Darci un taglio.

Mummy · · 36 commenti

Alcune cose che stanno succedendo mentre vi scrivo: ho forse trovato un posto dove lavorare, ho ceduto all’acquisto impulsivo di un paio di New Balance nere riuscendo a prendere le uniche non in saldo, sono alla terza stagione di The Killing e rischio ogni volta l’infarto per quant’è gnocco Joel Kinnaman, l’osteopata mi ha detto che non ho muscoli sulla schiena e so’ cazzi, e poi devo portare Viola a tagliare i capelli, che ormai sta chioma da sirena ha più nodi di una rete da pesca e tenta di trasformarsi in dreads ogni notte.

Soffermiamoci su questa cosa: il taglio. Non che Viola non abbia mai tagliato i capelli ma questa è la prima volta che lo fa in modo consapevole e lo sceglie.

“Come li vuoi i capelli?”

“A caschetto con la frangia.”

Tu non sai cosa stai dicendo, oh figlia. Il caschetto con la frangia è il taglio più difficile da portare. Nella vasta gamma di errori tricologici è appena sotto il mullet. Devi avere i lineamenti giusti per il caschetto e pure per la frangia, e non lo sai finché non tagli. A quel punto, se non li hai è tardi.

Io me la ricordo, la crisi del caschetto e pure quella della frangia – fortunatamente prese separatamente. Mi sentivo un funghetto di SuperMario e non potevo nemmeno attenuare il problema legandoli perché erano troppo corti. L’unico piacere era passarci le dita e toccare quelle punte compatte e sanissime, ma può ben poco contro la crisi da ‘chi cazzo è sto fungo? Oddio: so’ io!’.

Ma questo è un mio trauma, sono sicura che qualunque taglio scelga Viola si piacerà tantissimo si incazzerà a biscia e poi le passerà dopo mezza giornata. Come a tutte.

Intanto sto sperimentando un sacco in cucina, specialmente piatti vegetariani/vegan ma anche torte. Ho scoperto da poco di ‘saper fare’ (?), o forse è meglio dire ‘essere in grado di fare’ decorazioni con la pasta di zucchero e mi sto letteralmente sbizzarrendo. Le torte per lo più le condivido con amici e vicino anche perché fosse per me sparirebbero dopo mezz’ora 😀 Lo trovo rilassante. Cucinare, elaborare, inventare. Anche se sono incapace di seguire una ricetta da cima a fondo, non so bene perché.

La sera leggiamo. Io e Viola, ma a volte anche lei da sola – però vuole che io la stia a sentire. Sceglie sempre i soliti due libri, i suoi preferiti: Where is my hat e Halibut Jackson (se in Italia si trovano ve li stra-consiglio!) non solo perché le piacciono ma perché sono facili e li ha imparati a memoria, e questo le consente di far finta di leggere e intanto interpretare il racconto, cosa ancora impossibile se deve stare attenta alla lettura.

Io spesso sono lì con lei, altre volte – se vuole leggere un secondo libro o sono veramente, veramente stanca, o ancora se ho da lavorare, la ascolto da un’altra stanza. E allora si sente.

“Mam-ma!”

“Eh?”

“Stai ascoltando la storia?”

“Sì.”

“Non è vero, non stavi attenta.”

Oh, io non so com’è, ma anche se non mi vede mi becca sempre.

 

Commenti

  • mirtilliepois

    Io la frangia me l’ero tagliata, da sola, a 5 anni. Più che frangia avevo tagliato un ciuffo a metà fronte lungo circa 3 cm… poi la parrucchiera ha tentato di rimediare ma ormai il danno era fatto! E sono andata avanti per tutte le elementari con una frangia ORRENDA (ho una rosa proprio davanti…) con mia mamma – poraccia – che per 6 anni mi ha sistemato con phon e spazzola ‘sto sgorbio ogni mattina. Una santa. Ho poi capito molti anni dopo, guardando le foto, perché aveva cercato con tutte le sue forze di opporsi a questa frangia anche se poi ha dovuto arrendersi!
    Quindi d’ora in poi non potrò più invidiare quei boccoli dorati che vedo spesso nelle tue foto di Viola.. peccato! ♥

    ah, anche io devo sempre personalizzare le ricette…devo avere un settaggio nel cervello che ad un certo punto mi dice di cambiare qualcosa, sempre…

  • eleonora

    Ciao chiara! La mia bimba è ancora piccina -9mesi- ma mi piacerebbe abituale ai libri il. .c’è ne è qualcuno in particolare che ti sentiresti di consigliare x i più piccoli?

