!!Non ho parole!!

  • Mamma mia che brutta storia!!!! Mi dispiace per te, deve essere stato un brutto colpo. Poi tutti questi post!!! Quando ho ripreso il mio blog, dopo 6 anni di assenza e dopo la morte di mia madre, scrissi un post sul cibo del ricordo parlando dei fiori di zucchina fritti, parlando dei miei ricordi di bambina con mia madre. Dopo mezza mattinata mi ritrovo in FB un post con stesso titolo, facendo riferimento ai ricordi, poi dello stesso tipo e con i fiori di zucchina fritti. Non ci potevo credere. Sono andata su tutte le furie e ho pianto perché pensavo come la gente puó approfittarsi anche di un dolore. Il mio post era scaturito dal dolore, dalla perdita di mia madre e da come cerco di ricordarla con tutto ció che lei mi ha insegnato, vive dentro di me. Ho commentato sul post della tizia copiona facendo illusione alla coincidenza. La tipa ebbe la faccia tosta di rispondere che sí si trattava di coincidenza. Ma almeno stai zitta cretina! Vai avanti con il tuo avvocato, spero che tu possa fare qualcosa. Che tristrzza di gente!

  • Ma io mi chiedo…se non hai idee, che senso ha aprire un blog per pubblicare cose che non sono tue e prenderti meriti che non ti appartengono ? E’ inutile, io nelle dinamiche mentali di certe persone non riuscirò mai ad entrarci…è questione di correttezza e di etica. Certe persone mi fanno schifo. Perché sono persone che evidentemente sono abituate ad agire così anche nella vita reale, nel loro rapporto con gli altri. Fare una cosa così, è come derubare qualcuno della sua identità…Fatti valere, e fagliela pagare. Sono con te !

  • Davvero non ci sono parole, che faccia tosta!
    Tutti prendiamo ispirazione da altri, ma spacciare per proprie le vicende personali di un’altra e trarne successo fa veramente schifo.
    Ti auguro di fargliela pagare.

  • Maddalena

    Io una cosa sola mi chiedo: oltre vabbé a non avere, evidentemente, una vita propria di cui parlare e andare a copiare quella di un’altra persona, non ha pensato ai guai LEGALI in cui si sarebbe andata a cacciare se fosse stata scoperta?

  • Lamento mucho. Haces bien en denunciar.

    • lamentable, ojalá se haga justicia! qué fea la actitud de sari llamas, vergonzoso!

  • Come minimo ora ti copierà anche questo post ma spacciando te per quella che ha copiato e lei per la vittima.. 😉
    Che vergogna, mi dispiace per te e per gli altri che sono stati copiati ma mi dispiace soprattutto per i suoi figli che saranno cresciuti da una persona del genere.

  • F.

    Chiara, non vedo il post che hai segnalato con lo screenshot in questo post, forse ha iniziato a eliminare le prove? Vabè tanto immagino sia già stato tutto ampiamente raccolto… bah, ma cosa pensa di fare?

  • Sara

    Senza parole. Ora il post incriminato (quello dello screenshot) non c’é più, ti sei salvata tutto prima che questa ragazza abbia il tempo di togliere anche il resto?

    • Chiara

      OVVIO 😀

      • Sara

        Ha anche cancellato tutti i commenti su Facebook. Sempre più caruccia, proprio.

  • Francesca

    Nota bene che in “About” si definisce pure una persona creativa!
    L’impressione che mi sono fatta di quel blog è che le servissero semplicemente dei contenuti per attirare utenti e farsi soldi con gli sponsor… una cosa studiata a tavolino insomma

  • Marissa

    Ma perchè, tu e il papà di Viola vi siete sposati? Che bello, congratulazioni! Tutti dicono “tuo marito”, io mi ricordavo ancora dall’evento in cui ci siamo conosciute, due anni fa circa, che parlavi di lui come il “tuo compagno”… Beh, devo essere rimasta un po’ indietro! 🙂

  • Non riesco a entrare in nessuno dei link che hai postato di questa “non so come definirla”. sta cancellando tutto?? ho letto che comunque ti sei salvata tutto. good job
    Se ti va scrivici in un prossimo post come ti sei mossa, cosa hai fatto come azione legale o sei hai consigli da dare per smascherare queste “non so come definirli”….
    grazie e in bocca al lupo….

