Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei […]

Viaggio in Portogallo/1 – Porto

Portogallo Travel ·
Porto Portugal trip

La prima volta in Portogallo ero con la mia famiglia, avevo diciassette anni e i capelli castani, corti. Forse li avevo già tinti di un orrido rossiccio, non ricordo. Eravamo lì per l’Expo di Lisbona e credo di avere ancora, perso da qualche parte in fondo a un cassetto della mia vecchia cameretta, una ‘moneta della fortuna’ presa allo stand Koreano.

Ricordo Lisbona come una città calda, colorata, ospitale, dove ho mangiato benissimo, ma le memorie erano sfocate e ho sempre avuto una gran voglia di tornarci. Il Portogallo mi sembrava un territorio da scoprire, ricco di tesori e di quel calore un po’ Italiano che accoglie con sorrisi, abbracci, buon cibo, buon vino, clima caldo e cieli azzurri.

Quando qualche mese fa ho vinto gli Hostelworld Travel Blogger Awards (a proposito, grazie ancora a chi mi ha votata! –> ‘frase Miss Italia ALERT’) il premio consisteva in un budget da spendere in voli e ostelli, in qualsiasi parte del mondo – diciamo dell’Europa, considerati i costi. La scelta è stata quasi immediata, non solo per la mia voglia di Portogallo ma perché questa nazione vanta gli ostelli più belli del mondo – e ne ho avuto la conferma.

Il nostro itineriario ha previsto volo di andata su Porto, due giorni a Porto, due giorni in road trip fra i paesini scendendo verso Lisbona, due giorni a Lisbona e ritorno.

Ma partiamo dall’inizio. Siamo partiti in una soleggiata giornata Londinese, due ore di volo Ryanair, qualche spostamento in metro poi usciamo alla fermata Bolhao e… volete vedere la primissima immagine di Porto che ho? Eccola, l’ho immortalata. Esci dalla metro e bam! chiesa coperta di azulejos, le tipiche mattonelle azzurre portoghesi. Cielo azzurro, profumi di cibo, brusìo di gente per le strade, come fai a non amarla?

Travel to Portugal - Porto

E questo è il nostro ostello, il Tattva Design Hostel che vi consiglio sia per la posizione che per la pulizia e l’organizzazione. Questa era la nostra camera con bagno privato, che non aveva davvero nulla da invidiare a quella di un hotel:

Design hostel in Portugal - Porto

Rapido cambio e iniziamo ad esplorare la città. Che è incantevole. Un mix di colori e decadenza, palazzi in rovina e maestose cattedrali, vicoli ripidi e storti e piazze maestose. Tipici tram su rotaia e curiose cabine telefoniche in stile londinese.

porto3Travel to Portugal - PortoTravel to Portugal - PortoTravel to Portugal - Porto

Facciamo una sosta per un pranzo veloce e abbiamo modo di fare il nostro primo incontro con i meravigliosi forni portoghesi, dove in vetrina, ben disposte, si trovano specialità golose e invitanti. Croissant enormi e fragranti, dolci, pasticcini, pani farciti. Dedicherò al cibo portoghese un post a parte, perché lo merita.

Travel to Portugal - Porto Travel to Portugal - Porto Travel to Portugal - Porto

Porpi sbrana dei frittini misti di pesce e carne e un Bolo de Arroz, dolcetto di riso che, scopro, è tipico portoghese anche se prodotto industrialmente e spedito alle varie pasticcerie locali. Ha il gusto di un plumcake, morbido e umido, dolcissimo. Ci facciamo tentare anche dai Pastéis de Nata, che in Portogallo si trovano un po’ ovunque e sono davvero buoni anche se, vi assicuro, non hanno nulla a che vedere con gli originali di Belém, che gusteremo il penultimo giorno di viaggio e che ci faranno scoprire nuove frontiere della goduria alimentare.

porto8 Travel to Portugal - Porto

 

Dopo un rapido giro per la città, la nostra prima tappa è la Fundação de Serralves, un gioiello architettonico immerso in un parco enorme dove mostre ed eventi convivono in un ambiente luminoso, rilassato e bellissimo. All’interno dell’edificio principale progettato dall’archistar portoghese Alvaro Siza – bianchissimo e pulito, dalle linee nette e dalle prospettive sorprendenti, che incorniciano la natura circostante in modo armonico e sorprendente – si tengono solitamente mostre e convegni. Ospita anche una bellissima biblioteca e diverse sale eventi.