  • civorrebbeundolcetto

    Mia figlia ha la frangia…da quando aveva 2 anni!!!
    Per la questione cucina..ti capisco..adoro cucinare…specialmente dolci..e pdz!!
    Se hai voglia curiosasare il mio blog…sai quando alla sera ti siedi sul divano..che pensi?
    Ci vorrebbe un dolcetto… 🙂

    • Ahaha vengo subito!

      • Civorrebbeundolcetto
  • hermione

    Questa della ‘telepatia’ è una dote comune a molti bimbi ma son quasi certa che crescendo, si perde.
    -Il caschetto+frangetta è il taglio della mia treenne che ha sottilissimi spaghetti e con la frangetta pare ci sia nata. Il mio proposito per il 2015 è di trasformare la scomodissima frangetta che va accorciata ogni mese per evitare l’effetto yorkshire, in qualcosa tipo riga a lato. Chissà se ci riuscirò…Comunque il periodo frangetta+caschetto l’ho avuto anch’io. È stato il taglio più ingestibile della mia vita e quando guardo le foto dell’epoca, bè lasciamo perdere.

    Come si chiamano in italiano i libri ri-letti da Viola? Noi abbiamo passato una fase simile col gatto col matto capello del dr Seuss che mi sa che in inglese è anche più divertente.

  • Alicina

    Oddio il “mullet”! ahahaha!!! Concordo con te sulla dietrologia del caschetto.. E concordo anche sull’intervenire sui capelli di Viola. Lungo è bello, ma quando sei grande e ti asciughi e curi tu i tuoi capelli, altrimenti.. Mia mamma non ha insistito abbastanza, e verso gli 11 anni i miei capelli erano dal collo in giù un unico enorme dread.. Quindi taglio netto, caschetto osceno alla Non è la Rai, avete presente? 🙁
    E poi andava anche di moda la rasatura sotto, con sfumatura. Vabbè, che m’hai fatto ricordare..
    Grazie a Dio i nostri figli questi scempi non li vivranno.. vero????
    (torte con decorazioni??? vedere vedere vedere vedere!!)

    • Qualcun altro che conosce il malefico mullet… sono confortata 😀 AHAHAHA

      • Alicina

        Si ma c’è il trucco.. se lo conosco è perché ho vissuto con i miei un anno negli USA tra il ’92 e il ’93, quindi di tamarrate americane ne ho viste! Loro sono sempre al top! :-

  • Aloise

    che poi la frangia con l’umidità londinese è come cercare il suicidio consapevolmente.

  • Mia madre si ostinava a tagliarmi i capelli a caschetto, perché erano troppo fini e deboli per un taglio lungo, e ci sta, con frangetta, perché secondo lei stavo meglio -.- Ma se c’hai da sempre capelli e cute grassi, la frangetta è il tuo peggior incubo!! Mi ha salvata la danza classica, perché dovendo fare lo chignon, capello lungo senza frangia erano l’ideale. Come puoi notare dall’avatar, il rifiuto è continuato anche dopo i vent’anni 😀 Sono felicemente frangetta-free da tipo 15 anni ormai *win*

  • Senti, ho letto da qualche parte che quest’anno va molto il “taglio bob” che ho scoperto essere della lunghezza alla spalla (con o senza frangetta) l’articolo (tipo colonna laterale di Repubblica) era corredato di foto di star di tutti i tipi fresche di taglio BOB… Non so.. Magari la convinci così!!!! In bocca al lupo. Lei sarà bellissima anche col caschetto! E in ogni caso, meglio provare a 6 che a 16!!!!!