    • cannella

      sulla sua pagina FB c’è ancora TUTTO
      pagina ‘ el blog de sarai llamas

      • cannella
        • Valentina

          Direttamente dal suo profilo:
          «Questo primo contatto col mondo giuridico la porta nell’anno 2004, una volta terminati i suoi studi di Magistero, ad iscriversi alla Laurea di Diritto, ottenendo dal primo anno le migliori critiche e voti da parte dei suoi professori».
          Soprattutto da quelli che si occupavano di diritto della proprietà intellettuale e, specificamente, di diritto d’autore.
          Lodi come se piovesse.

  • Sono davvero sconcertata.
    Anche a me negli anni è successo moltissime volte di veder copiati i miei articoli da gente che li spacciava per propri. Ma qui è successo di peggio: questa tizia ti ha rubato persino i sentimenti, le sensazioni, i tuoi spaccati di vita. Che pena, davvero provo tanta pena. E massima solidarietà per te.

  • vediamolo come un complimento? Scrivi tanto bene che non si può non copiarti? No lo sò che sei amareggiata e triste e che a pensarci è una schifezza, però senza di te lei non esiste, tu continui a essere tu. Magra consolazione ma fintanto che la legge non fa il suo corso anche l’unica. Questo è purtroppo il grosso limite che il web mostra ogni giorno, grande vetrina per la creatività ma anche grande vetrina per la truffa grande e piccola standardizzata, muoversi con cautela è primaria necessità. In bocca al lupo comunque, spero non la faccia franca.

  • Eso es copiar en toda regla que fuerte que mentira alrededor de ella mucha decepción

  • lasra.miawallace

    Alucinante!! Era seguidora de Saray Llamas sin saber que se limitaba a copiar post.
    Enhorabuena por tu creatividad.
    Saludos,

  • chiara

    Pure questo, signora Batman, non l’avrà copiato parola per parola, ha lievemente modificato, …ma È IL TUO! Miii! viene a me il nervoso per teee!! (Come minimo, per contrappasso, dovrebbero contattarti dalla Spagna, farti tradurre in spagnolo, farti pubblicare un libro e prenderti tutti gli sponsor che hanno sostenuto il suo blog!!)
    Ribadisco solidarietà per il caso spagnolo e…. per i casi (umani) italiani.
    Di’ al maggiordomo di tuo marito di filtrare lui i messaggi cretini va’, così risparmi il fegato….

  • SImona

    ma sbaglio o ha cancellato il post?

  • Anna Barison

    A mio parere la questione ha due risvolti: l’originalità dei contenuti sul web è cosa sempre più rara (Non so tu Chiara, ma personalmente faccio sempre più fatica a trovare materiale stimolante). Cosa ben diversa è il plagio volontario e consapevole di una persona che decide di vivere su contenuti altrui. Forse però questi sono i risvolti della stessa medaglia: la sovra esposizione ai mezzi di comunicazione che il web offre e il suo utilizzo esteso hanno creato, a mio avviso, una sorta di massificazione dei contenuti e dei loro contenitori. Forse molti blogger dovrebbero chiedersi” C’è davvero bisogno di quello che pubblico?”

    P.s. : Chiara il commento non è riferito a te in quanto blogger, ma è una riflessione in generale!

    Ciao

    • Chiara

      Ognuno è libero di pubblicare quello che crede e desidera, senza chiedersi se ce ne sia ‘bisogno’ o meno (con questo criterio nessuno dovrebbe più postare uno status su Facebook appunto perché non ce n’è alcun bisogno) e soprattutto senza aver paura di venir plagiato.

  • Sconcertata… sono sconcertata. Sia per il plagio spudorato, il furto dei contenuti e la faccia di tolla (e son gentile) di quella signora spagnola… sia per certi commenti. Cioè, una persona vede buona parte del suo blog copiato paro paro da una tizia che (svegliamoci) da quel blog trae guadagno e riceve pure una caterva di critiche, si parla del fatto che è bionda, che è bella… si dialoga su un presunto marito (potente? ricco? supereroe? divino?) e… signore e signori le si chiede pure se paga le tasse!!! Ma che cavolo c’entra me lo spiegate? Mah…
    Tutta la mia stima Chiara.
    Un abbraccio.
    Anna

  • C.