Travel to Portugal - PortoTravel to Portugal - PortoTravel to Portugal - PortoTravel to Portugal - Porto

Nel parco si nascondono altri gioielli, come la villa in stile Art Déco chiamata Casa de Serralves, un tempo abitata dal conte Cabral. Un raro esempio di architettura modernista in Portogallo. Le sale, che ora sono vuote, suggeriscono le tante feste che questa casa un tempo deve aver visto. Davvero affascinante.

Travel to Portugal - PortoTravel to Portugal - PortoTravel to Portugal - Portoporto40Travel to Portugal - PortoTravel to Portugal - PortoTravel to Portugal - Portoporto47Travel to Portugal - Portoporto48

Inutile dirvi che tutte queste prospettive mi hanno invogliata non poco a scatenarmi con la macchina fotografica 😀

porto41Porto Fundacao Serralves Porto Fundacao Serralves Porto Fundacao Serralves Porto Fundacao Serralves

Lasciata la Fundacao è stata la volta della Casa da Mùsica, e questa volta sono rimasta veramente colpita. A guardarlo da fuori, questo edificio cubiforme (anzi, per la precisione poliedrico, con ben 17 facce!) disegnato dall’architetto olandese Rem Koolhaas non mi ispirava particolarmente. Speravo in una visita rapida per poi immergermi nelle strade e nella vita di Porto. Invece, che sorpresa!

Casa da Musica Porto Portugal

Grazie anche alla nostra guida, ho scoperto meraviglie di questo luogo e sono rimasta incantata davanti alla costruzione degli spazi. Ariosi e freschi, aperti sul vuoto o nascosti nel cuore di questo ‘gioiello’ dell’architettura urbanistica contemporanea, asimmetrico e labirintico.

Il programma dei concerti e delle iniziative della Casa da Mùsica è vario e interessante, dalla classica al pop passando per jazz e folk. Ci sono quattro gruppi residenti, un’orchestra sinfonica, una barocca, un remix ensemble e un gruppo corale. Sono inoltre tantissimi i programmi per avvicinare i bambini alla musica, oltre che una saletta dove i bambini possono ascoltare il concerto intrattenuti da babysitter mentre i genitori se lo godono in platea con tranquillità.

Casa da Musica Porto Portugal Casa da Musica Porto Portugal

Viola si è innamorata in particolare di una sala per bambini dove il movimento del corpo produce suoni, e la forma spigolosa della sala crea uno ‘scivolo naturale’ dove ci si può rilassare o giocare.

Casa da Musica Porto

Muahaha, era tempo di cenare, ovvero di farci del male assaggiando la specialità di Porto: la Francesinha. Si tratta (vi prego, se siete a dieta, se amate il cibo sano e non sopportate i fritti non leggete o potreste avere uno svenimento) di due strati di pane soffice tipo sandwich ripieno di vari strati di carne di maiale, prosciutto e salsiccia molto morbidi e saporiti. Il tutto avvolto da uno strato di formaggio fuso, innaffiato da una salsa alla birra e servito su un letto di patatine fritte.

Francesinha Porto Portugal Francesinha Porto Portugal

Siete ancora con me? Bene: sappiate che questo piattino ha la bellezza di 4.500 calorie, ovvero le calorie che dovremmo consumare in due giorni. Eppure, ssiore e ssiori, ammirate la mia espressione: “ma sticazzi, magnamose sta Francesinha”. Ammetto, però, che non credo ne sentirò il bisogno negli anni a seguire. L’abbiamo assaggiata, come dire.

Francesinha Porto Portugal

Porto era ancora da scoprire, eppure era lì, pronta a svelarsi.

E’ bastato uscire dal ristorante e fare la strada verso l’Ostello a piedi. Inizia una pioggerella fine, che presto si trasforma in un deciso sgrullone di pioggia che ci fa rifugiare in un portone. E lì, umidi e un po’ infreddoliti, stanchi del viaggio, ecco che veniamo investiti di bellezza. Una luce calda e livida, fra il tramonto e il temporale, che si stende sulla città e la fa splendere.

Porto Portugal tripPorto Portugal tripPorto Portugal trip Porto Portugal trip Porto Portugal trip Porto Portugal trip

Passiamo la piazza centrale, con il Municipiole luci dei lampioni e dei locali che sfidano il cielo già cupo.

Porto Portugal trip

Passiamo per le strade del centro.

Porto Portugal trip Porto Portugal trip

Infine visitiamo la splendida stazione di Sao Bento, completamente ricoperta di azulejos.

Il viaggio è appena iniziato.

Ringrazio Porto Convention – Visit Porto per il supporto.

 

 

Commenti