Regali orrendi e cosa significano

Life · · 25 commenti

Sponsored.

Sta per arrivare quel momento dell’anno. Quello in cui tutto lo sforzo dei muscoli facciali e delle corde vocali è impegnato in un unico, arduo obiettivo: mimare sorpresa e gioia all’apertura di ogni singolo pacchetto.

Ripeti con me:

Ma è belliiiiiiiiiiissimoooo, non duoooooveeeeeeeeeeeeviiiiiiiiiiiiiii.

(è la gioia che dà l’effetto ralenty)

Regali orrendi e dove trovarli avrebbe potuto essere il titolo del post, ma dove trovarli è evidente: almeno uno, sotto il vostro albero.

Quindi condividete questo post, per evitare che anche quest’anno a qualcuno dei vostri parenti o amici venga in mente di proporvi una di queste horror story incartate in alberelli argentati. Uno di questi sfascia famiglie e rovina amicizie col bigliettino.

Perché tanto lo so, potete contarne sempre almeno uno – anche se oserei dire almeno cinque – sotto il vostro albero addobbato.

 

L’abito improbabile

Descrizione: potrebbe essere come quello che fu regalato a me un Natale: monocolore, giallo-banana composto da fuseaux ( si chiamavano così all’epoca), felpa e ‘collo’, cioè un manicotto da mettere al collo. Potrebbe altrimenti essere un maglione così festivo che Babbo Natale piuttosto esce in mutande, un paio di pantaloni color male di vivere o una maglietta con dei disegni di cristalli che sottintendono ‘disperazione’ più della parola crazy nella bio di Facebook.

Il significato di questo regalo è: volevo tantissimo farti un regalo personale e indovinato, poi sono stato all’Outlet.

 

La pantofola simpaticissima

Il modello classico è a forma di orsetto, gattino o personaggio dei cartoon. Danno l’illusoria idea di essere sì bruttissime ma tutto sommato molto calde, invece no. Tutto il posto disponibile è stato già occupato dall’animale, resta solo uno stretto vano di entrata fino alla sottilissima suola antiscivolo, che porterà i tuoi piedi a contatto col pavimento gelido. Utilizzare questo tipo di pantofola è come camminare scalzi, ma con un gatto attaccato alle caviglie. La versione deluxe natalizia prevede anche la forma di elfo o renna alla quale, premendo un orecchio, si illumina di rosso il naso mentre suona Jingle Bells.

Il significato di questo regalo è: volevo umiliarti ma non sapevo come.

 

L’accessorio in lana cotta

Tutti gli oggetti di lana cotta, abitualmente eco e solidali e colorati con tinture naturali, hanno questo effetto ‘lo hobbit incontra la gattara vegana’. Possono anche essere splendidi e di amabile fattura, fatto sta che se sei vestita in lana cotta la gente automaticamente immagina nel tuo vocabolario parole come macrobiotico, pannolini lavabili e faccio il sapone in casa. Questo va benissimo per persone che sono coerenti con lo status, un po’ meno se hai l’effetto ‘mamma di About a Boy’ e vuoi imporre lo hobbit e la gattara a qualcun altro.

Il significato di questo regalo è: ti ho mai parlato delle scie chimiche?

 

Il pigiama anti-autostima

Coi disegni coccolosi e la stoffa sulle ginocchia che diventa un sacccoccio al secondo utilizzo, questo pigiama è usato per farti sentire un reietto della società e un fallimento ambulante nel breve intervallo in cui passi davanti allo specchio, tra la colazione e il momento di vestirti. La gente che dice ‘vorrei stare tutto il giorno in pigiama’ probabilmente ha questo pigiama. Esso è un buco nero, un vortice oscuro che ti risucchia verso i meandri della versione peggiore di te stesso: quella che non le andava di vestirsi, che ha le briciole nel letto e che si è annusata l’ascella.

Il significato di questo regalo è: la vita sociale è sopravvalutata.

 

Il set di saponi

Nel set di saponi, abitualmente contenuto in un cestino bianco o in una scatola di cartone colorata, ci sono: delle saponette alla violetta che odorano di niente. Un bagnoschiuma al ‘cotone naturale’ che odora di sapone liquido dell’Autogrill. Una crema alla ‘spuma di limone’ che odora di piatti lavati. Una spugna sintetica che nel giro di 24 ore dal suo utilizzo conterrà il virus della salmonella e un’embrionale forma tifoide.

Il significato di questo regalo è: potresti migliorare la gestione delle tue esalazioni corporee.