    Senti Chiara, tu hai perfettamente ragione ma ti dico solo: ha appena partorito e ha due bambini in terapia intensiva. Tu che sai bene cosa si prova nei primi tempi di gravidanza (e a maggior ragione se i piccoli hanno dei problemi gravi di salute) mostra un po’ di umanità e non infierire su di lei in questo momento.
    Ha cancellato di corsa tutti i post (magari pure dall’ospedale poveraccia) ora farle piovere in testa una denuncia non mi sembra proprio il caso. Infondo non penso proprio che ci abbia guadagnato niente se non un po’ di popolarità sul web. Dalle qualche mese, magari esigi le sue scuse ma poi perdonala, che dici?

    • laura

      scusate ma “poveraccia” di cosa? nessuno le ha imposto di copiare contenuti privati spacciandoli per propri per quanto tempo poi? anni? il caso ha voluto che la “patata bollente” venisse fuori adesso, *azzi suoi!! Non mi pare che l’autrice di questo blog (che seguo solo da Natale, non sono mai intervenuta, lo faccio adesso per la prima volta) sapesse che Sarai stesse per partorire, ma anche se fosse? Restano comunque problemi suoi, le sue beghe personali poco c’entrano con questa cosa, che, per inciso, ha voluto lei. Mo vuoi vedere che bisogna pure chiederle scusa… Ha cancellato i post? Eh come minimo! Non penso che stia tanto male da preoccuparsi di questo, io in condizioni fisiche e psicologiche critiche di tutto mi preoccuperei tranne che di collegarmi a facebook, eh scusate!

    • Vivix

      Scusa se mi permetto ma stavo per scrivere anche io che ha appena partorito, però la vedo in modo diverso da te…nonostante tutti i casini che avrà avuto, e per inciso sottolineo che il suo parto é cmq successivo allo scoppio del caso in questione, ha avuto anche il tempo e la testa per cancellare i post incriminati, che cmq sono stati scritti…cioè volevo dire copiati…. anche diverso tempo fa. Pertanto a mio avviso si è resa conto che la cavolaia l ha fatta grossa davvero, su IG le ho scritto che è stata una matta a mettersi anche contro la Rizzoli, che detiene le royalties sul libro di chiara…secondo me si é terrorizzata dell’eco che ha avuto la cosa. Ciò cmq non giustifica minimamente quello che ha fatto, né per questo a mio avviso debba essere semplicemente “perdonata”. Chiara farà quello che si sente, ma non si possono mi giustificare delle brutte azioni solo perché si sta passando un brutto periodo, altrimenti dovremmo giustificare ad esempio tutti i femminicidi…in fondo in quei casi gli ex fidanzati passano dei brutti periodi e dovremmo forse per questo giustificare il fatto che massacrano le donne? Il paragone é estremo ma serve solo a sottolineare che la moralità di un individuo é qualcosa sulla quale non si può né si deve sorvolare.

      • Chiara

        Inutile dire che sono al 100% d’accordo con te, Vivix.

        • Beh insomma…dire che non ha guadagnato nulla se non un po’ di popolarità sul web mi sembra come minimo ingenuo, visti gli sponsor e lo shop online! Ma poi il plagio è un reato, questa blogger l’ha compiuto consapevolmente, poco importa se fosse incinta o no. Inoltre ribadisco ciò che avevo già scritto in un precedente commento: da una che ruba i post degli altri, mi aspetterai anche che fosse fasulla anche la sua storia, la sua vita, la sua identità.

          • Fede

            Sarai non è una poveretta ma è stata semplicemente sgamata e non ha chiesto scusa a nessuno dato che in un tweet del 25 gennaio scrive “Todo ha sido un grave error y no ha sido mi intención ni el copiar ni el no citar la fuente..” ma come?!?..questa magari manda dei messaggi di scuse in privato alle blogger che l’hanno scoperta perchè se l’è vista brutta e spera di farla franca perchè ha avuto un parto prematuro..tra l’altro un altra ragazza ha scritto che in spagna ha copiato anche altre blogger..deve rispondere alla legge come tutti gli altri.

  • Sara

    Ma tu sei fantastica in tutte le lingue !!!!

    Si, vede che lei traduce anche la firma e il tuo nome diventa il suo :/

  • che schifo!

