Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei […]

Come scattare (e stampare) ricordi indimenticabili.

Life ·

Sponsored.

Stanno arrivando le vacanze di Natale e con esse giornate più rilassate, ritmi finalmente più lenti e la possibilità di scattare qualche foto perché in fondo i momenti tutti insieme vanno immortalati. Ma già che avete la macchina fotografica alla mano, perché non usarla per immortalare ritratti e momenti di vita quotidiana con un sapore del tutto diverso dalla classica foto di gruppo ‘e uno… due.. tre… sorrideteee’?

In questo post vorrei darvi dei piccoli consigli per scattare foto e ritratti ai vostri bambini e familiari. In più, vi darò una piccola notizia che farà felice chi tra voi è a Milano e dintorni.

Ma prima di queste piccole regole, vorrei invitarvi a stampare le vostre foto.

No, seriamente. Fatelo, fatelo adesso.

Solo un paio di mesi fa, per alcune settimane ho seriamente temuto di aver perso cinque anni del mio archivio di foto. Ero disperata, soprattutto perché ho realizzato quante poche ne avessi stampate. Fatto salvo per quelle di viaggio, sulla nostra vita quotidiana e su Viola che cresceva avevo un vero e proprio ‘buco’ tra i suoi tre e gli otto anni. Cinque anni di sorrisi sdentati, recite, pigiamini, giochi, parchi e pranzi fuori perse, completamente.

Ci sono cose ben peggiori, ma ci sono rimasta davvero malissimo. Per fortuna sono riuscita, con una spesa non indifferente, a far recuperare i dati dalla casa madre dell’hard disk. Ma quello di non stampare le foto è un errore che non farò mai più.

Per stampare le foto anche comodamente a casa, oggi ci sono le nuove stampanti HP Envy Photo Printers, che consentono di ottenere la stessa qualità di una stampa professionale. La vera novità di queste stampanti è l’opzione Instant Ink, che consente di scegliere il proprio piano di stampa e ricevere direttamente a casa la nuova cartuccia quando la precedente è in esaurimento. Risultato: mai più senza inchiostro.

Ma prima di stampare, le foto bisogna scattarle, quindi ecco qualche consiglio:

  1. Scattate con il soggetto davanti a una finestra

Nessuno di noi ha a disposizione uno studio fotografico a casa. Vi stupirà, anche le foto che sembrano talmente luminose e patinate da sembrare uscite da un magazine spesso sono solo il frutto della giusta luce. Qual è questa luce? Semplice: quella del giorno, non troppo forte, che entra da una finestra. Quindi, qualunque sia la persona alla quale volete scattare un ritratto, assicuratevi di posizionarla davanti ad una finestra in modo che la luce del giorno le illumini il viso e di conseguenza renda lo sfondo meno evidente. Questa foto, ad esempio, è un autoscatto davanti alla finestra.

YSL Teinte Encre de Peau review recensione

2. Scegliete un pattern di colori

Bellissima la foto della bimba col vestitino rosso di Natale… ma se è seduta su un divano marrone con cuscini neri, automaticamente le tonalità della foto saranno scure e poco piacevoli. Cercate quindi, anche quando lavorate con lo sfondo, di accostare colori che stanno bene insieme. Lo dimostra una foto d’annata in cui Porpi aveva nemmeno un anno:

3. Più che pose, accessori.

Sono una fan degli accessori quando si tratta di foto, per la semplice ragione che consentono al vostro soggetto di non avere l’imbarazzo del ‘posare’. A Natale poi ne saremo circondati: decorazioni, bicchieri, fette di pandoro, cappellini e cerchietti natalizi. ‘Mollate’ al vostro soggetto un accessorio e fatelo giocare.

bacchetta girl fairy wand

4. Giochi di luce.

Le giornate sono più corte, ma la golden hour, quel dorato momento di riflessi solari poco prima del tramonto, c’è sempre. Le ombre lunghe della sera unite alla tonalità dorata della luce danno alle foto un effetto meraviglioso, specialmente se prendete il soggetto parzialmente controluce, lasciando entrare un po’ di raggi del sole nell’obiettivo.

machedavvero.it

4. Il loro ambiente naturale.

Specialmente se parliamo di bambini o neonati, niente rovina una foto come una posa forzata, magari in braccio a qualcuno (non so perché quando era in braccio alla povera Porpi veniva il triplo mento). Lasciateli invece giocare nel loro ambiente naturale, coi loro giochi e accessori, sempre tenendo presente la regola numero 1.

tommee tippee

5. Prospettive diverse.

Scarpine, pettinature, mani, oggetti. Anche i dettagli parlano di noi, e stanno benissimo accostati ad immagini più classiche. Questa foto, nel mio album, è accanto ad un ritratto di Viola scattato pochi istanti dopo. Un duo bellissimo da vedere!

bun girl

6. Di nascosto.

Ritratti, bellissimi. E foto scattate di nascosto, con il soggetto perso nei suoi pensieri o che sta facendo tutt’altro? Altrettanto belle. La prossima volta che un bambino (o un adulto) si perde a guardare fuori dalla finestra o a contemplare le lucine dell’albero, ricordatelo!

Trip to Hampshire

7. Fatevi scattare un ritratto

Fatevi scattare una foto, ogni tanto. E’ molto bello vedersi attraverso gli occhi di qualcun altro. Può essere un familiare, un amico o anche un professionista. Per quest’ultima occasione, se siete a Milano dal 12 al 17 Dicembre, c’è l’iniziativa Ricordi? promossa da HP. Trovate qui tutti i dettagli.  

Diversi fotografi di fama internazionale, come Settimio Benedusi, realizzeranno gratuitamente un ritratto a chiunque si presenterà con qualcuno che ama.

Il risultato saranno ritratti di gruppo a tutti coloro che parteciperanno all’evento con la loro famiglia o gli amici e vorranno fare parte di questa mostra collettiva.
Grazie alla tecnologia HP le foto verranno subito stampate e appese alle pareti, trasformando completamente il luogo, un bellissimo spazio in via Vincenzo
Capelli 2 a Milano, tra Piazza Gae Aulenti e Corso Como.

Io – che sfortuna – arrivo a Milano il 18 e pure DA SOLA ç__ç ma voi se siete nei paraggi non dimenticate di partecipare a questa bellissima iniziativa e tornare a casa con una foto da incorniciare!

Un’ultima piccola iniziativa davvero carina, specialmente se avete bambini piccoli: sul sito di HP è possibile creare dei bellissimi libricini, i Mini Big Books – in ben 10 versioni diverse – con protagonisti… proprio voi! Si può infatti personalizzare nome e immagine dei personaggi.

Si realizzano gratuitamente e si stampano in casa, quindi sono un pensiero perfetto da abbinare a qualche regalino di Natale!

Qui il nostro!

Commenti