 

Il cofanetto

‘Cos’è un cofanetto?’ chiese il bambino. ‘Il cofanetto è quella cosa che si fa scadere’ rispose il saggio. Il cofanetto, che contiene una lussuosa offerta tra esperienze o viaggi appetibili, è notoriamente studiato per posizionarsi tra le coordinate direttamente proporzionali alfa, della maggior distanza o difficoltà di raggiungimento (noto come sbatti) e beta, del maggior interesse per l’attività. Il saggio giura che se ti regalassero ‘Malessere e mortacci’ invece di ‘Relax e gusto’, esso sarebbe posizionato esattamente a cinque minuti a piedi da casa tua.

Il significato di questo regalo è: misurerò la tua amicizia in base a quanto tempo ci metti a usufruire del cofanetto, e te lo chiederò ad  intervalli regolari di 15 giorni.

 

Il dono inquietante

Eccola li, me la ricordo ancora come se fosse ieri. Una befana di stoffa con lo sguardo da serial killer alta novanta centimetri, che ho riposto in un armadio. Quell’armadio poi, per anni, non l’ho più aperto da sola per paura che la vecchia saltasse fuori e mi uccidesse. Un’altra volta mi hanno regalato un originale troll dalla Norvegia alto trenta centimetri. Infine, a chi non è mai capitata una qualche statuetta dallo sguardo maniacale, o un ciondolo gotico sicuramente coperto da qualche antica maledizione?

Il significato di questo regalo è: sette giorni (cit.).

 

Il boxer imbarazzante

Una volta sono uscita con un uomo che aveva dei boxer con sopra disegnati degli hot dog sorridenti con scritto ‘eat me’. Solo una volta. Il boxer improbabile è il classico regalo in famiglia o tra fratelli. Vuole essere uno sfottò un po’ cameratesco, ma sopravvaluta la capacità maschile di cambiarsi le mutande. Pensateci: un boxer pulito in più a casa. E’ quasi matematico che prima o poi, per mancanza di altri indumenti intimi puliti, esso venga indossato. Se riflettete sul fatto che quando un uomo ha veramente bisogno di indossare boxer puliti è quando esce con una ragazza, la combinazione è letale. Hanno ucciso più relazioni i boxer orribili delle corna, io credo.

Il significato di questo regalo è: mi rifiuto di pensare che tu abbia una vita sessuale, quindi te la ammazzo in partenza.

 

L’inutile gadget tecnologico

Calcola l’intervallo di tempo tra un insulto e l’altro nelle partite di calcio, poi te lo posta su Facebook. Cambia colore della luce ogni volta che qualcuno fa una puzzetta. Se capovolto, emette dei lamenti finché non lo si rimette in posizione normale. Applica il principio della lava lamp allo specchio del bagno. L’inutile gadget tecnologico si vende in pretenziosi negozi anti-hipster frequentati da gente con le Hogan. Le sue caratteristiche sono: ha un prezzo non commisurato alla sua inutilità, ha colori sgargianti o metallici ed è difficile da spiegare.

Il significato di questo regalo è: sapevo che avevi cattivo gusto, guarda quanto ti piace!

 

Il fatto a mano

L’agenda in carta pressata. Il centrino della nonna. La sciarpa giallona che si arrotola su se stessa, che quando la indossi sembri Britney Spears col pitone albino agli MTV Awards del 2001, solo che il tuo è di lana merino. Il quadretto in pittura acrilica con uno scorcio di un paese che potrebbe essere Frosinone, ma davanti c’è un unicorno e dietro il mare.

Il significato di questo regalo è: li fa mia sorella.

Regali orrendi e cosa significano - regali piu brutti di Natale

 

Ora: la prima cosa che voglio sapere da voi è quanti effettivamente ne avete ricevuti durante gli ultimi natali.

La seconda cosa è che esiste un’alternativa al regalo orribile, ed è fare coming out sulla nostra wishlist. Basta far spendere ai parenti soldi inutili perché brancolano nel buio finché non scelgono a occhi chiusi nella collezione 2006 dell’outlet dietro casa.

Ho scoperto Christmas Spoiler di Leroy Merlin, iniziativa con la quale finalmente riuscire a mandare ‘un segno’ a chi vuole farti un regalo ma non ha proprio idea di cosa farti. E sono tutti regali utili, non l’ennesima sciarpa-pitone che finirà dimenticata in fondo all’armadio.

Vi basta cliccare qui, scegliere il regalo che vorreste, cliccare sull’icona con scritto Spoiler e… voilà. Il regalo apparirà magicamente sul vostro profilo Facebook come qualcosa che davvero desiderate.

