Un weekend con Scooby-Doo: 9 anni non sono troppi per sognare

Mummy · · 2 commenti

Sponsored.

Ho vissuto un’avventura attraverso gli occhi di Viola.

Ho visto come (quasi) 9 anni non sono troppi per lasciarsi trasportare dalla fantasia ed entrare in un mondo immaginario dove tutto può succedere, dove ogni giorno può essere un’avventura meravigliosa.

Abbiamo trascorso due giorni bellissimi insieme.

 

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italiaun weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

Lo scorso weekend io e Viola siamo state ospiti del cane detective più famoso del mondo: proprio lui, Scooby-Doo.

Quando hai l’onore di essere invitato da Scooby-Doo in ‘persona’ per aiutarlo in una missione… come dire di no?

Credo sia tra i personaggi classici più amati e conosciuti: dai bambini ai nonni, tutti conoscono le sue avventure del mistero.

A me ricorda tanto un’infanzia fatta ancora di poco e di immaginazione, dove i personaggi dei cartoni erano pochi e per questo mitici, dove gli schermi si spegnevano presto per fare spazio ai giochi da fare nella realtà. E’ proprio questa sensazione che ho ritrovato durante questi due giorni:

un episodio di Scooby-Doo diventato realtà, dove tutto è diventato magico e l’immaginazione ha preso il sopravvento.

E magico lo è stato davvero.

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italiaun weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

Voglio raccontarvi tutto di questa esperienza speciale, organizzata da Boomerang Italia per lanciare i nuovi episodi della serie Be cool Scooby-Doo, in onda dal 19 Giugno alle 19 – dal Lunedì al Venerdì.

[GIORNO 1]

Io e Viola abbiamo preso la metro e abbiamo raggiunto l’hotel Qubic, super trendy e un po’ anni 70 come la serie, dove ci aspettavano altre mamme blogger con le quali sono stata super felice di condividere quest’esperienza: Cose da mamme, 50 Sfumature di Mamma, Filastrocche, Mamme a Spillo e Instamamme.

Vivendo qui mi trovo spesso un po’ isolata rispetto alla scena blogging italiana , e quando ci sono occasioni come questa – dove non solo noi blogger ma anche i nostri bambini possono conoscersi meglio e stare insieme, è davvero un doppio piacere.

Alla fine del post vi racconterò poi la ‘love story’ nata durante il weekend… 😀

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

FASE 1: IL  ‘CASO’ DA RISOLVERE

Tutto è cominciato quando ai bambini è stata consegnato uno zainetto di Scooby-Doo con tutto il kit da detective del quale avrebbero avuto bisogno.

Tesserino da detective con la loro foto – domanda di tutti i bambini: ‘mamma, ma quando me l’hanno fatta questa foto?’ LOL – lente di ingrandimento, impermeabile in caso di pioggia, torcia, e l’indispensabile check list con tutti gli oggetti da trovare.

Già, perché la missione era proprio questa: aiutare Scooby-Doo e la sua banda a ritrovare tutti i loro oggetti iconici, rubati dal cattivo di turno e nascosti in un castello stregato pieno di fantasmi!

La maglietta di Shaggy, il collare di Scooby, la bandana di Fred, gli occhiali di Velma e il cerchietto di Dafne: trovare tutto e trovarlo in fretta era la loro missione.

E l’hanno presa in modo serissimo!

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

Intanto, noi mamme eravamo in ottima compagnia l’una dell’altra a chiacchierare e scattare foto come se non ci fosse un domani – oh, siamo blogger mica per dire.

Qui sono con Silvia, ormai nota a tutti come ‘Pinky Mermaid’ o ‘Glamorous Pinky Person’ come l’ha soprannominata il pirata che vedrete presto…

FASE 2: LA MERENDA

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

Immaginate un angolo in giardino pieno dei dolci e degli snack più belli che potreste immaginare..

Chiudete gli occhi e riapriteli su una tavolata di torte decorate, ciliegie glitterate, cupcake dalle forme più ‘spaventosamente’ belle, biscotti e sandwich dall’aspetto delizioso.

un weekend con Scooby-Doo e Boomerang Italia

E immaginate anche che sia tutto a tema, non solo le torte ma anche tutti i drink e in generale qualsiasi piccolo dettaglio.

Sapete quanto amo queste cose, quindi è stato davvero un momento SUPER, adorato sia dai bambini che da noi mamme.

Insomma: il momento merenda è stato tra i miei preferiti!

FASE 3: LA CACCIA AI FANTASMI

I bambini, prima di entrare nel castello:

‘Mamma, ma io sono grande per credere ai fantasmi, saranno persone travestite…’

Nel castello: rumori, passi e lamenti.

