Disneyland Paris che non ti aspetti

Francia Travel · · 5 commenti
Disneyland Paris Christmas

Eravamo rimasti ad una sera magica tra fuochi d’artificio e canzoni di Frozen, vi ricordate? Eccomi qui con l’ultima parte del mio Disneyland-reportage, anche se il video di Viola è ormai imbattibile.

Disneyland Paris StudiosDisneyland Paris Christmas

La sera stessa a cena abbiamo cambiato zona, addentrandoci nei già notturni e illuminati Walt Disney Studios, casa sia dei classici e della tradizione Disneyana di cinema e tv (vedi L’Apprendista Stregone qui sopra) che delle attrazioni più recenti legate a lungometraggi Pixar come Alla ricerca di Nemo, Toy Story, Monsters & co., Lilo e Stitch e Ratatouille.

Sì, siamo passate davanti a porte dall’aria assai sospetta…

Disneyland Paris Studios

E infine siamo arrivati a… Parigi. Oh yes, Parigi. Catapultati nel giro di dieci passi in una piazzetta di Montmartre o del Marais, con tanto di musica di sottofondo, lampioni illuminati e una scritta inequivocabile all’orizzonte: Gusteau’s. Ebbene sì: siamo andati a cena dal topino Rémy di Ratatouille.

Disneyland Ratatouille

Il ristorante è uno spettacolo. Riprodotto nel minimo dettaglio, ceniamo fra separé di grandi piatti, seduti su sedie fatte di tappi di bottiglia, illuminati da mille (mega) lucine di Natale appese sul soffitto di foglie. Anche il menù ovviamente era a tema, inclusa la Ratatouille e altre specialità francesi come gli Eclair.

Disneyland Paris StudiosDisneyland Paris ChristmasDisneyland Paris Christmas

Vi consiglio assolutamente la nuova attrazione di Ratatouille, un percorso divertentissimo e avventuroso che vi farà sentire ridotti alla dimensione di un topolino. Correrete anche voi sul pavimento della cucina parigina nascondendovi nella dispensa e sotto ai fornelli, tutto in 3D, tutto super realistico e coinvolgente. La versione 2.0 di Peter Pan! Se continueranno ad integrare le nuove tecnologie con giostre sempre più sofisticate, le prossime attrazioni promettono davvero bene!

La mattina dopo iniziamo dalle zone che, prese dalla smania principesca di Viola, non avevamo visitato: Discoveryland, Adventureland e Frontierland.

La prima è un tripudio di navicelle spaziali, giostre futuristiche, simulatori di volo e personaggi di Star Wars.

Disneyland Paris ChristmasDisneyland Paris ChristmasDisneyland Paris ChristmasDisneyland Paris Christmas

Viola si è sentita estremamente realizzata a guidare una macchina anni 50 ad Autopia (io acceleravo e frenavo, lei gestiva il volante), mentre Lui si è fatto praticamente tutte le attrazioni mentre noi gironzolavamo giocando con spade laser e pistole da alieno.

Ci siamo quindi trasferite fra pirati e bucanieri, lampade magiche e naufraghi, ad Adventureland. Ecco, se vostro figlio è amante dei pirati sappiate che non lo schioderete più di lì. Viola era iperfelice, saltellava sul ponte sospeso e saliva sull’albero di Robinson Crusoe come niente. Peccato non essere riusciti a fare Pirates of the Caribbean ma, lei appena vede buio fa retromarcia, e va bene così.

Disneyland Paris Christmas

Disneyland Paris Christmas

Frontierland, a tema far west, è riprodotta benissimo: ci sono persino le impronte di zoccoli sul selciato. La zona è forse la meno kid-friendly perché ci sono diverse montagne russe – quella di Indiana Jones e la Big Thunder Mountain – più la casa dei fantasmi, ma abbiamo colto l’occasione per uno snack, foto e video.

Disneyland Paris Christmas

disney55

E infine ritorno ai Walt Disney Studios, per esplorare le nuove attrazioni ma anche fare un giro nella ricostruzione della Hollywood anni 50 così realistica che ti sembra davvero di avere le colline all’orizzonte.

disney78

disney79

disney80

La migliore come ho già detto credo sia Ratatouille e credo che anche Nemo sia fantastica, se non altro a giudicare dalla coda (noi non abbiamo nemmeno provato). L”incontro ravvicinato con Stitch ci ha fatte morire dalle risate, ha tirato in mezzo tutta la platea, mentre Slinky the dog e la sua mini-giostra, più i tappeti volanti di Aladdin sono stati i più apprezzati da Viola (li vedete qui). Ci sono un sacco di cose anche per i più grandi, come i paracadute e la macchinina di Toy Story e l’ascensore pazzo della Hollywood Tower.

disney81disney82

E certo, abbiamo avuto il nostro gran finale. Quale?

Beh… questo. Una cena speciale ospiti di Topolino e della sua ‘banda’ in una sala principesca, fra statue di ghiacchio e luci rosa.  Tra face painting, coroncine e braccialetti Viola era già al settimo cielo, figuriamoci quando sono arrivate loro.

Disneyland PrincessesDisneyland Princessesdisney68Disneyland PrincessesDisneyland Princesses

Le principesse!

Disneyland PrincessesDisneyland PrincessesDisneyland PrincessesDisneyland Princesses  Disneyland PrincessesDisneyland Princesses

E con questa foto dolcissima si conclude la nostra avventura a Disneyland Paris. E’ stato un weekend meraviglioso e spero che Viola lo ricorderà per sempre. Io di sicuro 🙂

Tutta la magia della mia infanzia e i suoi sogni di ora ci hanno permesso di vivere due giorni sospesi dalla realtà, avvolti in un’atmosfera incantevole. Già non vedo l’ora di tornarci!

 

Gli altri post su Disneyland: post 1- video di Viola video

Se vuoi scoprire info e promozioni sul Natale a Disneyland Paris clicca qui.

Related Post

Commenti

  • Alessandra

    Bellissima l’ultima foto! E che carino il Principe di Cenerentola 🙂

  • antonietta

    bel post, molto belle le foto!

  • fairylizzie

    Che meraviglia!!! Un sogno 🙂

  • Ahhhhhhhhhhhhh e’ sempre un posto magico….poi leggendoti sembra di essere li con te. A marzo andremo anche noi con la bimba…il problema sara’ tornare…io ci sono gia’ stata e ogni volta non vorrei piu’ venir via, convincere lei sara’ un’impresa! Guarda ti diro’…menomale che non avete provato a fare crush’s coaster. Fila a parte e’ veramente mostruosa, altro che montagne russe! Non e’ assolutamente adatta ai bimbi…sbleaaarghhhhh 😀

  • cri

    peccato i pirati, meritavano davvero… e small world, siete state? non è troppo buio