Se poi vi arriva l’ennesimo cesto di saponi… oh, due domande fatevele.

Commenti

  • caliel

    Grande Chiara! 😀 questo post andrebbe inviato stile spam alle persone che hanno avuto la brillante idea di regalare certe cose in passato! Chissà .. magari si fanno un mezzo esame di coscienza.. comunque sia! Per quanto mi riguarda finora “vanto”: il set di bagnoschiuma supermegacaramelloso.. che ok che sono golosa, ma da lì ad andare in giro profumando di big bubble .. anche no; braccialetti/collanine di lana cotta che manco il tempo di tornare a casa finivano nella scatola degli oggetti da nascondere-dimenticare (qui ci colpa un pò mia madre, che anche se i regali erano brutti, inutilizzabili, non dovevi MAIIIII buttarliii!!!); i boxer i con coniglietti mio fratello, ma la sua faccia inorridita mi faceva dimenticare per 2 secondi dei miei beeeellissiiiimi regali; palette di ombretti color rosa/azzurro/giallo shocking e che quindi neanche a 13 anni mi facevano sentire figa o felice di ricevere trucchi, perchè facevano cag.. o.O diciamo che avendo gli occhi castani non erano i colori più adatti a me. Il che mi portava a pensare: 1. perchè mi regalano ombretti di colori che mi stanno male? 2. perchè colori così “sobri” se poi ti “rimproverano” di truccarti troppo sgargiante, se quei colori sgargianti me li hai regalati TU?; 3. le famose commesse, che di solito si prodigano a dar consiglio e non ti lasciano manco avvicinare alla vetrina da sola, dov’erano quel giorno? Già a quell’età una mezza idea me l’ero fatta.. un pò malpensante, ma me l’ero fatta..

    • Haha… secondo me questi regali li abbiamo ricevuti più o meno tutti nella vita. Spammate il post e terminate questo scempio!!!

  • Fantastica….pensa…io ci ho scritto un post anni fa (si chiamava la lista dei non regali) e…curiosamente i regali che non volevo sono molto simili ai tuoi!!Io sfoggio ancora con un misto di vergogna e ribrezzo un paio di pantofole a “Renna” è in qualche angolo della casa ho nascosto uno “sbuccia-mele”… non puoi capire l’inutilità di quell’oggetto…la sua mostruosità è offuscata solo dal “conserva metà banana”… Aiuto…speriamo bene per quest’anno!:-)

    • Ma lo sbuccia mele è quello che le taglia o un’altra cosa?

      • Non le taglia…le sbuccia proprio…è un attrezzo nel quale “infili” la mela,giri la manovella e la lama gira intorno alla mela e la sbuccia..se cerchi su google “sbucciamele” puoi ammirare questo splendido oggetto!:-)

        • Giulia

          ma noooo io ce l”ho e lo ADORO!!!!

  • Silvia

    Ricevuti tutti… insieme al set di incensi puzzolenti o dei capi d’abbigliamento non solo di dubbio gusto ma anche di tre taglie più grandi o più piccoli…

  • hahah post stupendo. Potrei scriverci un libro sui regali “ma perché?” che ho ricevuto negli anni. Il mio padre é il RE dell’abito improbabile, ma anche degli accessori improbabili. Qualche anno fa mi ha regalato un braccialetto rosa con un ciondolo a forma di un gigantesco polipo argentato (ma perché? Perché il polipo?) con la motivazione: “il rosa é il tuo colore preferito”. Sí papá, quando avevo nove anni! Non vedi che da almeno dieci anni sono sempre vestita di nero oppure di un’altra tonalitá di nero? Non ti dice qualcosa? Di magliette con i disegni di cristalli ne ho cosí tante che potrei aprire un negozio! Poi i parenti che ti regalano un pigiama con paperette sopra quando sanno benissimo che hai 32 anni. Ho di recente traslocato e volevo donare il tutto al charity shop, ma mio marito é corso alle difese dei regali indesiderati: “ma nooooo ma come fai a dare viiiiiiiia un regaaaaaaaaalo?” Quindi ora mi ritrovo nella casa nuova l’orrenda sciarpetta gialla con i brillantini sopra. Magari la useró come tenda nello sgabuzzino.

    • Hahah ma nooo! Io grandi bustoni ai charity shop oppure quando posso vado a cambiare. Purtroppo quando hai gli armadi piccoli, riempirli pure di roba che non metti è un vero peccato!