Dopo dieci secondi, uscendo dal castello e gettandosi tra le mie braccia un po’ urlando un po’ ridendo:

‘Ci sono i fantasmiiiiii! Ci stanno attaccandoooo!’

Noi: morte dalle risate.

Come i bambini entravano nel castello per iniziare a cercare gli oggetti, fantasmi si scatenavano. Appurato che non li avrebbero lasciati in pace facilmente, la vecchia signora di Scooby e la sua bizzarra nipotina hanno pensato di passare al contrattacco.

Voilà: un workshop di maschere da fantasma dove tagliare il proprio lenzuolo e decorare in modo ‘pauroso’ la propria maschera bianca.

Pronti a spaventare a loro volta i fantasmi, si sono sentiti tutti più sicuri e spavaldi 😀

La caccia al tesoro/caccia agli oggetti è andata avanti fino all’ora di cena.

FASE 4: LA CENA NEL CASTELLO

Dico solo: che meraviglia!

Una cena in una sala del castello, con una tavola addobbata come se fossimo in qualche film in costume, con candelabri, corone e ciotole di frutta.

In tutto questo i bambini erano perfettamente calati nella parte: ancora in pieno mood detective a discutere di indizi e sospettati..

Il menu era tutto a tema, e includeva portate come ‘draghetto alle erbe’, ‘zombie sfilacciato’, ‘code di mostro’ e altre delizie..

La cena è stata super kid-friendly non solo per il cibo ma anche per la durata: veloce e vivace, pronta a farci pregustare l’ultimo momento della giornata.

 

FASE 5: IL CATTIVO E LA SILENT DISCO

Terminata la cena e prima del dessert, i bambini hanno finalmente risolto la prima parte del mistero e trovato il ‘cattivo’, nascosto sulla torre del castello (mentre noi fotografavamo il tramonto…)

A questo punto la serata si è conclusa con una silent disco dove praticamente hanno ballato solo loro cantando a memoria TUTTE le canzoni della playlist – da Katy Perry passando per Zara Larrson e Bruno Mars fino a… sì, anche Despacito e Rovazzi.

 

[GIORNO 2]

Il secondo giorno è stato interamente dedicato ai pirati!

Nella nuova avventura, siamo andati su un galeone storico e i bambini sono stati ‘reclutati’ da un pirata.

Tra prove come tirare su l’ancora, pulire un cannone, ritrovare i pezzi di una mappa e imparare a giocare a carte come un pirata, hanno trascorso la mattinata super impegnati e presissimi dalla nuova missione ‘piratesca’.

Momenti super coinvolgenti anche per noi, che abbiamo avuto il piacere di visitare questa location splendida che si trova in zona London Bridge.

Ma perché quando ero piccola io – che adoravo i pirati – queste cose qui non si facevano?? 😀

E alla fine della mattinata sul galeone, tutti gli oggetti scomparsi sono stati ritrovati e il mistero è stato risolto!

Ci siamo salutati promettendoci di ritrovarci presto, anche perché tra Viola e la figlia di Mamme a spillo è nato un feeling istantaneo e ormai hanno la loro chat WhatsApp dove si mandano foto e video troppo dolci..

Cosa portiamo a casa da questo weekend?

Lei un’esperienza indimenticabile.

Io, aver avuto l’onore di vedere come l’immaginazione dei bambini non abbia confini e limiti di età, e che riesca a contagiare tutti!

E adesso.. come proseguire o inaugurare l’avventura anche a casa? Beh, un’idea ce l’avrei: Be cool Scooby-Doo vi aspetta su Boomerang (canale 609-610 di Sky) dal 19 Giugno alle 19 – dal Lunedì al Venerdì.

E’ la nuova serie di Scooby-Doo e dei suoi amici, che abbina all’atmosfera e allo stile della serie classica un nuovo design e nuove storie.

be cool scooby doo

Magari questa giornata può darvi spunti per organizzarne una simile per i vostri bambini:

anche senza castello e nave pirata, perché non organizzare una caccia al tesoro nascondendo piccoli oggetti ispirati alla serie, pezzi di una ‘vecchia’ mappa, tracce disseminate per casa e alla fine… Scooby Snacks (beh, non proprio quelli di Scooby-Doo ma.. ci siamo capiti) per tutti!

 

Buona avventura :))

Commenti

  • Elena Valli

    Che bella giornata, a Stefano sarebbe piaciuta parecchio, lui quest’anno compie 10 anni ma fantasia ne ha ancora tanta e gli piace farsi catturare da queste avventure.

    • Si è stata bellissima! 10 anni e tanta immaginazione e voglia di giocare è quello che mi auguro anche per Viola!