Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Viaggio in Portogallo/2 – Porto

Portogallo Travel ·
Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Secondo giorno a Porto, è ora di immergersi nelle sue stradine, di farsi inondare lo sguardo di cielo azzurro, balconcini fioriti e muri crepati, campanili e azulejos, mare e nuvole. La nostra prima fermata è Sé Catedral, la Cattedrale di Porto, che domina una collina a ridosso del fiume, affacciandosi su un dedalo di stradine e tetti.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Anche se a pagamento, vi consiglio la visita dello splendido chiostro. Alcuni angoli del Portogallo, così oscuri e un po’ gotici, mi hanno riportata dritta alle atmosfere di Harry Potter (sì, sto un po’ in fissa). Questo chiostro, ma soprattutto la meravigliosa Livraria Lello, dove purtroppo non ho potuto scattare foto, che è stata usata per alcune scene del film. Curiosamente, ho scoperto che JK Rowling ha vissuto un anno della sua vita proprio qui a Porto, insegnando inglese.

Terminata la visita scendiamo verso il fiume Douro, con il suo lungofiume, Ribeira, tra le zone più turistiche ma anche più pittoresche di Porto, un dedalo di viuzze che termina in una sfilata di casette colorate che si specchiano nel Douro. E’ piacevolissimo per una passeggiata, pieno di baretti e bancarelle, ed è anche facile scovare botteghe artigiane per portarsi a casa qualche ricordo. La cosa più bella di questa città è che l’ondata di turismo, arrivata specialmente dopo che l’UNESCO ha decretato quest’area come Patrimonio dell’Umanità, non ha portato all’allontanamento della popolazione locale dalle zone più centrali, anzi! Tuttora, passeggiando per Ribeira è possibile vedere vecchini affacciati alla finestra, panni stesi, gente che chiacchiera sull’uscio di casa. Una bellissima atmosfera.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.it Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Dopo un giro a Ribeira attraversiamo il ponte D. Luis I per arrivare dall’altro lato del fiume, a Villanova de Gaia, dove sono localizzate le più famose cantine di vino della città.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Le cantine sono aperte al pubblico, si possono visitare ed è possibile degustare dell’ottimo vino al termine del tour. La nostra piacevolissima visita è stata all’uomo in nero, un po’ Zorro un po’ studente universitario (qui indossano delle cappe nere) chiamato Sandeman.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Scopriamo qualcosa in più sulla storia di Mr. Sandeman, scozzese, che nel 1790 da Londra iniziò ad interessarsi ai vini di Porto per poi comprare queste cantine e renderle ciò che sono oggi, ma soprattutto abbiamo scoperto qualcosa in più sul Porto, il vino dolce prodotto con le uve della valle del Douro, coltivate sulle sue splendide colline terrazzate.

Io, ad esempio, non avevo mai degustato tutti e tre i tipi di Porto. Il Porto White, con note agrumate e un tasso alcolico lievemente minore, ottimo fresco anche come aperitivo o nei cocktail, come mi dimostrerà il famoso Porto Tonic, ‘cocktail ufficiale’ della città. Il Porto Ruby, con uve rosse e una fermentazione molto lenta, intenso e con note di frutti rossi. Vista la sua lenta ossidazione, il suo sapore tende a restare inalterato nel tempo. Infine il Porto Tawny, che invecchia in barili da 500 litri, ha un bel colore ambrato e un deciso sapore di frutta secca e noci. Il suo sapore inoltre cambia nel tempo: più invecchia, più esce fuori il sapore della rovere, le botti che lo hanno contenuto.

Ho anche scoperto effettivamente come si produce il Porto: il metodo ufficiale è quello di una breve fermentazione, tre giorni soltanto, seguita dall’aggiunta di acquavite – che aumenta la quantità di zuccheri residuali e la gradazione alcolica.

Peccato che viaggiavamo solo con bagaglio a mano, altrimenti tre bottiglie me le sarei portate a casa volentieri 🙂

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it    Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Non vi dico come stavo dopo i tre assaggi… vabbè 🙂

Per aehm… assorbire tutto questo alcol siamo andati a pranzo in un ristorantino molto buono di nuovo a Ribeira, D. Tonho, dove oltre ad essermi deliziata con una fantastica e morbidissima vitella che sapeva finalmente di vitella (voi non sapete che gusto di MUCCA ha la carne di mucca qui a Londra, bleah!), ho deciso di lanciarmi nel provare un altro tipico dolce Portoghese: il Pudim Abade de Priscos.

Una specie di bomba di rossi d’uovo, zucchero e grasso che praticamente ogni cucchiaino è un créme caramel superconcentrato, ma davvero buono. Dopo la Francesinha mi sentivo temeraria, e anche le mie arterie si sentivano coraggiose.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

In realtà avremmo dovuto fare una bella camminata digestiva, invece ci siamo imbarcati sulla barca di Douro Azul per una piacevolissima mini crociera sul fiume Douro, tra i molti ponti che attraversano il fiume, uno dei quali costruito nientemeno che dalla compagnia del signor Eiffel. Bellissima anche la vista su Ribeira dal fiume. Peccato che, complice il movimento della barca e il recente pranzo, io abbia avuto parecchi attimi che i romani definirebbero ‘cecagna’ – attimi di narcolessia acuta.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it    Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it porto76

Tempo per un po’ di shopping locale! Ho resistito al galletto, ma ho riportato a casa una tovaglia dipinta a mano (signora mia…).

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Abbiamo quindi girovagato tra Ribeira e Sao Bento, risalendo a piedi lungo vicoli e stradine, fermarci a osservare vetrine, persone, scorci. Un luogo che ci avevan consigliato di visitare per assaporare un po’ di vita portoghese era il Café Majestic, in zona Bolhao. Qui turisti e locali si mescolano in un ambiente meravigliosamente art decò.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.itTrip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Tentati da quello che vedevamo passare sui tavoli abbiamo scelto di brindare alla giornata con una Sangria alla portoghese, fatta con frutti rossi e Porto bianco. Deliziosa e decisamente alcolica, tanto che tra il Porto di prima e la Sangria dopo, diciamo che l’umore della serata era allegro.

Trip to Porto, Portugal - Machedavvero.it

Nella mia terza e ultima parte dei post su Porto vi parlerò del cibo di questa città… buonissimo!

Ringrazio Porto Convention – Visit Porto per il supporto.

Commenti