  • Silvia

    Troppo bello questo post!!!!!!
    La lista dei regali orrendi e’ veramente lunga……
    A me hanno regato parecchie volte un set da due per caffè o the veramente osceni …preso chiaramente in un outlet dei casalinghi …. li ho chiusi in un armadio nello scaffale più in alto possibile
    E poi una tuta “per stare in casa” che in confronto il tuo pigiama non è niente….. ma x’ quando si sta a casa bisogna conciarsi da disperati?
    E libri illeggibili chiaramente riciclati????
    Aiuto!!!!
    Ciao Chiara ??

    • Eh, le tazzine di caffè chiamano proprio il riciclo.
      La tuta per stare in casa è l’ammazza autostima per eccellenza. Ma quelle tipo lucidine modello ciniglia che andavano anni fa? Dimmi di no.

  • leparoleverranno

    Questa mattina è finito nella spazzatura un bellissimo alberello di Natale fatto a mano… con i tappi di sughero. La stessa persona l’anno scorso mi aveva regalato un babbo natale fatto con un calzino di spugna, riempito di riso. Sprecare così il cibo…

    • Beh te lo potevi sempre cuocere sto Babbo Natale… 😀

  • Giulia

    Ho una lista interminabile!!!

    – guanti in nappa TURCHESI con pellicciotto dello stesso colore
    – guanti in lana lillà con applique
    – scalda mani in lana
    – un’inutile fiorellino Thun (stile che disprezzo)
    – pile decathlon x 2
    – accappatoio decathlon tre volte la mia taglia
    – felpa a zip Sergio Tacchini in turchese e verde
    – una sacca (?) da sport troppo piccola per un paio di scarpe, troppo grande per solo portafogli e chiavi
    – sciarpe, cappellini DIY
    – un orrendo porta bustine da the simil-decapato

    …to be continued!

    • Fra Thun e Sergio Tacchini ti manca solo lo zaino marca Gattopard come arrivò a me alcuni anni fa.

  • Nathi

    Il cofanetto, che pure costa dei soldi… ne ho ricevuti 3 almeno, MAI usati.Scaduti!

    • Infatti grande spreco. Io ne ho usati un paio ma fatti scadere o regalati almeno altrettanti.

  • claudiag

    Per quanto mi ricordo (uno cerca di dimenticare…) ho certamente ricevuto: l’abito improbabile, il pigiama anti-autostima e il fatto a mano. Credo di essere molto odiata, oppure conosco diverse persone….come dire…Per fortuna anche il Natale passa ! Comunque l’idea di far arrivare “un segno” mi piace molto. claudiag

    • Hahaha quest’anno allora bisogna proprio buttarla lì e suggerire… 😀

  • Dulcistella

    Ah, qui sono preparata!! 😀 inizio confessando di aver regalato le orrende ciabatte a una mia cugina una volta nella vita (era l’effetto 24 sera 19.29). Sono pentita, non lo farò mai più. Poi, alè con i torti subiti: mio nonno (pace all’anima sua) era un grandissimo aficionado del regalo orrendo. Ne faceva moltissimi per corrispondenza, amava la Giordano e ne ha fatti alcuni veramente leggendari. Tipo il candelabro in plasticone che non voleva neppure fingere di essere fatto di materiale più pregiato, o i ferri da stiro in miniatura che però non sono giocattoli a me e ad altre mie cugine (inutilizzabili, non stiravano un piffero), una lampada da giardino che funziona a energia solare, il weather boy (un affarino che dovrebbe fare le previsioni del tempo da collocare in giardino) e il coprisedile per auto per mio padre. Potrei andare avanti all’infinito, se solo la mia psiche si fosse cautelata da danni emotivi rimuovendone la maggior parte.

    • ‘Sono pentita’ LOOOL.
      Ma tuo nonno ha mai regalato il pesce che canta? Quello da appendere a parete?

      • Dulcistella

        Grazie a Dio no! Da questo orrore sono stata risparmiata!

  • Nadia

    Ammetto la mia colpa: ho regalato IL COFANETTO. E quel che é peggio é che l’ho fatto più volte. E sì, non sono mai stato usati (ma almeno ho avuto il buongusto di non fare mai domande…). E ne ho ricevuti anche! Scaduti 1, usati 1, in attesa di sapere se vivranno o scadranno 2.
    Ho regalato anche pigiami, ma mi sento innocente perché li adoro! E poi la vita sociale é davvero sopravvalutata 😉

    • Ha ha… dai, per i cofanetti in attesa puoi ancora fare qualcosa!!!