Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei […]

Portogallo: cosa e dove mangiare a Porto

Portogallo Travel ·
Porto cosa e dove mangiare in Portogallo a Porto

Non esiste viaggio senza gusto. Il cibo e parte integrante della scoperta culturale di un paese, e nel caso del Portogallo il cibo ci ha accompagnati lungo il cammino. Ogni luogo aveva la sua cucina, ogni paesino una piccola specialità da provare, ad ognuna delle tante soste ‘ho fame ho fame’ di Viola cercavamo di rispondere con una piccola specialità locale, senza mai cedere alla facile bustina di cracker.

E ha funzionato. Credo che, insieme ai luoghi, il Portogallo ci abbia dischiuso altri segreti. Nascosti nella storia di un dolce, nel nome di un piatto, nella lunga preparazione di un arrosto. Profumi, odori caldi e mediterranei che ben si sposano con i suoi muri sgretolati, i colori accesi delle case, il sorriso aperto degli abitanti. Il Portogallo e generoso in molte cose, e la cucina e una di queste.

Ma lasciate che vi racconti il mio viaggio culinario in Portogallo e i piatti che, secondo me, viaggiando in questo paese siete moralmente obbligati ad assaggiare. Vi fornirò anche alcuni indirizzi utili quindi.. segnate, salvate, condividete.

What to eat in Porto: Bifana

La Bifana

La Bifana è un panino ripieno di bistecca di maiale. Questa è solitamente fritta o grigliata e il suo gusto deciso insaporisce tutto il panino. La carne, inoltre, è insolitamente tenera.

Ultimamente hanno preso piede molte versioni gourmet della bifana e potreste trovare la bistecca semplicemente grigliata o angoli di paradiso come quello che ho conosciuto al ristorante Flor dos Congregados.Questo ristorante ha una storica gestione familiare e oggi il figlio del proprietario ha deciso di renderlo un posto intimo e accogliente, dedicato alla buona cucina ma anche alla convivialità, come dimostra il pianoforte all’ingresso che tutti possono suonare. Ho avuto l’onore di assaggiare la sua versione della Bifana, e non scherzo quando vi dico che è tra le cose più deliziose e succulente che abbia mai incontrato il mio palato. Tanto per cominciare possiamo definirlo il re dello slow food: un panino che vede la luce in ventiquattro ore. La carne macera una notte intera insieme a vino e spezie, poi viene cotta per quattro ore per raggiungere il massimo grado di morbidezza, quindi viene condita e messa fra due fette di pane croccante dal cuore soffice. Il gusto è avvolgente e aromatico, la carne saporita e tenerissima. Vale la pena un viaggio a Porto anche solo per questo panino, che loro chiamano Congregados Sandwich.

Foodie in Porto - Porto Sour

Il Porto Sour

Sarebbe troppo facile dire genericamente ‘il Porto’, ovvero il vino dolce che viene dalle uve della valle del Douro e qui invecchia fino a diventare la bevanda intensamente aromatica che tutti conosciamo. Intanto vi ho già raccontato le tre varianti del Porto, il white, il ruby e il tawny, se ve le siete perse vi rimando a questo post. Qui voglio invece invitarvi ad assaggiare il cocktail locale, il Porto Sour, ovvero Porto bianco con acqua tonica con ghiaccio e limone. Inutile dirvi che è buonissimo e rinfrescante, inoltre personalmente adoro le note agrumate del porto bianco. Da provare in qualsiasi bar, io vi consiglio il Cafè Majestic.

Foodie in Porto - Pasteis de Chaves

I Pastéis de Chaves

Chaves è una piccola cittadina a nord di Porto dove sono stati creati questi meravigliose sfogliatelle ripiene di cose buone. Dico genericamente cose buone perché, se la versione originale dei pasteis di chaves li vede ripieni di carne o pesce, ultimamente si sono affermate versioni alternative e ancora più gustose, come quelle che ho assaggiato nella pasticceria che si chiama appunto A Loja Dos Pasteis de Chaves.

