Cornetti del bar per la colazione, fatti in casa!

Food · · 22 commenti
cornetti00

C’è una cosa che mi manca tremendamente della vita italiana oltre sole, mare e clima: la colazione col cornetto e il cappuccino.

Intanto perché la colazione è il mio pasto preferito della giornata. Quella, e il dessert dopo cena guardando una serie tv (mo’ che vi arriva Netflix in Italia capirete. Ah, se capirete. E io sarò qui a consolarvi ma soprattutto a consigliarvi tutte le serie più fighe. He he). E poi perché il cornetto all’italiana, ovvero non burroso e sfogliato alla francese ma morbido di pasta brioche, è praticamente introvabile qui a Londra e credo in generale all’estero. Trovi tutto: anche la mozzarella di bufala arrivata due ore prima dalla Campania, lo Spritz alla veneta, la piadina autentica romagnola, il salamino di cinta senese e la burrata pugliese. MA IL CORNETTO DEL BAR, NO. Manco a morì.

Ho deciso che l’unica soluzione era farmeli da sola, in casa. Dopo aver provato un numero consistente di ricette fallimentari sono tornata dal mitico Vittorio di Vivalafocaccia: lui, il faro nella notte quando si tratta di panificazione e dei lievitati per tutti gli expat (e non). La sua ricetta per i cornetti di pasta brioche è facile e perfetta.

cornetti0cornetti1cornetti2

Per l’impasto ho usato il Kitchen Aid Artisan fiammante. Devo ammettere che forse il fallimento delle ricette precedenti era probabilmente l’impasto, mentre con la planetaria esce fuori che è una bellezza. Praticamente basta mettere gli ingredienti e fa tutto lei. A me e a Viola tocca la parte divertente: impastare, stendere e tagliare i triangolini da riempire con Nutella o marmellata.

cornetti3

Se vi state chiedendo cosa sia questa meraviglia sul braccio di Viola: no, non si è fatta tatuare una manica mentre ero distratta, né l’ho abbandonata a Glastonbury per la settimana. Semplicemente è tornata da una festa dove c’era una body painter favolosa. Potete vedere un’altra foto qui.

cornetti4

Sarò sincera, la parte più faticosa del fare questi cornetti è aspettare. Per il resto è tutto facilissimo anche perché, come sapete, per filosofia qui nella sezione Food non posto nulla che non sia veramente alla portata di tutti. Perché se ci riesco io (etc etc).

Io mi sono regolata in questo modo: ho fatto il primo impasto (farina 00, farina manitoba, zucchero burro, uova, essenza di vaniglia, latte e lievito – sotto trovate il link con tutte le dosi) e l’ho lavorato un pochino, poi diviso in due lasciandolo lievitare, coperto da pellicola e strofinaccio, per un paio d’ore. Passate queste ho steso la pasta in due cerchi, formato i cornetti e qui viene la parte interessante: metà li ho lasciati, coperti, a lievitare durante la notte. Metà li ho surgelati e, pare, tirati fuori la sera prima lieviteranno durante la notte e saranno pronti per la cottura al mattino (vi farò sapere).

Comunque durante la notte sono cresciuti benissimo e la mattina erano pronti per una spennellata di uovo e latte ed essere infornati per una decina di minuti.

cornetti5cornetti6cornetti7

Voilà.

Ora: ditemi se non è una colazione streeeepitosa! Erano BUONISSIMI: morbidi e umidi al punto giusto, il ripieno ancora cremoso.

cornetti9 cornetti8cornetti14 cornetti13

Fiera? Di più! Finalmente a casa la colazione con cornetto e cappuccio <3

E poi che bello svegliare Lui e Viola con: “stamattina cornetti caldi alla Nutella!”.cornetti12 cornetti11 cornetti10

Trovate la ricetta completa passo passo e anche la video ricetta dei cornetti da bar sul blog VivaLaFocaccia.

Related Post

Commenti

  • Paola

    Boni ve? Io li faccio spesso, ma poi li mangio anche durante il giorno e quindi meglio evitare. Brava Chiara! Ho letto di Netflix e sono intenzionatissima a non cedere perchè già il connubio sky on demand e serie-dipendenza è pericoloso, ma in caso proprio fossi “costretta” mi darai le dritte giuste;)

  • valeria

    sono bellissimiiiiiiiiiii! brava!