  • maidannutengaracasteddu

    Il mio rapporto con la frangia è iniziato con un trauma infantile. Per la mia prima comunione tutte le bambine della parrocchia avevano di quei vestiti un tulle tipo minisposa per cui io francamente sbavavo (tipo i miei figli con le geox dei gormiti), La mia intrasigente mamma disse “Niet” e mi fece confezionare dalla sarta per bambini più cool della città uno strepitoso vestito di mussola di cotone intervallato da nervature e tramezzi di valenciennes taglio impero, che è tuttora un piccolo capolavoro . Superfluo dire che lo odiai a prima vista. Ma soprattutto odiai la cuffia (tipo Holli Hobbie) che lo completava. E per di più, il superglamour parrucchiere più in voga della città mi fece una frangia superfolta e superlunga. Sembravo un pechinese…giuro. Ho strappato tutte le foto della mia prima comunione, di cui non è rimasta traccia nei mie album, ma ho conservato il vestito che oggi guardo con tenerezza infinita. Morale della favola: ho perdonato il mio parrucchiere di allora (mi ha pettinato anche per il matrimonio e abbiamo un pò pianto e un pò riso tutti insieme ricordando quel lontano giorno di 22 anni prima) e la frangia, da qualche mese, la porto di nuovo con l’abbinato caschetto. Così ho deciso: per portare la frangia e il caschetto ci vuole consapevolezza di sè ed una certa dose di sicurezza che a me è venuta con l’età. Perchè raramente si passa inosservate. Quindi un dieci e lode a Viola. Piccole Anna Wintour crescono….

  • JuleZ

    Mi cognato è la copia un pò più bassa di Joel Salaminchia. Infatti ogni puntata di The Killing (noi siamo alla seconda) diciamo “ecco zio Dario”!

    • Prego spedire prova fotografica al mio indirizzo email.

      • cat

        Ma tu Games of thrones dimmi che lo guardi in italiano ti prego ti prego ti prego!!!!!! Io ogni puntata ho bisogno di ascoltarla con attenzione mentre faccio mente locale sui nomi luoghi e parentele e alla fine ci capisco relativamente lo stesso, figuriamoci solo immaginare di guardarlo in inglese! Te lo chiedo perché mi sei venuta in mente più volte mentre pensavo a chi era chi e anche perché ho passato tre anni a new york studiando danza ma Got in inglese anche no!!!!

    • laura

      Beeeelliiisssima !!!

      • Francesca

        Bella ma il mio dubbio è: ok dal parrucchiere, ma al naturale (cioè ricci) quanto sono gestibili così?

        • Aloise

          secondo me, più che ricci adesso Viola li ha mossi.
          Non ha + il riccio di quando era una “polpettina” 🙂

    • Grande! 🙂

  • claudia

    Mi sono ritrovata im pieno in questo post. Mia figlia ha i capelli come la tua e quando la porto in piscina urla come una pazza perché nom si vuole pettinare e le altre mamme mi guardano con disprezzo e pansano..ma tagliale i capelli povera bambina. Per il momento però lei non vuole. Io invece ahime go ceduto al xaschetto e passato l iniziale entusiasmo ora mi trovo conni capelli tipo casco da moto e penso ai mesi/anni xhe dovranno passare per averli lunghi di nuovo..e mi chiedo perché alle altre stanno perfetti e a me durano poche ore???