  • la Cri

    Twitter di Sarai Llamas “No te preocupes, ya te digo que ahora mismo y privadamente lo estoy resolviendolo con la directa interesada… ”
    …bah. Chiara è n’artra delle sue bugie?
    come dice Vivix, avrà pure partorito e il periodo non è dei più semplici, ma il tempo di andare a cancellare UNO PER UNO, tutti i post copiati anche quelli parecchio datati) ce l’ha avuto.
    Io sono con te e spero tu riesca ad avere giustizia.

  • Intervengo (pure io) su questa faccenda che definire spiacevole è dir poco.
    In generale io non approvo linciaggi pubblici ma volevo far presente che il successo di un blog, di un sito o di qualsiasi cosa ci sia sul web deriva appunto dal pubblico che questo attira. Le persone che ci lavorano percepiscono una remunerazione (nel caso di Chiara dovuta agli sponsor, alle collaborazioni che le vengono chieste eccetera) proporzionale all’ampiezza di quel pubblico, quindi la signora Sarai Llamas, attirando su di sé una parte del pubblico che sarebbe spettato alla vera autrice di quei post, di fatto sta togliendo a Chiara una parte della “remunerazione” che le spetta. Risolvere la questione solo in privato non avrebbe veramente riparato ai danni fatti: Sarai Llamas avrebbe semplicemente e silenziosamente rimosso i post dal blog e le sue follower sarebbero comunque rimaste lì, mentre invece dovrebbero se non altro essere informate che quello che hanno letto non era farina del suo sacco. Poi decideranno loro se “restare lì” o seguire la vera autrice dei post che hanno amato.
    Per andare un po’ meno sul “formale” e un po’ più sul personale: quando qualcuno mette a disposizione degli altri, gratuitamente (perché non dovete pagare niente per leggere questo blog), il proprio lavoro, vorrebbe quanto meno che quel lavoro fosse riconosciuto e ricondotto a lui. Anche io nel mio blog metto a disposizione il mio lavoro (disegni) e lo faccio gratuitamente: non ho problemi se li prendete, li usate e li stampate, sono lì per quello. Ma se li trovassi con un altro nome sotto andrei in bestia. E ne avrei tutte le ragioni.
    Altra questione: le seguaci di Sarai Llamas (o le detrattrici di Chiara, come le vogliamo chiamare), quelle che invece di indignarsi per l’accaduto hanno scritto a Chiara “ti sta bene”. Secondo me non è questione di femminismo o maschilismo o solidarietà tra sorelle come è stato spesso detto. Come è stato detto altrettanto spesso, si sta parlando di un reato, quindi di un colpevole e di una parte lesa. Per quanto possa non piacerti la parte lesa, non puoi comunque farla passare da colpevole o giustificare il colpevole.
    Ultimissima cosa: trovo sbagliatissimo dire che si poteva aspettare a sollevare la questione perché ora Sarai ha partorito, i bambini sono in terapia intensiva eccetera. Con tutta la solidarietà personale che posso avere per la sua situazione, quando commetti qualcosa che sai benissimo essere sbagliato, devi anche accettare il fatto che le conseguenza di quell’azione possono ricadere su di te in momenti in cui non sei pronta fisicamente o psicologicamente per affrontarli. Del resto la cosa poteva anche essere inversa: e se per esempio Chiara fosse stata in un forte momento di crisi e la scoperta di questo plagio l’avesse fatta cadere in depressione? Quindi considerare tutte le varie scusanti, i casi particolari, gli infiniti momenti di difficoltà non è possibile, anche perché qui si tratta di un reato e che come tale va, imparzialmente, perseguito.
    In bocca al lupo 🙂

    • Chiara

      Grazie del tuo commento! Crepi il lupo 🙂

  • Carlos

    Qué decepción me he llevado con @saraillamas, de la admiración a la vergüenza. La de dinero que habrá ganado esa tipeja a tu costa.

    • Chiara

      Gracias. Creo que la admiraciòn era para mi y mis otras amigas bloguesas que ella ha copiado entonces… gracias.

