Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Perché lavorare da casa è una PESSIMA idea

Life ·

Il mito lo conosciamo tutti: ah, le gioie di chi lavora da casa, colui che non deve mettersi in auto tutte le mattine o aspettare i mezzi per andare in un ufficio che detesta, con colleghi bastardi e un capo da incubo. Colui/colei che non deve indossare cravatta o tacchi o partecipare a inutili riunioni. Che non deve mangiare un piatto di pasta scotta del self service o mandare giù l’ennesimo caffè col cliente.

L’altro mito è questo: ah, le gioie di chi lavora da casa, che si può alzare più tardi, che non deve obbedire a codici e abitudini da ufficio, che non deve parlare con gente con la quale non ha voglia di parlare, che può fare due passi fuori se c’è il sole, che non deve pagare una tata se hai figli, che è indipendente, libero.

Ho lavorato da casa per otto anni e posso dirvi solo una cosa: lavorare da casa per un breve periodo è fattibile, e anche bello a volte.
Lavorare da casa in assoluto è la cosa più deleteria che l’essere umano possa fare a sé stesso.

Perché?
Beh, l’ho spiegato nel dettaglio qui.

E no, secondo me per una MAMMA non è un sollievo: per me è stato ancora peggio, e vi spiego perché.

Aspetto i vostri commenti.

Commenti