  • Cris75

    La mia seienne ha deciso autonomamente che era ora di darci un taglio e ha voluto il caschetto (senza frangia). Io ero un po’ titubante, mi piacevano tanto i suoi capelli lunghi, invece aveva ragione lei: sta benissimo, molto meglio di prima! E’ talmente deliziosa che a scuola ora tutte vogliono il suo taglio 🙂

  • Lidia

    La mia rivoluzione è stata il taglio scalato intorno ai 12 anni. Prima mia mamma si ostinava a farmeli tenere tutti pari, col risultato che riuscivo a pettinare solo il primo strato di capelli mentre il resto della chioma restava “boccoloso” e selvaggio. Sembravo una suora a cui sfuggivano i capelli da sotto il velo (il primo strato di capelli pettinandolo risultava più liscio)… ho ancora un posto nel mio cuore per la parrucchiera che mi ha suggerito di cambiare taglio!
    Per quanto riguarda la lettura, vorrei cominciare a proporre qualche libretto in inglese alla mia bambina che ha 6 mesi, giusto per abituarla alla lingua. C’è qualche titolo che mi puoi consigliare?

    • I classici della nuova ondata di autori sono estremamente facili tipo I want my hat oppure We’re going on a bear hunt e The tiger who came to tea, però 6 mesi è proprio piccolina. Puoi iniziare… e li capirà dopo 🙂

      • giuseppe

        la nuova ondata di autori??
        magari tu li hai scoperti l’altro ieri ma ad esempio the tiger who came to tea e’ del 68 fai un po’ te…
        a 6 mesi io andrei per touch and fell or lift the flap, tipo dear zoo o spotty.

  • Io per un paio d’anni ho fatto l’errore di chiedere una “frangia laterale” intendendo il “ciuffo” (che allora non andava ed il nome non era molto comune). Risultato? Un’orribile frangia più corta da un lato e più lunga dall’altro, pianto sulla soglia della disidratazione ed uscite limitate al liceo.

    A proposito di cibo. Da semi vegetariana e vegana (odio carne e pesce, e per salute ho praticamente eliminato uova ed i miei amati latticini) sono curiosa di fare il gelato con la banana. L’hai mai provato? Non mi esalta che sia semplicemente banana congelata e frullata, ma a quanto pare è un dessert soddisfacente (magari da dopare con gocce di cioccolato fondente).

  • Alessia

    Ho googlato mullet e mi è uscito un mondo di orrore.

  • Bellino questo post. E’ sempre un piacere leggerti! Ciao 🙂

  • luciana

    ciao chiara, complimenti per i grandi progressi che hai iniziato già a poche settimane dal nuovo anno. Io sono sempre così lenta. Per i capelli, la tua bambina è una forte. Sceglierlo da sola ti ha evitato una bella fatica. Io da piccola amavo i capelli lunghi, ma mia madre me li tagliava sempre cortissimi con frangetta che subito arrivava a coprire gli occhi. La detestavo per questo! Ancora oggi non sopporto andare dal parrucchiere e evito fino a che non ho abbastanza doppie punte. Tu hai dei capelli bellissimi, non tagliarli almeno tu! Un bacio e appena puoi metti altre tue ricette culinarie di successo.

  • io ho portato per anni quel taglio per cui ora lo odio con tutta me stessa. Presente Ilaria alassi di Non è la Rai, ecco, brrrr. Ovviamente ora basta guardare le foto di allora che associo sto benedetto taglio a “sfigatella” e nessuna Katia del GF mi convincerà del contrario. Detto ciò, immagino il trauma: Viola ha dei capelli meravigliosi, roba da farglieli crescere fino alle ginocchia

  • Eleda

    Troppo carina Viola con i capelli piu’ corti! Io frangetta per anni, che a causa di una riga naturale rimaneva sempre separata nel mezzo… il top e’ stato raggiunto con il caschetto stile Harry Potter e la pietra filosofale… un errore che la fida parrucchiera ha pensato di fare il giorno prima della mia laurea! Meglio lasciar stare 🙂 Ah, per i muscoli della schiena, ci puo’ solo il pilates, ma quello serio, con le macchine e l’istruttore solo per te (le lezioni di gruppo sono valide ma e’ proprio un altro livello).

  • annaelle

    Io amo la frangia. Controccorente 🙂 fa nulla se e’ fuori moda.

  • mirtilliepois

    Comunque non sapevo che a quel taglio orribile anni ’80 avesse anche un nome… per fortuna all’epoca ero troppo piccola e ho rimosso la fase in cui c’era davvero gente conciata così! 🙂