  • Desde España

    Uau, yo también era seguidora de Sarai, y me he quedado bastante sorprendida. Lo siento por ti, y por la imagen que os habrá quedado de los españoles. No todos somos tan caraduras. Enhorabuena por tus originales posts, que aunque sea a través de otra persona, me han sacado más de una sonrisa. Un saludo

    • Chiara

      Claro, lo se que los espanoles no son tan caraduras. Me gusta muchisimo la Espana y el pueblo espanol.. tambien estudio flamenco! 🙂

  • Tiziana

    …questa cosa del plagio mi inquieta davvero… una persona che sente il bisogno di copiare (e fare proprio) per filo e per segno quello che dice e pensa e sente un’altra persona mi fa paura, davvero. Mentre le commentatrici velenose e avvelenate mi ispirano molta rabbia: individui dalla lingua biforcuta che sentono solo il bisogno di sminuire il prossimo per sentirsi all’altezza. Ammiro il tuo lavoro, e ammiro anche la tua tenacia nel restare in questo covo di serpi che è la rete internet! Ci vuole fegato (o pelo sullo stomaco, per citare un cantautore); in bocca al lupo per tutto.

    • Chiara

      Grazie di cuore Tiziana 🙂

  • esmeralda

    Hi,
    I’m following the Saraillamas posts and I’ve never could suppose she was doing this.
    She posted today in he’s fb page about this (she recognized she was wrong and ask you publicly pardon) and I was really surprised.
    I don’t speak Italian enough to follow your posts, but I wish you all the best with your blog.
    Best regards

  • Eva

    Sonno Spagnola, parlo un poco d´ítaliano, sto senza parole con questa cosa di Sarai Llamas. Voglio dire che non tutti gle spagnole siamo cosi. Io anche penso che dovreva sentirsi come una merda pero pagliare le tue parole.
    Animo da la Spagna. E disculpa il pessimo italiano.

    • Chiara

      Grazie Eva! 🙂

  • Mah, io a tutti/e quelli che ti scrivono che hai avuto una reazione esagerata, vorrei fare una domanda: “se fosse successo a voi, nel vostro lavoro/ambito di competenza, sareste stati buoni? Avreste aspettato che chi vi ha scopiazzato il lavoro fosse al calduccio a casa sua?”
    Scrivere, nel caso non lo sapeste, è un lavoro. Un lavoro che costa fatica, energia e anche tempo. Copiare un libro (o il blog) di un’altra persona è come portarsi via i clienti quando si lascia un’azienda per andare a lavorare in un’altra (per fare un esempio eh)…

  • Questa storia e’ davvero scioccante. Spero che tu possa risolvere. Complimenti comunque, scrivi benisdimo (pure troppo a quanto pare). Forse dovresti aprire un blog in spagnolo e “smaschersrla” con un bel post

    • Chiara

      Io sono allibita… perché questa donna ha palesemente e deliberatamente copiato il lavoro di un’altra, questo è un reato e non importa quale sia la sua attuale condizione psicofisica, non importa se ha appena partorito due bambini prematuri (è mica colpa di Chiara!), potrebbero esserle successe le cose peggiori del mondo ma niente giustifica il reato che ha commesso.
      La seconda cosa che mi ha sconvolta à stata vedere quanta cattiveria sia stata riversata nei confronti di Chiara per aver fatto valere quello che è un suo diritto. L’invidia della gente con conosce limiti e se ci si può scagliare contro una persona di talento nascondendsi dietro ad uno schermo allora l’invidia si trasforma in pura cattiveria.
      A tutti dà fastidio vedere persone che si prendono meriti per il lavoro svolto da noi, Chiara ha avuto una reazione normale e davnti ad un reato non poteva limitarsi a mandarle un messaggio privato in cui le chiedeva gentilmente di rimuovere i suoi post che le hanno fruttato sicuramente denaro. Chi sbaglia deve pagare, soprattutto se lo fa di proposito.
      In bocca al lupo per tutto Chiara e complimenti per il tuo blog!

  • Lucie

    Dear Chiara,
    First of all, sorry for not being able to write in Italian (being French I can read Italian, but writing and speaking is yet another story :-)). I’ve been following your blog for more than a year now. I adore your posts and am terribly sorry for what happened, what that woman did is disgusting!!! Has this been sorted out somehow? Have you taken legal action?I am a lawyer with the EU in Brussels; I do not work in the copyright area but I know there is an European directive on enforcement of intellectual property rights, if you want i can look into the matter (am currently at home on maternity leave, reading your book in my few minutes of free time :-)). In any event, this is a blatant infringement of copyright and you are more than right to make it public !

    • Chiara

      Thank you so much Lucie, first for reading me and second for your message. This European directive has been mentioned to me more than one time. I have a lawyer now, taking care of the issue (which apparently is confined to Italy since Sarai Illamas lives and has her business in Italy), but I still would like to read it. I’d be grateful if you could send me some links. In the meantime, happy maternity leave!

