Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei […]

Alla scoperta dell’Isola d’Elba

Italia Travel ·

Scrivo dal traghetto di ritorno sulla terraferma, una schiaccina pomodoro e mozzarella vicino, la pelle finalmente un po’ abbronzata e già la nostalgia del blu del mare elbano. Sono stata tre giorni all’Isola d’Elba e ho scoperto un posto bellissimo.

elba42A volte è proprio vero che si va a cercare lontano quello che si ha in casa. Più vivo all’estero, più viaggio, più niente mi fa perdere la testa come l’Italia. La bellezza dei paesini, il mare azzurro e trasparente, il cibo squisito e così diverso di regione in regione, il clima perfetto, la natura rigogliosa e il senso dell’ospitalità e del sorriso. Ecco: all’Elba siamo stati accolti non come turisti ma come amici, persone alle quali mostrare tutto il bello di questi luoghi per il piacere di farlo e di condividere.

elba6elba10

Mentre Viola mentalmente soppesava il paragone grigioLondra-azzurroElba e scuola-vacanza decretando di voler cambiar paese perché ‘qui i bambini vanno al mare e non a scuola’, io cercavo di assorbire tutta la bellezza di questi luoghi e di farne scorta, metterli da parte, per quei pomeriggi uggiosi dove dodici gradi e un cielo bianco sono tutto quello che Londra può offrire. Sarà questo sentore di estate iniziata e di gente abbronzata, di vacanze e weekend, profumo di griglia e acqua salata, ma per la prima volta da quando ci abito non ho davvero voglia di tornare a Londra.

elba20elba19

Mi sento così fortunata a poter fare scoprire a mia figlia così tanti luoghi. Sentirla ridere mentre nuota con la sua ciambella-donut, sentire i suoi gridolini di gioia durante il primo snorkeling, quando avvista i pesci, sentirla dire continuamente – con il suo linguaggio piccolo di eccessi e sorrisi – ‘questo è il posto più bello dove sono mai stata’, è felicità pura. Anche se ho sempre paura, non so bene di cosa. Anche se non tutto va sempre bene. Ma il mare: cosa, in fondo, può andare male quando si ha davanti una distesa scintillante con il vento che porta gabbiani e leggende?

elba36 elba37elba40

E le leggende qui sono tante, a cominciare da quelle che aleggiano attorno allo sbarco di Napoleone per finire con il Conte di Montecristo, l’isolotto di fronte. L’Elba, una terra di ferro e fuoco, altoforni e miniere fin dai tempi degli Etruschi. Anche noi visitiamo una miniera, quella del Ginepro, attiva fino al 1981. Qui, armati di caschetto e camminando decine di metri sotto terra, scopriamo gallerie, forni e pozzi scavati dai minatori ma anche inaspettati angoli di luce, dove il sole filtra da fenditure nella pietra e i piccioni vengono a fare i nidi.

elba1 elba2 elba3

Il mare.

Non riuscirete a credere alla varietà di spiagge e approdi che offre l’Elba. Sono 208 e il 70% si raggiunge solo via mare, quindi è ancora piuttosto selvaggia anche se non mancano le aree attrezzate. C’è veramente di tutto: dalla sabbia bianca a quella nera, dai sassolini agli scogli, dalle spiagge lunghe e piatte ideali per i bambini alle calette nascoste e trasparenti, perfette in barca. Ecco: se andate all’Elba io vi raccomando di prendere un gommone o un barchino almeno mezza giornata. Come tutte le isole, dà il suo meglio se presa dal mare. Scoprirete piccoli angoli di paradiso come quello dove ci siamo fermati per pranzo.elba33elba34

Per i bambini piccoli le spiagge perfette sono quelle lunghe, sabbiose e dal fondale basso di Marina di Campo, Lacona o Lido di Capoliveri. La cosa bella è che quasi tutte hanno hotel a pochi metri dalla spiaggia quindi è comodissimo anche per chi ha figli molto piccoli. Spiagge note per la loro bellezza, anche se un po’ più affollate delle altre sono Fetovaia e Cavoli.

Se invece siete soli o con amici, e cercate posti più incontaminati, a me è piaciuta moltissimo la parte di spiagge della Costa Occidentale, raggiungete in barca quelle – splendide – intorno a Campo Lofeno.

elba32 elba14elba29elba22elba43

Il cibo.

Dopo un passato piuttosto blando di ‘cucina internazionale’ oggi l’Elba sta finalmente riscoprendo il suo lato foodie! Ho mangiato carne buonissima (io) e pesce (loro), frutta e verdura buonissime. Il vino è tra i protagonisti dei prodotti locali: qui, sui vigneti che dolcemente scendono verso il mare, si producono l’Aleatico, il vino dolce, ma anche l’Ansonica, il Procanico e il Sangiovese. Piatti tipici sono il Polpo con le Patate, lo stoccafisso e la Schiaccia Briaca – un dolce povero fatto con vino, olio d’oliva, zucchero, uvetta e pinoli. Da mangiare accompagnato all’Aleatico, ovviamente. E se siete in spiaggia non fatevi mancare una Schiaccina: una focaccia tonda fatta di pasta di pizza e ripiena di prosciutto e formaggio o mozzarella e pomodoro. Io pranzerei così tutti i giorni.

