Foto racconto del mio weekend con Canon Irista

Life · · 38 commenti
Canon Irista and me

Riflettevo, la scorsa Domenica, mentre il salotto era inondato di sole e le mie endorfine si stiracchiavano, che quando vivevo a Roma notavo i giorni brutti “oh, domani piove!” mentre da quando sono a Londra noto quelli di sole “ehi, domani c’è il sole!”. Quella che potrebbe sembrare una sfortuna, ovvero poter contare su un numero piuttosto consistente di giorni di brutto tempo all’anno, si è rivelato anche un nuovo punto di vista. Notare il sole. Godersi il bello. Se penso a quante giornate ho sprecato a casa, a Roma, solo perché erano appena nuvolose.

Adesso invece esco comunque, e quando c’è il sole di più. Armata e pericolosa con la mia fedele Canon al collo, esploro la città con un occhio che forse non è più da turista ma ne mantiene la meraviglia. Cerco di mantenere il giusto equilibrio tra l’essere presente nella scena, e fotografarla. L’obiettivo è un punto di vista e una finestra, il resto va vissuto.
IMG_6904p.jpg
Non posso più farne a meno, ormai. Lo sa bene il mio computer e lo sanno bene i miei due (due!) hard disk esterni pieni di scatti che non voglio e non riesco a cancellare. Momenti, ricordi, esperimenti. So che un giorno anche quelle foto sfocate avranno un senso, fosse anche solo il senso di buttarle e far spazio alle nuove.

Sto provando un nuovo modo di archiviarle, Canon Irista. Si tratta di una piattaforma creata appunto da Canon – un nome, una garanzia per quanto mi riguarda – dove archiviare, organizzare, condividere ed avere sempre a portata di mano le proprie foto. Mi piace perché non è un social network, la scelta di condividere o meno la foto (per il momento via Facebook e Flickr) rimane a te, è più che altro un tool per chi scatta molte foto o per chi non ha voglia di avere l’hard disk sempre pieno. Una volta caricate su Irista le foto si possono ovviamente riscaricare sul proprio computer o sfogliare come in un album virtuale, organizzate per tag, per luogo o per album. Lo sto provando per queste foto, che infatti ho messo su Irista e poi pubblicato qui via Flickr.

A meno che non si scelga di condividerle, le foto restano del tutto private. Irista è molto sicuro, quindi, anche per archiviare foto di famiglia che volete tenere per voi, ma dalle quali potete aver accesso in ogni momento dal vostro computer, tablet, smartphone. Medito infatti di fare un album e poi farlo vedere ai miei parenti a Roma, a Natale, mostrando tutti i momenti più belli della nostra vita a Londra. In realtà, in generale, vorrei che Irista diventasse lo scrigno di tutti i nostri momenti più belli. Come un album di foto, ma virtuale e sempre accessibile ovunque.

Quindi, grazie anche ad Irista, voilà: un racconto fotografico di una Domenica qualunque a zonzo per Londra. Che sembra bellissima e luminosa, e lo era davvero, ma probabilmente queste immagini le rendono ancora più giustizia.
Viola in scooterIMG_6918p.jpg
Abbiamo iniziato a fare due passi vicino casa. Viola si è voluta portare lo scooter (poi ha messo il caschetto, don’t worry) e noi l’abbiamo seguita a piedi. Abbiamo passeggiato per un po’ di tempo ad Hampstead, la zona è bellissima e ve la consiglio caldamente se state pianificando un viaggio a Londra. Era un’ex villaggio di campagna, poi inglobato nella città durante la prima metà del 1900, e del villaggio ha mantenuto l’atmosfera rilassata. L’architettura di Hampstead poi è adorabile: le strade sono piene di scorci magnifici e angoli in pieno stile Dickensiano.
London HampsteadIMG_6933p.jpg
Una breve sosta per un ‘aperitivo’ di Viola a base di pretzel poi scendiamo verso West Hampstead percorrendo strade eleganti dai cancelli maestosi, dietro ai quali si nascondono ville e casali di campagna ristrutturati. E’ la zona di Frognal, quella che ti fa sentire un poveraccio se non hai quei tre milioncini cash da spendere in una casa a quattro piani con piscina riscaldata. Eh, beh…
British house
Arriviamo a West Hampstead. Siamo venuti principalmente a vedere un mercatino, uno dei tanti di street food e vintage che si trovano qui a Londra ma scopriamo che è davvero piccolo e nel giro di dieci minuti l’abbiamo visto praticamente tutto. Lo street food però è fantastico..
IMG_6986p.jpg
Mentre Lui si fa tentare dagli hamburger di un signore Kosovaro dall’aria simpatica, che nel panino ci infila la qualunque – pomodoro, cipolla, melanzana e tocchetti di formaggio – io resto estasiata davanti al banchetto dei dolci. La signora, visto l’entusiasmo con cui scatto foto esclamando “it’s beautiful!” come se non avessi mai visto una torta in vita mia, mi fa assaggiare le sue specialità: torta di cioccolato e rapa rossa e torta di carote e zucchine, tutte e due gluten free. Medito di tornarci molto presto…
IMG_6974p.jpgIMG_6978p.jpgIMG_6982p.jpg
Facciamo due passi nei negozi di Upper Street, si iniziano a vedere le prime decorazioni di Halloween (sì, già. e manco sarà arrivato Halloween che qui inizieranno con gli alberi di Natale, garantito!) e medito di comprare qualche zucchetta da dipingere di bianco e oro come certi DIY che ho visto su Pinterest.
IMG_7049p.jpgIMG_6965p.jpgIMG_6964p.jpg
E dove sono io in tutto ciò? Beh, di solito dietro l’obiettivo. In rari casi, dopo aver accuratamente settato la digitale, la mollo in mano a qualcuno dei presenti e chiedo qualche scatto. Devo ricordarmelo, che c’ero anche io quel giorno. E che ero vestita in modo fieramente zingaro.
IMG_6945p.jpgIMG_6958p.jpgIMG_6956p.jpg(adoro specialmente quelle scattate a sorpresa…)Me in a bar
Spero di essere riuscita a portarvi un po’ a Londra insieme a me. Nulla di speciale, giusto una passeggiata, ma come si dice ‘la bellezza è nell’occhio di chi guarda’. O nell’obiettivo, in questo caso.