      • Lucie

        Chiara, here is the link to the directive:
        http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:32004L0048R(01):EN:NOT
        I will also check the case-law of the European Court and see whether there is something relevant.
        As to the Italian jurisdiction, maybe it’s a good choice from a pragmatic perspective i.e. you can have a stronger impact on the person and her business, given that she lives in Italy. However, you are not obliged to sue her in Italy. This is about content which was made available on the internet, which means that you can pursue the infringer under the law of each country where the work can potentially be accessed. According to art. 8 of the regulation on the law applicable to non-contractual obligations, the law applicable to a non-contractual obligation arising
        from an infringement of an intellectual property right shall be
        the law of the country for which protection is claimed: http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2007:199:0040:0049:EN:PDF
        Let me know how it goes. I will get back to you if I see something interesting in European case-law. Here is the link to the web page of the unit in the European Commission dealing with enforcement of intellectual property rights, I haven’t checked it out, maybe a lot of bla-bla 🙂
        http://ec.europa.eu/internal_market/iprenforcement/directive/index_en.htm
        If you have questions/requests for information on legal stuff, please do not hesitate ! I must admit I have no idea of what this crazy person (I know i’m being harsh but in my view no normal woman would act like that) could possibly reply to your lawyer…

  • Ciao Chiara, mi dispiace moltissimo per quello che ti è capitato. Capisco alla perfezione la sensazione sgradevolissima dei essere stati derubati di qualcosa di intimo e personale in questo modo. A me rubarono foto delle mie figlie e dei neonati dei miei servizi fotografici (per un periodo ho fatto la Anne Geddes de noantri). La cosa più brutta è che li ho ritrovati in montaggi video su youtube (in stile slideshow) dal contenuto antiabortista, ma di quelli proprio beceri per intenderci. Mi ha fatto veramente schifo. Le foto oltretutto contenevano il mio watermark ma a loro dei CC non interessa. È gente che di queste cose se ne sbatte altamente. Fortunatamente ho beccato ragazzette che ho spaventato senza troppa fatica e hanno levato tutto e chiesto scusa. Ma questa, davvero, non ha scuse. Un post lo potrei anche capire, non scusare, ma capire. Mettici un blocco dello scrittore, un momento down… che ne so… sbagliatissimo, ma potrei capirlo. Ma questa tizia ti ha rubato tutto, la tua personalità, la tua vita, le tue emozioni. Ha voluto diventare la tua alter ego spagnola! Secondo me non ci sono scusanti, davvero. E io sarei arrabbiatissima come te. Spero che tu stia salvando tutto il salvabile per mantenere traccia nel caso cancelli tutto e minacci te di averla accusata ingiustamente. Fagliela pagare!

    • Chiara

      Grazie del supporto Luisa, ho un avvocato che se ne sta occupando.

  • Ahpperó!!!
    Devo dire che questa tizia si è impegnata davvero tanto! E mentre stava partorendo il suo secondogenito! Ragazzi a questa va stretta la mano solo per l’impegno multitasking che ha impiegato!
    Detto ciò, Chiara ovviamente in tono ironico, resto allibita dopo aver letto il post, la storia e tutti e 245 i commenti che ne sono susseguono. Rabbrividisco davanti alle persone che hanno provato a scusarla o a farti desistere da una denuncia nei suoi confronti. L’unica cosa in cui posso capirti (non sono ancora mamma), è lo strazio nel dover stare adesso appresso ad un avvocato e ad una scocciatura che non ti ci voleva proprio. Cioè già stare appresso alla propria vita è complicato, se ci metti che devi tamponare le cazzate di chi vuole rovinarti l’immagine che faticosamente ti costruisci è anche peggio.
    Io sotto questo punto di vista posso capirti e sono curiosa di conoscere gli sviluppi, se li raconterai!
    Hai tutto il mio appoggio!
    Spaccalaaaaaaaa!!!!!! (Non posso dire tutta la frase romana perche è volgare e tu la sai bene)!
    Io da brava lettrice, se dovessi leggere cose doppiate dal tuo sito, segnalo!
    PS: non ho parole per il penultimo commento che ho letto! Mi dispiace anche per te!