  • Robi

    Che roba! Da provare assolutamente, sono una frana totale in cucina ma confido nel “se ci riesco io (etc etc)” 😉

  • Simona

    Bravissima! Anche io mi sono munita di impastatrice Kenwood per mangiare le mitiche “brioche col tuppo” siciliane,da mangiare con la granita, introvabili in Lazio dove adesso vivo,e…soddisfazione estrema, meglio del bar! La colazione d’estate giù da noi è quella, granita e brioche!

  • cialdina19

    Confermo che anche mia mamma li fa, anche lei impastandoli con la planetaria, e poi appunto .. abbonda con le quantità una volta e il resto li surgela e quando ne abbiamo voglia li esce la sera prima e durante la notte lievitano. Poi la mattina ai cuociono e sono goduriosi! ovviamente d’inverno lievitano più lentamente che in estate viste le temperature più basse ..

  • michela

    sono convinta che Lui ti ha benedetta come la Madonna!!!! e Viola, poi, chissà com’era contenta!

  • Chiara

    Ciao!
    Bravissima. Non ho capito le dosi..

    • Ciao! Dal momento che la ricetta non è mia, ma del sito Vivalafocaccia non volevo ‘rubargli traffico’ copiandola esattamente. Trovi quindi il link con dosi e procedimento alla fine del post!

  • Eleonora

    vambeh, ma sei una sadica…. io chiusa in ufficio a sbavare!!!!

  • Bee_

    ma dici che senza la planetaria (che non ho) l’impasto non viene bene lo stesso? :-(

    • Claire

      La planetaria impasta in maniera più omogenea, di conseguenza l’impasto è migliore.

  • Dominique Varga

    Ma a Roma dove li trovi cornetti così? Io li ho mangiati a Napoli, ma a Roma mi sembrano diffusi proprio quelli di sfoglia, la maggior parte delle volte nemmeno tanto buoni…

  • marina

    Subito le serie tv! Sapere sapere! :)

  • Sara

    Ecco lo sapevo, non ho la planetaria….uffi….

  • Titti Minini

    Finalmente riesco a leggere questo post…anche a Milano nei bar fai fatica a trovare le brioches con questo impasto. Io le trovo dal panettiere o in pasticceria. A settembre finite le vacanze e il caldo sarà una delle prime ricette da provare. Comunque io uso il kenwood (come concetto è uguale al kitchenaid) e la differenza tra impastare a mano o con le fruste elettriche e usare questi aggeggi si nota eccome, soprattutto coi prodotti lievitati. Sbatti tutto dentro anche senza seguire un ordine preciso e in pochi minuti hai l’impasto perfetto.

  • mirtilliepois

    A me piacciono i croissant di pasta sfoglia… però questi hanno una bella faccia! :)
    quando tornerò ad avere il coraggio di accendere il forno proverò!

  • Nevanaard

    Sempre grande rispetto per Vittorio! Ma l’indirizzo di vivalafocaccia non è .com? Il link che hai messo manda in un posto inquietante. E sempre rispetto anche per te naturalmente!!!

  • Nevanaard

    Il primo dei due link.

  • Angela

    Capisco che vuoi dire! Qui in Canada non arrivano cornetti cosi’ e quindi me li faccio da sola. Ho anche la stessa macchina per impastare, rosso fiammante!!! :)

  • Elenilla

    Li ho fatti ieri sera e alcuni (gli altri sono nel congelatore) li ho cotti stamattina! OTTIMI! Ieri,al primo giro di riposo dell’impasto,dopo 2 ore di attesa,immaginavo di vederlo lievitare un po! Invece nulla! E mi son spaventata! Invece poi il riposo della notte,a cornetto già formato,è andato benissimo! Cottura col mio forno 13 min! Piaciuti anche a mio marito e ai miei due bimbi di 6 e 4 anni! Grazie! Ah donattina provo il cornetto scongelato nella notte e ti faccio sapere!

  • Elenilla

    Cornetto scongelato nella notte PROVATO! Non crema e come l’altro appena fatto però il risultato è OTTIMO lo stesso! Da provare!

  • mirtilliepois

    Fatti…e sono fantastici, oltre ad essere facilissimi da fare!
    Ora mentre aspetto con ansia l’uscita di Netflix – mancano pochissimi giorni – mi sto guardando tutte le ricette di Viva la Focaccia. Hai creato un mostro! :)