Non smetterò mai di fare foto. Di raccontare la mia vita anche per immagini. Di creare scatti che, come un profumo o una vecchia canzone, mi riporteranno per sempre ad un momento, ad una sensazione, ad un sorriso.

Se volete iniziare anche voi ad usare Irista qui potete creare il vostro account mentre qui un video che vi spiega tutto :)

Related Post

canonfotohampsteadiristalondrame

Commenti

  • C.

    Belle foto!! Non avevo mai notato il tatuaggio sul braccio, che cosa rappresenta? Non si vede molto bene nella foto

    • Ahaha noo.. era il tatuaggio della Run or Dye (al contrario, tra l’altro) che avevo dimenticato di levare 😀

  • Emanuela

    bellissimo e tenero post, grazie! Una Londra da scoprire nella sua luminosità è proprio così. Mi ricordi quando vivevo a Bruxelles e anche io gioivo ed uscivo curiosa ed entusiasmata ad ogni piccolo raggio di sole …. di ritorno a Roma mi è comunque rimasto questo approccio che definirei di “stupore solare”. Congrats, brava!

    • Ah allora l’approccio rimane? Evviva!

      • Emanuela

        Indeed!

  • cialdina19

    Chiara! Tu con le tue foto non solo porti in giro per Londra chi sta a Km e Km di distanza, ma provochi pure le papille gustative!!! 😀 fai arrivare la salivazione a mille.. sia col dolce che col salato! Ti chiederei le ricette di tutti quei cibi “strani” che assaggi e che qui in Italia non sai manco dove trovarli! Comunque davvero.. siete meravigliosi e fai bene a conservare gelosamente tutti questi tesori

    • Hahaha non le so nemmeno io, ma ho provato a Googlare le due ricette (es. ‘carrot and courgette cake’ e qualcosa viene fuori)…

      • cialdina19

        Gnamm! Appena ho il tempo e la serenità mentale (trasferimento in vista!) per cimentarmi nei dolci, google, sperimento e ti faccio sapere i risultati! Non so te, ma io se faccio i dolci con la testa altrove o nervosa per altro, faccio solo disastri! Tant’è che il cibo consolatorio è il salato bello e fatto o le caramelle gommose!

  • Chiara

    Queste foto sono una meraviglia. Ed è una meraviglia il tuo sguardo sul mondo da dietro la macchina. Brava!

  • Babs

    Ho un matrimonio a Londra sabato, ci fermiamo qualche giorno con il mio compagno e nostra figlia di un anno e mezzo…. Ho vissuto a Londra più di sei anni, ma sono venuta via ormai da un bel po’ di tempo e non ho idea di cosa potrei far fare alla mia bimba durante il nostro soggiorno…. Idee e suggerimenti?!

    • Ciao, intanto iscriviti alla newsletter di UrbanExplorer, segnalano ogni settimana le cose da fare a Londra con i bambini. Certo, un anno e mezzo è pochino… non so quanto possa godersi le varie attività. Magari cerca nella zona dove alloggi il community centre di zona o la libreria principale e vedi se ci sono Singalong o Story time, potrebbe essere carino.

      • Babs

        Grazie!!! Mi metto all’opera!

  • Anch’io ho due hard disk pieni (e ne sto aspettando un altro), però con Irista avrei paura di perdere foto :( dici che ci si può fidare (a lungo andare soprattutto)?
    Grazie per questo piccolo giro londinese!

    Alice

    • Al riguardo sono stata rassicurata da Canon, ovviamente, per essere super-sicuri le foto bisognerebbe tenerle sempre su almeno due supporti.