  • Vorrei mettere un audio a questo post, perché ha bisogno veramente di essere urlato. È incredibile come possa esistere gente del genere, ignorante per giunta: oltre ai sensi di colpa che la dovrebbero trovare ogni giorno, non sa che la rete è grande ma non infinita e che prima o poi ci si becca!?
    Io non concepisco tali scorrettezze. Significa non avere un’identità. Significa copiare un libro, un pezzo di vita. Non so se sia andata anche a scuola o abbia frequentato l’università, perché già lì insegnano che non si copia. E il fatto che sia anche madre rende tutto ancora più triste.
    Chiara, ti auguro di seminare sempre semi di gioia e messaggi di correttezza, per trasmettere un esempio concreto anche in questo senso. Un caro saluto.
    Flavia

  • fede

    stavolta c’hai ragione, niente da dire. e lo dico pure io che non ti sopporto, te e il tuo blog e i tuoi modi, leggo perché mi piace sfotterti con le amiche. tanto ti dovevo.

    • Chiara

      Vi divertite con poco! Che tenere!

  • Beatrice

    che crudeltà inveire così contro una donna che sta attraversando un momento così difficile 🙁

    • Chiara

      grazie apprezzo la tua solidarietà

      • Beatrice

        non esiste peggior sordo di chi non vuol sentire…

        • Chiara

          infatti fossi in te penserei ad un giro all’Amplifon

      • sei.fantastica!
        ma come fate a trovarla antipatica? è un rarissimo caso di gnocca ironica e intelligente!
        se non fossi etero, mi innamorerei! #rosicatiomuliebre

        • Chiara

          awwww grazie! :))

  • Giovanna

    Ti leggo sempre, con molto piacere, ma non commento mai. Per favore, finiamola con il buonismo; spiace per la situazione umana della Saraieccetera, ma siccome su twitter ho letto che lei si scusa “con tutto il cuore”, non sia mai che la cosa possa intenerirti. E’ il tuo lavoro, merita di essere difeso seguendo le vie legali, che sono un (il) modo perfettamente civile di tutelare i propri diritti (non so cosa si aspettino le commentatrici che ti invitano a soprassedere, l’altra blogger non verrà picchiata selvaggiamente o rinchiusa in una cella fino alla fine dei suoi giorni). In bocca al lupo!

    • No, non si merita nessun perdono e “condono”, ma scherziamo?
      innanzitutto, non è una cerebrolesa, e quando deliberatamente e consapevolmente copiava pari pari (con un notevole talento da interprete, devo dire) i post di Chiara e non solo suoi, sapeva benissimo cosa stava facendo. Poi, caso vuole che Chiara abbia scoperto del plagio mentre Sarai partoriva. Nessuno, credo, si compiace della situazione dei gemellini di Sarai, ma questo non c’entra assolutamente nulla con quello che ha fatto lei, nè la rende improvvisamente innocente e pura come un giglio. ha rubato il lavoro di un’altra, questo è un fatto, e adesso si deve prendere le sue responsabilità. Non c’è niente di cattivo, egoista o vendicativo, in questo, è solo giustizia.
      E non è un’opinione, è giustizia.

  • Mamma Orsa Curiosona – Stefania

    Pazzesco!!! Non ci posso credere…e immagino il tuo sgomento… ma hai provato a commentare uno dei suoi post? ˆ_ˆ

  • Sara C.

    …mmm…magari ti copia anche questo di post!!!…
    no comment!
    Sara C.

  • Ha cancellato tutti i post la tipa spagnola

  • Patrizia

    Ciao Chiara, ti ho scoperta da poco ma il tuo modo di scrivere mi piace molto..e quindi sei tra le mie notifiche Google Now 🙂 Per quanto riguarda il tuo non tanto simpatico alter ego spagnolo, ti segnalo (non so se altri lo hanno già fatto..ho provato a scorrere i commenti ma sono davvero tanti!) che le pagine in questione sono magicamente sparite…quindi o gli avvocati hanno già colpito (e quindi mi domando come faccia il blog ad essere ancora “aperto”) oppure oltre ad essere “copiona” è pure “codarda”… ma tant’è che non ci si poteva aspettare nulla di meglio!
    Complimenti comunque per tutto quello che scrivi… a presto! PattyPi

    • Elisabetta

      Ciao Chiara,
      da un forum dei traduttori ho visto che stanno uscendo le nuove norme sulla tutela dei diritti di copyright e ho pensato subito a questa brutta storia.
      Le trovi qui: http://tinyurl.com/kugr6sd

      (riporto alcuni passi)

      “L’Agcom ha adottato il regolamento per la tutela del diritto d’autore
      online nonostante le polemiche che hanno caratterizzato i mesi del
      dibattito.

