Motivi per andare subito a vedere La Bella e La Bestia

Style · · 3 commenti
Recensione La Bella e La Bestia 2017 Emma Watson

Esce oggi nelle sale italiane La Bella e La Bestia, il film live action Disney ispirato al cartone del 1991.

Ecco i motivi per i quali, secondo me, è un film che non deluderà i fan del genere!

1. E’ fedelissimo al cartone.

La trasposizione cinematografica è attentissima a rievocare atmosfere e immagini del celebre film di animazione. Scenari, personaggi, abiti e persino movimenti di camera sono perfettamente in linea con le aspettative, in alcuni casi ricalcando fedelmente l’originale. Il risultato è altamente soddisfacente per i fan del grande classico. Girano diversi video online in cui vengono paragonate le scene del villaggio e del ballo, e si vede quanto il regista abbia voluto rendere omaggio a La Bella e La Bestia degli anni 90.

2. Emma Watson è una Belle credibilissima.

Sono ’affezionata’ a lei per il suo ruolo come Hermione, ma non sono particolarmente fan della recitazione di Emma Watson che, a mio avviso, manca un po’ di varietà e slanci. L’ho sempre percepita come un po’ freddina. Questo non le impedisce di creare un personaggio di Belle assolutamente credibile e moderno, accentuando ancora di più il suo lato volitivo, determinato e deciso. Inoltre credo che Emma e Belle abbiano valori simili, il che le rende ancora più sovrapponibili. A livello estetico, poi, nonostante mi immaginassi una Belle con tratti più dolci, alla fine risulta molto calzante.

*Insieme a Viola ho avuto la fortuna di assistere all’anteprima mondiale qui a Londra, e ho raccontato la nostra esperienza, l’incontro con gli attori e qualcosa in più del film in questo video:

 

3. Le atmosfere da favola

Recensione La Bella e La Bestia 2017 Emma Watson

Il piccolo viaggio francese, con le sue case di legno e i tetti spioventi. Il castello della Bestia, con i suoi saloni in rovina e le sue stanze sontuose. La casa di Belle e il laboratorio di suo padre. Tutto è curato nei minimi dettagli per trasportarci in un’atmosfera intensa e vibrante ma al tempo stesso serena, magica.

4. Le backstory

In questo film viene svelato molto sul passato di alcuni personaggi, in particolare il padre di Belle e la Bestia, rendendoli molto più sfaccettati ed umani. Apprendiamo dettagli che non conoscevamo riguardo alla madre di Belle in scene molto intense e drammatiche, e conosciamo meglio il ragazzo che era la Bestia prima che la maledizione lo colpisse. Questo da molto più senso a tutto quello che avevamo intravisto nel cartone: lo stretto rapporto padre-figlia e il vero motivo della vendetta della fata che trasforma il principe in Bestia.

4. Gaston!

Recensione La Bella e La Bestia 2017 Emma WatsonRecensione La Bella e La Bestia 2017 Emma Watson

Poche volte in un film ho visto un attore così fisicamente corrispondente al personaggio che deve interpretare. Se poi ci mettiamo anche una recitazione per-fet-ta per la parte, potete facilmente capire come Luke Evans nella parte dello sbruffone Gaston sia una delle perle di questo film.

5. La colonna sonora

Recensione La Bella e La Bestia 2017 Emma Watson

Ci sono delle nuove canzoni che aggiungono momenti emozionanti al film, che nonostante questo mantiene un ottimo equilibrio tra scene recitate e musica. Ovviamente, le canzoni più coinvolgenti restano quelle classiche. Le migliori, per me, sono la canzone iniziale di Belle al villaggio e ‘Stia con noi’, arricchita dalla coreografia degli utensili da cucina animati e ‘ballerini’.

6. I costumi

Recensione La Bella e La Bestia 2017 Emma Watson

Anche se io avrei ricalcato esattamente il modello del cartone, sotto sotto mi è piaciuto molto il modo understated eppure ricco nel quale è stato realizzato l’abito giallo del ballo. Anche lo scamiciato azzurro che Belle indossa al villaggio è stato realizzato in modo realistico e convincente ma molto corrispondente al cartone. Lo stesso dicasi del vestito da ballo della Bestia, dell’abito di Gaston e in generale dell’intero look dei personaggi del film.

 

Cosa non mi ha interamente convinto?

Quasi nulla, a dire la verità. Posso dirvi che Viola si è un pochino spaventata in una scena che riguarda la storia della mamma di Belle, ma è anche vero che lei è piuttosto impressionabile.

Un’altra cosa che ho trovato di risoluzione troppo rapida è stata la ‘redenzione’ degli abitanti del villaggio, che un attimo prima erano – forconi e spade – pronti ad attaccare la Bestia, e la scena dopo, quando le cose si sono risolte in favore di quest’ultima, si abbracciano felicemente con gli abitanti del castello.

L’ho interpretata un po’ come la fine della maledizione, che in qualche modo si era estesa anche al villaggio, ma restano dei dubbi.

In conclusione, un film bellissimo e magico, che non delude le aspettative dei fan Disney.

Vi consiglio di andarlo a vedere subito con i vostri bambini, anche se lo sconsiglio a quelli troppo piccoli.

 

All pictures: copyright Disney.

Commenti

  • Francesca Graziani

    la mia piccola ne sta per compiere 6 e ha già visto il cartone… direi che l’età va bene no? penso proprio di portarla anche se mi dispiace vederlo doppiato…

    • Alessandra Litta Modignani

      Sì, va bene come età! La mia ha 5 anni e mezzo e le è piaciuto molto. Sul doppiaggio vabbeh, non è poi tanto male. Io personalmente aspetto il dvd per ri-vederlo in inglese 🙂

  • Giovanna Sauli

    a me ha dato molto fastidio il fatto che fosse un musical, cosa che non mi aspettavo ed è stata una spiacevole sorpresa. Si cantava troppo per i miei gusti, mentre in La La Land era più accettabile. Cmq nessuno ha nominato il Bella e Bestia di un paio d’anni fa con Lea Seydoux e Vincent Cassel, molto molto bello…