La première di Cenerentola a Milano

Style · · 18 commenti

“Dove c’è gentilezza, c’è bontà. E dove c’è bontà, c’è magia.”
Non so perché, ma questa citazione del nuovo film Disney ‘Cenerentola‘, ispirato alla celebre fiaba e soprattutto al celebre classico d’animazione, mi sono rimaste impresse. Tanto. In modo rassicurante, come se la magia in questo mondo fosse davvero possibile nonostante tutto. Come se i sogni potessero davvero avverarsi e come se i sorrisi fossero piccoli incantesimi che possiamo spargere ogni giorno lungo la nostra giornata.

Il film ‘Cenerentola’ uscirà nelle sale il 12 Marzo, ma io e Viola siamo state tanto fortunate da essere invitate da Disney all’anteprima europea, che si è svolta l’altro ieri a Milano. Non so dire chi tra noi fosse più emozionata. Se lei, e il suo piccolo immaginario brillante fatto di favole e polvere di fata, o io, la mia passione per tutto ciò che è suggestivo e magico e il ricordo di quando ero piccola e Cenerentola lo guardavo sul divano, con una caramella mou in bocca e a volte anche la mia mamma vicino – era ed è tuttora la sua favola preferita. Col suo ‘vestito color del cielo’ è forse la più iconica fra tutte le Principesse Disney.

Siamo partite da Londra con un trolley pieno di vestiti e un paio di scarpette tutte sbrilluccicanti. Siamo arrivate al The Westin Palace a metà pomeriggio e abbiamo messo piede nella nostra stanza ‘da favola’ con una certa emozione, non solo perché era bellissima – la stanza degna di una principessa – ma perché l’accoglienza è stata perfetta: ci aspettavano una torta a tema, con la scarpetta di zucchero, e delle coroncine, per permetterci di entrare ancora di più nell’atmosfera.

cener2cener3

Non mi capita spesso di viaggiare con lei per lavoro, quindi ogni volta che succede è dolce, allegro. Siamo complici, tutte solletico e risate, ci piacciono le stesse cose. Vi racconterò meglio in un altro post di tutto quello che abbiamo fatto prima della première, tra SPA e giri per Milano, ma facciamo un fast forward e arriviamo direttamente al pomeriggio del 18.

cener1

Mentre lei era rimasta a giocare con i figli della mia amica e blogger Jolanda, io, lei e Federica abbiamo raggiunto l’hotel Principe di Savoia, dove si tenevano le interviste con gli attori. Mi vedete qui sotto in prima fila, un po’ nascosta dagli altri profili.
Cinderella Disney Richard Madden Lily James

Lasciatemi dire che hanno fatto un lavoro di casting strepitoso.
Lei è l’attrice inglese Lily James e io non posso immaginare ragazza più perfetta per interpretare il ruolo di Cenerentola. Non è solo bellissima ma radiosa, serena, trasmette davvero una grande grazia e gentilezza. E’ il tipo di ragazza che, a pelle, ti piacerebbe avere come amica. Non a caso, nel film fai il tifo per lei dal primo momento.

Cinderella Disney Richard Madden Lily James
Le vedo brillare gli occhi mentre parla dell’emozione di aver interpretato questa eroina, più che principessa, che crede nei valori della gentilezza e del coraggio, che si rifiuta di lasciarsi peggiorare dal dolore, che si sforza di trovare il bello e il buono in ogni cosa e di rispettare ciò che ha intorno. E’ questo che rende Cenerentola centrata e forte, che la aiuta a superare le avversità, e lei trova che sia un messaggio essenziale per i bambini di oggi. Gentilezza non significa ingenuità, piuttosto credere che siano i sentimenti positivi la vera chiave del cambiamento, della felicità. Nel film comprendiamo come Cenerentola non sia solo una vittima delle circostanze, ma una ragazza che ha fatto la scelta di restare, accettando il peso di questa scelta e cercando di vivere comunque la sua vita nel migliore dei modi possibili.
Non abbiamo resistito a farle qualche domanda su abito e scarpetta, il primo – meraviglioso – è stato più somigliante alla versione cartoon con l’aiuto di strettissimi corsetti, anche se a guardarla così esile non si direbbe, mentre le scarpette ahimé, Swaroswski ha realizzato i meravigliosi prototipi ma non erano indossabili, quindi nel film sono ricreate in digitale.