Occhio ad agriturismi e ristorantini dell’entroterra che spesso propongono menu a km. zero e con prodotti tradizionali. Addirittura, l’agriturismo Monte Fabbrello è tornato a coltivare il grano autoctono dell’isola, che era ormai scomparso, e con quello fa la sua pasta e il suo pane.

elba39elba46elba41

Sport e attività.

Ho perso il conto di quante persone ho visto volare il bici sulle strade panoramiche e sui sentieri da mountain bike elbani. Qui si trovano infatti tra le piste più amate da chi ama questo sport, e sono per tutti i livelli: dai principianti agli acrobati delle due ruote. Tanti e bellissimi anche i sentieri di trekking: uno particolarmente bello è quello sulle tracce delle essenze dell’Acqua dell’Elba, il profumo che racchiude note olfattive dell’isola come gelsomino, mirto, rosmarino, agrumi. Un altro splendido, da fare prevalentemente in primavera quando fiorisce, è quello che porta da Pomonte a Fetovaia.

Il kayak è un altro bellissimo modo per fare sport ma al tempo stesso esplorare la costa, mentre i maneggi di equitazione per le passeggiate sono diffusi soprattutto nella zona della miniera. C’è anche chi organizza gite a dorso d’asino, quindi ce n’è davvero per tutti i gusti. Per i bimbi sono tante anche le scuole di vela: imparare nelle baie protette dell’isola è perfetto. Bella anche la gita nella barca con il fondo trasparente, e la visita all’acquario di Portoferraio, che raccoglie quasi tutte le specie mediterranee. Ovviamente, non dimenticate lo snorkeling, che si può fare anche vicino ad alcune tra le spiagge più rocciose, come quella di Barbarca.elba15elba17 elba18elba45

Dove alloggiare.

All’Elba c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Dal momento che il turismo si è sviluppato spontaneamente, la maggior parte degli hotel sono piccoli e a gestione familiare. Tantissimi i tre stelle direttamente sulla spiaggia o con accesso al mare, perfetti se si viaggia con i bimbi. Ci sono anche alcuni quattro stelle degni di nota e splendide tenute riconvertite in residence. Come zone: se siete con bambini vi consiglio Marina di Campo, Lacona e Lido, ma io mi sono trovata molto bene anni fa – pur senza bambini 🙂 – anche a Procchio.

Vale senz’altro la pena girare, e l’Elba è un’isola dove – per scoprirla davvero – occorre avere un mezzo. Noleggiate un’auto o un motorino, andate ogni giorno in una spiaggia diversa e ogni sera in un paesino diverso. Vi stupirà la sua diversità di zona in zona, sembra di riuscire a girare almeno tre destinazioni diverse all’interno della stessa isola.

elba26elba24elba25elba28elba5

Per tutte le info: Visit Elba

I MIEI INDIRIZZI

Dove alloggiare
4 stelle – Hotel del Golfo – a Procchio, con deliziose casette e una bella spiaggia.
3 stelle – Tenuta La Chiusa – splendido agriturismo con vigneto direttamente sul mare.
3 stelle – Stella Maris – più ‘direttamente sulla spiaggia’ e sarebbe in acqua.
camping – Laconella – con accesso a due bellissime spiagge e una terrazza mozzafiato.

Dove mangiare

Agriturismo Montefabbrello – menu buonissimo con prodotti locali a km.0
Pilade – per chi ama la carne: provate questa Chianina
Cooperativa dei pescatori Acli Pesca – pescato e cucinato fresco, a Marina di Campo
Publius – carne e pesce su una terrazza vista mare
La botte gaia, Porto Azzurro – consigliato da chi vive all’Elba
Zero Gradi – il gelato più buono dell’isola

elba23elba27

Cosa fare

Elbatrek – Stefano è stato la nostra guida e lo consiglio assolutamente!
Acquario dell’Elba – il Mediterraneo in un acquario
Nautilus – la barca con il fondale trasparente per ammirare il fondale e i relitti
Le vie delle essenze – trekking lungo i paesaggi dove trovare fiori, frutti e piante di Acqua dell’Elba

elba44

Cosa comprare
Acqua dell’Elba – profumi realizzati con le essenze dell’isola: gelsomino, mirto, rosmarino, arancia,
Panificio Nuova Elba – per acquistare la schiaccia briaca da portare a casa
Aleatico dell’Elba – il passito tipico della zona
Minerali e pietre dure, molto diffuse sull’isola, trovate negozi un po’ ovunque.

elba30elba8elba35

Tutte le foto sono scattate con una Canon G1X Mark II. All photos shot with a  Canon G1X Mark II.

La ciambellona-donut si trova su Goolp.it

Related Post