Libri da ascoltare: perché mi piace Audible, il Netflix dei libri

Style · · 3 commenti
Audible in Italiano

Appena le porte della metro si chiudono, una schiera di lettori silenziosi tira fuori i suoi volumi dalle borse e dagli zaini, libri nuovi fiammanti e pagine ingiallite della biblioteca, e-reader e giornali.

Il tempo smette di essere quello vuoto degli spostamenti e diventa il regno di una storia.

Ho riscoperto anche io il piacere di girare con un libro nella borsa, una voce, un’avventura da tenere sempre con me per rendere quei minuti non inutili ma belli, coinvolgenti, istruttivi.

Provo una certa soddisfazione nel finire un libro ogni settimana o due e sapere di averlo fatto nel tempo per raggiungere il coworking.

Sento che sto facendo qualcosa di bello per me.

Fino ad ora avevo provato solo modalità di lettura ‘classica’, che è ancora quella che preferisco, e digitale, ma la modalità audiobook ancora mi mancava.

In tutta onestà: ascoltare un libro non mi attirava molto.

Era strano, perché invece i podcast mi piacciono – tra i miei preferiti Serial, Big Magic e Ctrl Alt Canc – e con mia grande sorpresa piacevano tantissimo anche a Viola, che per qualche viaggio ha ascoltato dei podcast per bambini che avevo scaricato sul telefono.

Poi, quest’estate, abbiamo incontrato Audible.

Audible in Italiano

Si tratta di una libreria di più di 70mila audiobooks di cui 12mila in italiano, best-seller e grandi classici. E’ disponibile sia online che su App, ed è parte del gruppo Amazon.

Avendo tanti km da fare e tanti dopopranzo da passare in spiaggia, in quelle ore calde e placide prima di poter rifare il bagno (anche se ho letto che questa cosa dell’aspettare almeno due ore sarebbe inutile, voi che ne pensate?) ho deciso di iniziare a provare l’app. Loggarmi è stato molto semplice dal momento che sono un’utilizzatrice compulsiva di Amazon e l’account è lo stesso.

A questo punto sotto le mie dita si è dischiusa un’immensa libreria virtuale, dove tantissime categorie attendevano di essere scoperte.

Audible in Italiano Audible in Italiano

O meglio, esplorate con una certa convinzione.

E coraggio.

Come tutte le ‘estensioni’ di Amazon che uso – Amazon Prime innanzi tutto – la user experience devono averla studiata con il chiaro intento di placare l’entusiasmo dell’utente.

Una volta entrati nella categoria non c’è quasi modo di navigarla, si può solo scorrerla. In compenso c’è il tasto cerca.

Anche le illustrazioni di copertina dei libri sembrano quelle dei cd tarocchi che si trovavano in spiaggia negli anni 90, dove compravi ‘Queen – the best of’ scritto con la clip art arcobaleno di Word su uno sfondo stellato. Ti senti vagamente abusivo ogni volta che scarichi un audiobook.

(Audible, ce mettiamo d’accordo e tee faccio io le copertine, te prego, fai qualcosa)

Audible in Italiano

L’App di Audible vi chiederà di lasciar perdere, ma voi indomiti non lo farete, ed è allora che si dischiuderà un mondo di splendidi contenuti.

image

Messo a tacere l’occhio, è ora di aprire le orecchie.

Ascoltare un libro è coinvolgente, rilassante e intenso, ma soprattutto regala un nuovo senso a momenti altrimenti morti.

Non l’avrei mai detto, forse perché la mia esperienza più recente risale a Gobbolino il gatto della strega delle Fiabe Sonore (a mille ce n’è… nel mio cuore di fiabe da narrar/daa narraaar) e quindi non so che effettivamente oggi, nel 2016, gli audiobook sono narrati da fior di attori – se non, a volte, dagli autori dei libri stessi.

image

Così abbiamo Chiara Gamberale che legge Chiara Gamberale, ma anche Claudio Bisio che legge Faletti e Carolina Crescentini che legge La ragazza del treno, ma anche bravissimi interpreti che leggono eccezionali autori come Elena Ferrante, Isabel Allende, Alessandro Baricco o Milan Kundera.

Una delle scoperte più belle, a mio avviso, sono i grandi classici per bambini.

Audible in Italiano

Se da una parte a Viola piacciono molto le favole, anche perché si ascoltano in un tempo relativamente breve, io ho scoperto quest’ingegnosa somministrazione di Jules Verne, Luisa May Alcott e Dumas in formato audiolibro.

Lungo, intenso, avventuroso, da ascoltare un pezzo per volta, da assaporare durante momenti di risposo o da usare come bellissima storia della buonanotte durante un lungo viaggio.

Audible in Italiano

Audible funziona così: ci si iscrive e con un abbonamento mensile di 9,99 euro si possono ascoltare tutti i libri che si desiderano. Per scaricarli è richiesta una connessione internet, ma dopo si possono ascoltare anche offline (ecco perché lo trovo molto utile durante i viaggi).

Vi consiglio almeno di provarlo, perché il primo mese è completamente gratuito.

Potete iscrivervi scaricando l’App (qui su Android, qui su Apple e qui per Windows) o sul sito di Audible. Se avete già un account Amazon, semplicemente accedere con quello.

Fatemi sapere cosa ne pensate!

Commenti

  • cialdina19

    10 minuti di Chiara Gamberale!!! E’ lì che attende di esser letto, ma…. :((( poco tempo per leggere!

    Comunque non so se sono da audiolibro.. avevo provato anni fa, ma il vocione che mi leggeva uno dei miei libri preferiti non mi piaceva manco per niente XD

    Riproverò, dai….

    Ps. se Viola è ancora nella fase piratessa, alla tua lista aggiungerei Stevenson, “L’isola del tesoro” ^_^

  • Federica de Quagliatti

    Anch’io ero molto scettica verso gli audiolibri, ma questa estate mi sono decisa a scaricare Audible ed è stata una piacevole esperienza. Vorrei ci fosse qualche titolo in più tra le novità, ma non posso lamentarmi.

  • Monia Maddio

    A Palermo due giorni fa pioveva fortissimo, mi sono rifugiata alla Feltrinelli e nell’attesa che un mio amico mi raggiungesse ho iniziato “per dieci minuti”: è stato subito amore. Al secondo capitolo però, il mio amico è arrivato e io sono stata costretta a lasciarlo lì il libro, avevo giusto i soldi per un pranzo veloce e il biglietto del treno (come ogni studentessa fuori sede che si rispetti). Ma una volta in viaggio, fremevo dal sapere come avrebbe impiegato Chiara quei suoi dieci minuti.. torno a casa e racconto a mia sorella le pagine che avevo letto, persino lei resta con la bava alla bocca in attesa del resto. Poi ieri su Facebook becco per caso il tuo articolo, che ha per esempio proprio lo stesso libro! Mi entusiasmo, lo scarico, trovo il testo – nessuna serie tv stasera!- dico a mia sorella, e così passiamo il resto del tempo che ci separa dal sonno ad ascoltare le parole dell’autrice. Siamo già al settimo capitolo.. che grande scoperta! Grazie :)