Cinderella
Se nel cartone il principe è un belloccio qualsiasi, non particolarmente memorabile, per il film hanno scelto Richard Madden ovvero l’attore scozzese che i fan di Game of Thrones come me conosceranno per aver interpretato la parte di Rob Stark. Notevole e finalmente, come potete inutire dal trailer, interpreta un principe che ha finalmente una sua personalità.
Durante i pochi minuti di intervista infatti è questo che gli ho chiesto, ovvero avendo finalmente potuto dare un carattere a questo principe, quanto pensa di somigliargli e quanto ha contribuito a costruire il personaggio.
Mi ha risposto che gli piacerebbe molto somigliargli, ne sarebbe onorato: il principe è l’incarnazione del vero gentleman. Al tempo stesso sì, ha aggiunto qualcosa di suo al personaggio: il senso dell’umorismo e la consapevolezzza. Una certa leggerezza che ha dato un’ulteriore sfaccettatura al personaggio, e una chiara comprensione della sua posizione privilegiata. E’ un principe nel quale risuonano molti dei valori di Cenerentola.
Anche Richard Madden è convinto che il film sia un messaggio bellissimo, moderno e rilevante per i bambini di oggi. Dovremmo essere tutti persone migliori, più gentili, coraggiose: il mondo sarebbe un posto migliore.
Una curiosità. Sapete chi vorrebbero interpretare i due attori, potendo scegliere un qualsiasi altro film Disney? Lui Alladin e lei Ursula, la ‘cattiva’ della Sirenetta.

Mi sarebbe piaciuto molto poter fare qualche domanda anche al resto del cast, non solo il regista Kenneth Branagh ma anche la Fata Madrina, Helena Bonham-Carter e la strepitosa Matrigna Cate Blanchett . Molte risposte, a dire la verità, le ho avute dal film.

Cinderella

Tornata in hotel e riunita con Viola che nel frattempo aveva trascorso il pomeriggio tra abiti da Cenerentola e parrucca viola – sì, ha mixato un po’ di roba – ci siamo preparate per la prémiere.

cener5
Abbiamo percorso il red carpet – anzi, il blue carpet – come vere star, per poi scendere nella sala principale e attendere l’inizio del film con un aperitivo. Ero divisa in due. Da una parte c’era la me-blogger che voleva chiacchierare con i colleghi, conoscere persone nuove, godersi il momento. Dall’altra c’era la me-bambina, che insieme a Viola – che saltellava in giro con altri bimbi ma un occhio sempre a controllare dove fossi – non vedeva l’ora che le luci si spegnessero e la magia cominciasse.

cener6Cenerentola Disney

Il film esce tra poco meno di un mese quindi non posso dirvi di più. Sappiate solo che è bello, davvero bello, e che vi riempirà di buon sentimenti. Ve li farà apparire possibili, reali, vi verrà davvero voglia di essere più gentili. E poi è esteticamente impeccabile: costumi, scenografie, ambientazioni. Tutto è colorato, elegante e fiabesco ma al tempo stesso perfettamente credibile e pertinente alla storia.
E loro. Cenerentola, il principe. Che da figurini di carta o immagini disegnate vediamo per la prima volta in carne ed ossa, e per me sono stati incredibilmente nuovi ma anche tanto, tanto perfetti per dare vita alla favola.

Finalmente umani, imperfetti, pieni di dolori e passioni. E di sogni. Quelli in cui vale sempre la pena credere.

cinder7

p.s. Il mio racconto non finisce qui… ho un vlog e il racconto della mia giornata con Viola da condividere con voi 🙂 Ecco il vlog!

Tutte le foto degli attori: credits e copyright Disney

Related Post

Commenti

  • chiaraem

    Ti dico soli che dopo questo post ho gli occhi lucidi. Sono felicissima che la Disney abbia invitato tanti blogger all’anteprima (anche se co sarei voluta essere anch’io in prima linea e credo sia percepibile) perché, certo, loro con i vostri post si fanno un sacco di pubblicità ma danno soprattutto a noi l’opportunità di conoscere tante piccole cose prima dell’uscita nelle sale. E lo sto letteralmente adorando! Ieri ho visto il fantastico vlog di Clio Make-up e sono da una parte morta dal ridere (c’era con lei Claudio di Biagio, ho detto tutto) ma dall’altra stata catturata dalla magia che riescono a sprigionare i due attori protagonisti, che lei ha potuto intervistare privatamente quindi, avendo filmato tutto, è stato come essere davanti a loro. Oggi leggo il tuo post e lo concludo con la lacrimuccia ,perché se mettiamo insieme il tuo modo di scrivere e descrivere e il mio amore sconfinato per Cenerentola (sì, nonostante abbia qualche annetto più di Viola e qualcuno meno di te penso di essere molto sull’onda euforica di Viola ahahah) il risultato solo questo poteva essere! 🙂
    Ora attendo impaziente anche il tuo vlog perché, finché non potrò andarlo a vedere anch’io, credo proprio che mi ciberò dei vlog di voi fortunelli andati all’anteprima 😉

    • Haha come avrai visto il mio vlog non era nulla paragonato a quello di Clio, ma ci ho provato 🙂 Lei e Claudio sono davvero molto simpatici anche dal vivo!

  • Che sogno, davvero! Non vedo l’ora di vedere il vlog!!

