Atlantis: l’oceano in un resort

Emirates Travel · · 6 commenti

C’era una volta una Polpetta che una sera di Maggio andò in aeroporto e salì su un bellissimo aereo Gulf Air pieno di cose buone da mangiare e giochi da fare (per fortuna, visto che se riesci a rilassarti durante un volo il viaggio inizia meglio :D). Si rilassò su una poltrona comoda, dormì un bel po’, e si svegliò giusto in tempo per cominciare cinque giorni magici: prima una visita alla mitica città sommersa di Atlantis, poi un soggiorno alla scoperta della bellezza del Bahrain.

gulfair6gulfair2

La cosa più bella del viaggiare è, senza ombra di dubbio, la possibilità di vedere posti tra i più diversi fra loro. Esteticamente, culturalmente, naturalisticamente. Negli ultimi anni ho alloggiato nei posti più disparati: a casa di persone normali, a Cuba, che per lasciarci la stanza dormivano in soggiorno. Negli ostelli di design in Portogallo. In camere ‘di vetro’ sulla Great Ocean Road. In hotel mozzafiato. Però Atlantis The Palm, a Dubai, dove siamo stati a Maggio scorso, è diverso. E’ una di quelle esperienze del tutto fuori dalla norma, per la grandezza del resort, per il lusso, ma soprattutto per la varietà di esperienze incredibili che offre. Soggiornare all’Atlantis è praticamente un viaggio in sé.atla15

Avete presente The Palm di Dubai, ovvero le isole artificiali costruite in forma di palma? Ecco, l’Atlantis si trova sulla punta della palma. Come suggerisce il nome, il suo tema è Atlantis, la città sommersa.

atla4atla28atla25

Viola, con la sua koalina, è impazzita di gioia dal minuto uno. Quello in cui abbiamo messo piede nella nostra camera vista mare, o forse quello in cui si è resa conto che lì al contrario di Londra si poteva girare in canottiera e fare il bagno nelle varie piscine. La piscina, se non è chiaro, è la sua passione. Appurati i quasi quaranta (!) gradi e anche la temperatura perfetta dell’acqua che consentiva il bagno praticamente a tutte le ore, quello che abbiamo fatto immediatamente, il tempo di aprire le valigie e tirare fuori due costumi, è stata lanciarci in acqua 🙂

atla16 atla17 atla18

Alloggiare all’Atlantis però consente anche l’accesso al suo parco acquatico Aquaventure. Ecco: dimenticate quello che sapete sugli aquapark, questo è qualcosa di incredibile.

atla13atla10atla11atla12

Chilometri di piscine e giochi ad acqua: dai castelli per i più piccoli allo scivolo più veloce e alto del mondo per i più grandi, The Leap of Faith – l’atto di fede (tutto un programma). E’ il sogno ad occhi aperti di chiunque ami il binomio acqua-divertimento, non ho mai visto tante attrazioni tutte insieme: da quella tranquilla sulle ciambellone che si può fare con i bimbi dell’età di Viola – ci sono le rapide ma durano pochi secondi – a quelle che ti sparano letteralmente su un ‘piatto’ inclinato sospeso a velocità supersonica, con un effetto tra il razzo spaziale e la lavatrice. Percorsi che si snodano per centinaia di metri e curve prima di farti atterrare in acqua con un sonoro splash, e gommoni da otto persone che scendono giù vorticando sulla superficie bagnata di un mega scivolo.

E poi ci sono le esperienze speciali dell’Aquaventure. La più quotata è sicuramente l’incontro con i delfini a Dolphin Bay – posso dirvi che ho visto delfini estremamente curati e rispettati, in spazi ampi, ma lascio ad ognuno di voi la scelta etica sulla questione per cui non voglio soffermarmi troppo visto che anche io preferirei vedere gli animali nel loro ambiente naturale – sappiate che ad Atlantis c’è questa possibilità ed è genericamente amata dai bambini. Un’altra, più ‘soft’ è il Ray Feeding, ovvero partecipare al momento in cui le razze dell’acquario vengono nutrite. E’ piuttosto divertente anche se ‘strano’, perché in cerca di cibo, servito direttamente dalle tue mani, le razze vengono ad ‘annusarti’ e ‘assaggiarti’ per capire se nascondi qualche gamberetto e il risultato sono delle specie di bacini sulle gambe.