Foodie in Porto - Pasteis de Chaves

Qui i proprietari, George e Vanessa, originari di Chaves, si sono impegnati a portare avanti la ricetta originale, che deve essere perfino certificata dal governo. Io li ho assaggiati alla carne e al cioccolato fondente, ma i gusti sono moltissimi come ad esempio pollo e chili, merluzzo, custard cream, vitella e peperoni. Per i portoghesi questi pasteis possono rappresentare un pranzo, ma anche uno snack al volo. Un tip: alle cinque in punto vengono sfornati ogni giorno i nuovi pasteis quindi, se siete nei paraggi….

croissant

Croissant

So che non sono tipicamente portoghesi ma – rullo di tamburi – troverete enormi, soffici, buonissimi cornetti in ogni forno e pasticceria locale, e l’impasto non è burroso come quelli francesi ma ‘briochoso’ come i buoni cornetti italiani. Buona colazione!

porto8

I Bolos de Arroz

Si tratta di dolcetti al riso con una consistenza e un sapore che si avvicina molto ai plumcake come li conosciamo noi. Buoni, dolci e umidi al punto giusto, a me sono piaciuti molto. Io non ne ho trovati di artigianali, ma quelli in giro per Porto vengono tutti più o meno dalla stessa fabbrica, e sono ottimi.

Porto Portugal petiscos and wine - foodie trip

Vino e ‘petiscos’

Le tapas portoghesi sono chiamate ‘petiscos’ e consistono in affettati, olive, pane e olio e altre piccoli piatti cucinati. Accompagnati da dell’ottimo vino locale sono una soluzione saporita e veloce al solito pranzo. Vi consiglio la Taberna Do Largo, dove gustare e acquistare vini biologici davvero buonissimi.

Travel to Portugal - Porto

Dolci del convento

Narra la storia che le suore usavano le chiare d’uovo per inamidare le tonache dei preti, e buttavano via tutti i tuorli, o li davano ai maiali. Un bel giorno, complice l’abbondanza di zucchero che arrivava da Malaga e dal Brasile, le suore fecero due più due e così nacquero i cosiddetti dolci del convento, a base prevalentemente di tuorli e zucchero. Li potete trovare nelle pasticcerie classiche o come dessert in alcuni ristoranti tipici e hanno nomi bizzarri che coinvolono preti, suore, santi e paradiso.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Io ad esempio ho provato il Pudim de Abade de Priscos (budino dell’abate di priscos) e devo dire che era piuttosto buono, anche se decisamente pesante.

Food in Porto, Portugal - Lanche

Il Lanche

A sbirciarvi dalle vetrine della maggior parte dei bar troverete il lanche, una specie di pizza arrotolata e riempita di carne e prosciutto di maiale affumicato. Molto usato al posto dei nostri panini per la pausa pranzo, il lanche è sicuramente da assaggiare.

 Food in Porto - QuequeQueque/queijadinha

Possiamo definirlo un piccolo muffin al formaggio, ma la consistenza è estremamente più umida e compatta, anche se rimane molto morbido. La base non prevede formaggio, ma viene poi offerto in varie versioni e condimenti: con formaggio, prosciutto, carote etc.

Foodie in Porto - eclair

Eclair

Voi mi direte: e dopo i croissant, pure gli eclair! Ebbene si, e Porto è molto fiera dei suoi eclair tanto da chiamarli Eclair di Porto. La ricetta è come quella francese, salvo che il ripieno è di panna anziché di crema, e le varianti sono da far girare la testa.

Foodie in Porto - eclairporto100

Io sono stata in quello che è un po’ il tempio degli Eclair che si chiama Leitaria da Qta do Paco, e ho potuto assaggiare non solo la versione classica cioccolato e panna, ma anche deliziose varianti come frutto della passione, vaniglia, banana e alcuni deliziosi Sneclair, ovvero eclair salati ripieni di formaggio e salmone, crema di latte e spezie e altri gusti invitanti.

Francesinha Porto Portugal

La Francesinha

Prendete due fette di pane bianco, riempitele di fette di bistecca di maiale, prosciutto e salsiccia. A questo punto avvolgete il tutto in uno strato di formaggio fuso, annaffiate con salsa alla birra e servite su un letto di patatine fritte. Vi ho presentato la Francesinha, specialità di Porto (io non ci credevo e invece si). Dopo una Francesinha non sentirete il bisogno di salire su una bilancia per almeno un mese. Con le sue 2500 calorie di media mi ha messo a dura prova, ma ce l’ho fatta: posso dire di aver mangiato una Francesinha intera.