  • carissima Chiara come ti invidio (in senso buono non fraintendermi ti prego) avrei pagato x vivere questi giorni che hai vissuto… andrò sicuramente a vederlo al cinema chissà che un pochetto non riuscirà anche la mia piccoletta a guardarlo… e spero che la bellezza di una storia che ha accompagnato tante generazioni e il clima di magia del film, potranno far sognare me e tante altre che i desideri spesso possono avverarsi a presto un abbraccio

    • Vedrai vi piacerà tanto!!! 🙂

  • Ciao Chiara!
    Una curiosità da addetta ai lavori: durante le interviste era presente l’interprete?
    Bello il racconto, belle le foto, bello il vlog.
    Complimenti! 🙂

    • Sì, ed é sempre la stessa da anni!! (Da ragazza ho lavorato come hostess alle anteprime e c’era sempre lei!)

  • Daniela Bradascio

    Bellissimo post Chiara…davvero non ne sbagli una….sempre piacevole leggerli e davvero avvicente il modo di scrivere e di raccontare ciò che senti e che vivi….intanto che ti scrivo ho fra le braccia la mia bimba di 5 mesi che dorme…..ogni volta che la guardo spero di riuscirle a trasmettere tutti i valori in cui credo soprattutto la gentilezza….quella spontanea e vera… quella che se fosse un po’ più diffusa renderebbe la quotidianità migliore. …

    • Grazie mille Daniela!! 🙂

  • Kalheesi

    Grande Richard!! Rob Stark sempre con noi!!

  • michela

    in questi ultimi due o tre anni, al cinema c’è stata la rivisitazione di alcune fiabe. CAPPUCCETTO ROSSO SANGUE, con la bellissima seyfried, poi SPECCHIO e BIANCANEVE E IL CACCIATORE, due versioni di Biancaneve in cui nella prima la deliziosa Lily Allen era lei a uccidere la strega – julia roberts- con la mela avvelenata! e nella seconda, era il principe che dava la mela a biancaneve per gelosia verso il cacciatore, con cui essa trescava. La strega , era quella dea di Charlize Theron con il nome di Ravenna, e mi chiedo quanti hanno collegato questo nome che per noi è una città, con i corvi di cui era perennemente circondata la strega. In ultimo, abbiamo avuto la stupenda Malefica di Angelina Jolie, forse il mio film preferito per le soluzioni trovate nel rimaneggiare la storia della Bella Addormentata. Una sfilza di bellissime attrici e di idee estrose (non sempre geniali per la verità, come quando alla fine Biancaneve e il Principe si scatenano in un bhangra indiano) per cui non mancherò di vedere la versione di Cenerentola. Una cosa, però: per me gentilezza non significa certo bontà nè nient’altro che un’accurata educazione, una persona ben verniciata di cortesia e belle maniere, che mantiene in modo costante e con chiunque per abitudine inculcata fin dall’infanzia, e che sotto sotto cela le cose più strane.

    • Beh nel caso di Cenerentola non sono solo buone maniere, é proprio una bontà profonda che le impedisce di vedere la situazione completamente nera e la aiuta a sforzarsi di non lasciarsi sopraffare dal dolore nonostante tutto. É come se lei dicesse a se stessa “non permetterò a questa sofferenza di rendermi peggiore”.

  • Giulia

    Chiara, sei brava, brava davvero.
    Ho seguito altri blog, ma alla lunga stufavano.
    Tu invece hai oltre ad una grande spontaneità, la capacità di mantenere il tuo stile cambiando ogni volta, adattandoti sempre… sei tu che scrivi, ma ogni situazione, ogni argomento è affrontato con spirito critico e mai scontato: rendi tutto interessante, forse proprio perchè sei tu la prima ad essere interessata.
    Brava, quello che hai te lo meriti!

    • Giulia che bel complimento, ne sono felicissima! Grazie 🙂

  • claudia

    Ciao! Ti posso chiedere un consiglio? Ho una bambina di 3 anni e mezzo e mi piacerebbe portarla a vedere questo film (sì, vabbé, così ho la scusa per vederlo io!) ma non so se riuscirà a seguirlo tutto. E’ molto lungo? Ha scene particolari che una bambina così piccola potrebbe non capire e/o annoiarsi? Il cartone lo ha visto più e più volte e lo adora! Grazie se potrai darmi la tua opinione! Claudia

    • Ciao! Io ho portato Viola per la prima volta al cinema a 4 anni, proprio perché temevo il rischio che non riuscisse a seguire un film per intero o che trovasse scene o semplicemente rumori nel buio della sala troppo forti, però questo è un film molto coinvolgente e non ci sono scene ‘violente’ o troppo intense. Dipende molto dalla tua bimba. Magari prova, e scegliete sedili laterali così in caso di problemi potete ‘defilarvi’ un attimo senza far alzare tutta la fila… non so 🙂

      • claudia

        Grazie! Mi sa che proverò .. magari vado con la sua amica che ha 5 anni (e la sua mamma, che è amica mia!): lo spirito di emulazione in queste cose aiuta tantissimo!!