atla9

La parte più bella di Atlantis è comunque il suo acquario. Alla fine del corridoio di sinistra, superati due bar, alcuni negozi e un ristorante, ecco lo spettacolo incredibile che ci si è parato davanti. Metri e metri di acquario sopra la nostra testa, e noi piccolissimi a osservare i pesci come se fossimo davvero con loro, sul fondo del mare.

atla5 atla6

Lo spettacolo è di quelli da mozzare il fiato, e se c’è una cosa che non riuscirete a fare se vi troverete davanti a questo acquario, è quella di riuscire ad andarvene dopo pochi istanti. Resterete. Incantati. Minuti, mezz’ore, forse ore. Come noi, vi metterete vicinissimi al vetro per cercare di sentirvi lì dentro, in quel mare di blu con oltre duecento specie marine. Come noi, vi metterete a sedere incuranti dei minuti che passano e non riuscirete a fare altro che fissare quell’acquario, vedere come ogni specie marina – squalo, razza, pesce napoleone, branco di sardine – si muova con grazia infinita, come volando nell’acqua silenziosa.

atla29

Altra cosa che ha affascinato Viola: i buffet. Sia al Saffron che al Kaleidoscope abbiamo avuto a che fare con menu provenienti dalle più rinomate cucine internazionali, con metri e metri di sushi, arrosti, crepes, gelati, pasta, dolci ma soprattutto con le fontane di cioccolata 😀

atla3atla27

Ovviamente ci sono anche degli splendidi ristoranti A’ La Carte come l’italiano Ronda Locatelli (‘fratello’ di Locanda Locatelli a Londra) e la steakhouse Seafire, consigliati entrambi. Se avete qualche giorno è imperativo uscire dal resort e farsi un giro a Dubai. Le zone più carine sono Dubai Marina e Madinat Jumeirah, un mercato-zona turistica sul canale, piena di ristorantini, dove abbiamo fatto un aperitivo sotto un cielo blu cobalto.

atla20 atla21 atla22 atla23

atla30atla35

L’ultimo (o il primo?) luogo da visitare ad Atlantis sono The Lost Chambers. Ancora una volta si tratta di un acquario, ma uno tra i migliori che avrete occasione di vedere. Esteticamente emozionante, con un percorso misterioso e pieno di dettagli legati appunto ad Atlantis, la città perduta, e splendido per l’allestimento, l’illuminazione, la varietà di specie e infine la stessa enorme vasca dell’acquario precedente ma vista da un’altra prospettiva. Questa volta con i cuscini a terra perché sì: vi sederete, e lo fisserete incantati.

atla33 atla34atla31

INFO

Come arrivare: Gulf Air

Il resort: Atlantis The Palm

L’aquapark: Aquaventure

L’incontro con i delfini: Dolphin Bay

A Dubai: Dubai Marina – Souk Madinat Jumeirah

Post in collaborazione con Gulf Air e Atlantis The Palm. Le opinioni espresse sono personali.

Related Post

Commenti

  • Chiara

    Bellissimo, senza dubbio.
    Ma mi sembra tutto così finto. Non ce la posso fare…
    Non mi attrarrà mai al punto da decidere di prendere x-mila euro e andare a visitare sto posto.

  • cialdina19

    Maestosità e meraviglia in ogni dove! Stupendo.. La camminata saltellante non l’abbandona mai Viola! 🙂 dalla Puglia, a Disneyland a Dubay sempre con lo stesso passo!

  • Lucrezia

    Stupendo 😀 Io ho una specie di feticcio per gli acquari e se mai andrò a Dubai devo assolutamente vederlo!

  • Mella1976

    Hai la capacità di farmi venire voglia di partire subito, anche per la destinazione ,che fino a un attimo prima di leggere il tuo articolo, non avevo proprio mai preso in considerazione. Che si tratti di Dubai, del supermarket sotto casa o delle nostre mete italiane,l’impulso è sempre lo stesso….dateme una valigiaaa!!
    Brava!

  • Bello il video Chiara! Sembri molto felice! E Viola poi è una bambina veramente fortunata!

  • Robi

    Brava! Sembra bellissimo.