Travel to Portugal - Porto

I Pastéis de Nata

Pur essendo la quintessenza della bontà quando parliamo di specialità portoghesi, quelle di Porto non hanno nulla a che vedere con gli autentici e deliziosi Pasteis de Belém, di Lisbona. A onor del vero la stessa pasticceria ha aperto una succursale anche qui a Porto ma mi racconta chi li ha assaggiati entrambi che nel processo di scongelamento (esatto, sono prodotti a Lisbona comunque) perdono qualcosa. intanto potete consolarvi con Pasteis meno paradisiaci ma sempre buonissimi in una qualsiasi pasticceria.

Porto for foodies

Le acciughe

Sarete tentati di portarne a casa venti scatolette solo per la grafica incredibilmente bella, retró ma rivisitata in chiave moderna, delle loro lattine. Le acciughe sono un cibo nazionale qui in Portogallo, e a Porto in particolare. Sono affettate a mano e sempre a mano messe in scatola, in più sono aromatizzate a tantissimi gusti particolari e sfiziosi. Esistono anche in versione senza spine e pelle. Noi le abbiamo gustate, buonissime, insieme a un bianco locale in un posto molto particolare e bellissimo: il mercato di Bolhao.

porto90Porto for Foodies- Bolhao Market

Il Mercato di Bolhao

Segnatevelo come meta da visitare assolutamente. autentico, verace e decadente, questo mercato é un monumento di interesse culturale. Purtroppo il fatto che non sia mai stato ristrutturato e la politica di orari di apertura e permessi per il passaggio di proprietà dei negozianti fa si che questo mercato sia a rischio chiusura, ma ci sono piccole realtà che stanno sfidando le avversità come quella della Bolhao Wine House, un piccolo angolo nel cuore del mercato dove rilassarsi e fare una pausa con favoloso vino come il Moscatel e ottime acciughe.

Porto for Foodies- Bolhao Market

Un luogo che dimostra come la modernità può convivere con la tradizione del mercato e come anche i piccoli negozianti possano farcela da soli. qui si trova anche uno dei macellai più buoni e famosi di Porto, che vende ottima carne e specialità come intestini ripieni e speziati, lingua e interiora varie, che spesso i portoghesi usano anche in insalata tagliati molto sottili.

Foodie in Porto

Il Cimbalino

E che sarà mai il cimbalino? É un caffè nel gergo portoghese, e tutto deriva dal fatto che molti bar usano la macchina da caffè italiana Cimbali. Io ho assaggiato un caffè ottimo in un piccolo storico bar, che oltre ad avere le proprie miscele utilizza anche mix di orzo e cicoria per i suoi caffè. Ottime anche le miscele di te, che ho avuto modo di sniffare durante la mia visita.

La trippa, piatto tipico di Porto, è stata intenzionalmente lasciata da parte in questa mia esplorazione foodie perché non è proprio il mio genere ma sappiate che è un piatto molto tipico di Porto e potete gustarla in molti ristoranti tipici.

Food in Porto Portugal

Il baccalà

Ma certo, come dimenticarlo? Ve lo propineranno in tutti i modi: lesso, fritto, al forno, e sarà sempre buonissimo (mi dicono, visto che io non mangio pesce…)

Taste Porto Food Tours

Prima di lasciarvi, un doveroso ringraziamento. Gran parte del cibo di Porto e della sua tradizione culinaria mi sarebbe rimasto oscuro se non avessi trascorso alcune ore insieme ad André, di Taste Porto Food Tours.

Lui non offre né un giro turistico né una giornata gastronomica. La sua è una lunga passeggiata insieme ad un amico di Porto, che conosce bene il suo cibo e ti fa assaggiare il migliore, raccontandoti nel frattempo storia e aneddoti della città e delle sue tradizioni.

Non potrei raccomandarvelo abbastanza, credo di aver imparato ed assorbito più ‘Porto’ nelle tre ore trascorse con lui che negli altri due giorni, quindi se vi recate in questa città fate in modo che sia la vostra primissima esperienza. Non solo per iniziare a calarvi nell’atmosfera portoghese di Porto ma anche perché André vi fornirà un sacco di consigli e indirizzi utili… e vorrete provarli tutti!!

porto105

Commenti