  • chiaraem

    Condivido l’idea che hai della Canon, credo che ci farò un giro su Irista perché anche per me questo marchio è sinonimo di garanzia. Sono delle fotografie davvero meravigliose. Pur non essendo mai stata a Londra – ma avendone un gran desiderio – mi sono sentita presente lì dentro le foto, complici anche i tuoi racconti. Sono sensazioni che amo, che mi fanno amare i blog. Per quest’esperienza io davvero ti ringrazio: avere un buon occhio, una capacità descrittiva sottile e decidere di condividere questi doni con chi nemmeno conosci (buona parte, almeno) non è da tutti!

  • Viviana

    Non ci crederai ma avevo in mente di scriverti per chiederti qualche consiglio su Londra:) Verremoo con la nostra bambina a metà ottobre (sarebbe carino incontrarci!!!) in occasione del suo compleanno: vorremmo fare 3 giorni di Londra per bambini e stiamo organizzando una “mappa” dei luoghi adatti a lei.
    Tra i vari giri, siccome anche la mia è fissata con Frozen, vorrei portarla in un posto in cui possa restare incantata davanti ai personaggi della sua storia preferita e farle scegliere il suo regalo (che sicuramente sarà Elsa:)). Dove potrei andare secondo te?
    Mi segno cmq anche i bellissimi posti che hai descritto e fotografato in modo meraviglioso…spero anche io di incontrare la signora vestita di azzurro:) spettacolare…
    Un bacio
    Viviana
    kevitafarelamamma.it

    • A parte il Disney store non c’è molto che mi venga in mente a Londra legato al mondo Disney…. Però se venite dalle parti di Hampstead, a Flask Walk c’è un negozio di sole fatine, tutto rosa e sbrilluccicante. Forse le potrebbe piacere :)

  • guardando queste foto ho pensato Londra è prorprio bella, ma la bellezza è nell’occhi di chi scatta… poi vedo che lo hai scritto tu. Londra è meravigliosa ma solo un occhio attento riesce a catturarla così. grazie per farci respirare un po’ di quella atmosfera

  • Simona

    Bellissime foto. Posso chiedere che obiettivo usi?

    • Certo: questo era un 50mm 1.4 di solito si usa prevalentemente per i ritratti o gli still life essendo un fisso, ma ogni tanto lo porto anche per street photo o in viaggio perché ha una luminosità spettacolare!

  • elisa

    bellissimo post
    come sempre !
    sembra di esser li , di girellare per quelle favolose strade in tua compagnia !
    grazie
    mille
    davvero ..

    elisa

    • Ma prego. grazie a voi di leggermi!

  • Simona

    Foto fantastiche! Brava

  • ahaha no, era l’unica… cmq a Londra tutti si vestono come gli pare, nei modi più assurdi

    • GG

      che forte ! adesso per questioni di lavoro mi trattengo, ma quando sarò vecchia mi vestirò anch’io da pazza eccentrica !

  • Bellissime foto! Ho visto anche ieri la signora che hai fotografato: il cappello era pieno di merletti che hanno fatto sospirare di invidia la mia piccola.

  • Ciao Chiara, ti leggo sempre anche se ho commentato raramente.
    Volevo dirti che un paio di settimane fa sono stata a Londra e ho seguito un paio dei tuoi consigli, in particolare, visto che la Londra diciamo più turistica la conoscevo già benino, quello di visitare quartieri un po’ fuori mano come Stoke Newington (ho cenato poi in uno dei due Rasa, davvero buono) e quello di andare a visitare il Cinema Museum a Elephant and Castle. Poi anche Hampstead, che mi è piaciuto moltissimo e in particolare Hampstead Heat. Più di tutti sono rimasta folgorata però da Richmond Park, di cui non ricordo se avessi già parlato anche tu, ad ogni modo è un parco davvero splendido ed è facile imbattersi in branchi di cervi selvatici spettacolari.

    E niente, volevo ringraziarti per i consigli londinesi e per le foto con le quali racconti questa città che adoro in maniera davvero esagerata. :-)

    • Wow grazie mille ne sono felicissima! Sì, se cerchi c’è sicuramente un post su Richmond… Brava, hai visitato bellissimi posti!

  • Bee_

    Ciao Chiara, belle foto come sempre e interessante questa cosa di Irista. Io odio gli HD esterni e tendo a salvare tutte le mie foto (davvero migliaia, per lavoro e piacere :-/) in due caselle di Dropbox ma un supporto ulteriore non mi dispiacerebbe affatto. Quanto spazio si ha a disposizione? E’ a pagamento?

    Poi ti volevo consigliare un sito (se non lo conosci) dove ci sono foto splendide e puoi caricare le tue in vari open contest a tema

    http://www.photocrowd.com

    Un abbraccio!

    Bee

    • Ciao Bee, allora fino a 10GB è gratuito, successivamente puoi comprare pacchetti da 50 o 100GB.

  • katia

    adoro le tue fotografie!!!!

  • Chiagnc

    io voglio la signora con il cappellino!!! 😉

  • fati

    Ciao Chiara, complimenti bellissime foto come sempre!! Sarei curiosa di sapere quali sono gli obiettivi/lenti per te irrinunciabili e che usi abitualmente. Io ho una Canon 60d, un 50mm e un 17-85mm.Grazie mille!!