      Agcom si è tenuta aperta questa porta con l’articolo 18: “L’Autorità si
      riserva di rivedere il presente regolamento sulla base dell’esperienza
      derivante dalla sua attuazione nonché alla luce dell’innovazione tecnologica
      e dell’evoluzione dei mercati“.

      Il 31 marzo 2014, e non più a febbraio, il testo entrerà ufficialmente in
      vigore. Ecco cosa accadrà.

      I titolari dei diritti d’autore, siano persone fisiche o associazioni,
      potranno segnalare ad Agcom una presunta violazione tramite un modello che
      sarà disponibile sul portale dell’Autorità garante delle comunicazioni.

      A questo punto le possibilità per il Garante, nel caso in cui la richiesta
      venga accolta, sono due: procedere in maniera ordinaria, con 35 giorni di
      tempo, o con un rito abbreviato, 12 giorni. Questa seconda opzione scatta
      automaticamente nel caso in cui la segnalazione arrivi da una delle
      associazioni che detengono i diritti come Anica (Associazione nazionale
      industrie cinematografiche audiovisive e multimediali) o Siae (Società
      italiana degli autori e degli editori) o se si è al cospetto di una
      violazione a scopo di lucro.

      L’intero regolamento non quindi è relativo solo alla pirateria in senso
      stretto, ma alla tutela generale delle opere digitali, termine che indica
      “un’opera, o parti di essa, di carattere sonoro, audiovisivo, fotografico,
      videoludico, editoriale e letterario, inclusi i programmi applicativi e i
      sistemi operativi per elaboratore, tutelata dalla Legge sul diritto d’autore
      e diffusa su reti di comunicazione elettronica“.

      …se il materiale non viene rimosso Agcom si rivolge ai gestori di servizi
      di hosting e agli Internet service provider e fa partire la rimozione
      selettiva del singolo contenuto se il portale si trova in Italia.

      La disabilitazione dell’accesso è invece prevista in ogni caso per i portali
      con sede all’estero. Anche i provider hanno 3 giorni di tempo per agire, in
      caso contrario vanno incontro a multe fino a 250mila euro. Una volta
      conclusasi tutta l’operazione, il proprietario dello spazio considerato
      colpevole ha nel ricorso al Tar del Lazio l’unica possibilità di reazione.”

      • Chiara

        Grazie!

        • In bocca al lupo con questa bruta storia. Mi vergogna e mi arrabbia. Un abbraccio.

  • Sara

    Vorrei sapere se ci sono novità… Sono ancora stupita del plagio…

  • Incredibile!! Sono sconcertata e sconvolta da questa lettura, son finita qui per caso e dopo aver letto quest’articolo sono molto curiosa di leggere e conoscere il tuo blog! Sono italiana peró vivo a Mallorca da sette anni, quello che racconti mi sorprende e mi inquieta molto, mi sembra assurdo che esistano questo tipo di persone!! Mi spiace succedano queste cose, e mi spiace sia successo a te! Spero che questa situazione si sistemi nel modo migliore e che tu sia ripagata in qualche modo per tutto questo. Un abbraccio grande

  • Non ci posso credere!! Io sono (ero) una di quelle lettrici spagnole. Non posso imaginare come ti devi sentire. Anche io ho avuto un blog e mi hanno rubatto dei contenuti, ma non quelli cosi personali!! Veramente non ho parole

  • Pingback: Cosa fare (e cosa non fare) quando ti copiano - c+b()

  • patrizia

    come è finita la vicenda?

  • La Mikke

    ma com’è finita? il blog è ancora visibile…e nel “dicono di me” però non vi è alcun aggiornamento di questo plagio…eheheheheh……
    Michela 72

  • Pingback: Il pesce dopo tre giorni puzza. | walkinfashionblog()

  • antonella

    ma non ci vuoi/puoi dire come è finita? ci siamo sdegnate e arrabbiate con te e per te, ci devi dire come si è risolta, dai! 😉

  • Pingback: Si tratta di Plagio |()

  • sara

    come è finita la vicenda?