Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Il modo perfetto per dare nuova vita ai (troppi) giochi che hanno i nostri bambini.

Projects ·

Quando qualche anno fa Teresa e Priscilla di Family Welcome mi hanno accennato a Ce l’ho Ce l’ho Mi manca, i miei occhi si sono illuminati e credo di aver insieme pensato ed esclamato:

Ma è geniale!

E geniale lo è sul serio, perché sono anche stata a Roma a partecipare a questa giornata, che si tiene in prossimità del Natale ogni anno, e ho potuto vedere dal vivo cosa significa e cosa c’è dietro.

Come funziona?

I tuoi bambini scelgono dei giochi che non amano più, o che magari sono per una fascia d’età minore e hanno ancora a casa. Giochi che devono essere in buone condizioni e completi.

A questo punto li consegnano ai volontari, che fanno parte di due splendide associazioni: Save The Children e La Banda Faclò, i primi impegnati a portare aiuto ai bambini in difficoltà nel mondo, e i secondi a portare sorrisi ai bambini negli ospedali.

Loro valutano i giochi e consegnano al bambino un tagliandino che consentirà di prendere un gioco del valore corrispondente a quello che hanno lasciato.

Data la quantità dei giochi, quelli ancora chiusi saranno donati ai bambini in ospedale, mentre altri andranno ad allietare i bimbi di cui si occupa Save the Children, ma tantissimi sono disponibili per i bambini presenti, per scoprire l’idea del baratto e del riciclo.

Lo scambio dei giochi rappresenta una situazione capace di proporre ai più piccoli un’idea del consumo eticamente sostenibile, e ai più grandi il senso di solidarietà verso i coetanei che si trovano in difficoltà.

A permettere questa meraviglia di evento, oltre all’impegno di Family Welcome, quest’anno sono stati anche due sponsor bellissimi.

Il primo è Musement, che conosco molto bene perché è il mio ‘spacciatore’ ufficiale di biglietti ed esperienze sia in Italia che all’estero.

E’ infatti una piattaforma digitale che permette di prenotare ticket per le principali attrazioni turistiche, tour, show e day trip nelle città di tutto il mondo. E’ comodissima per l’ampiezza dell’offerta e l’utilizzo, e anche per la comodità di avere tutti i biglietti in un solo posto, ovvero nell’App. a portata di mano, scaricandoli sul proprio cellulare in formato digitale.

Ad esempio grazie a biglietti presi su Musement sono riuscita a visitare l’Alcazar di Sevilla saltando una fila di cinque ore sotto al sole, e sempre grazie a questo sito ho fatto dei bellissimi giri e tour nella mia Londra, scoprendola con l’occhio pieno di meraviglia del turista (consiglio di fare quest’esperienza nella propria città, è magico!).

Musement ha animato l’evento con laboratori creativi in cui i bambini potevano ricostruire i monumenti più famosi del mondo in carta, e il risultato era davvero bellissimo!

Qui potete visitare il sito e dare un’occhiata alla loro offerta.

Altro sponsor, questa volta per la gioia prevalentemente delle donne (ma anche di qualche uomo ovviamente) è stato Treatwell. Un’App geniale, che vi permette di prenotare trattamenti beauty e di cura del corpo vicino casa vostra, vedendo quale salone ha disponibilità e presentandovi tutta l’offerta di zona a portata di click.

Se quindi siete come me, che vi dimenticate regolarmente di prenotare quella ceretta o quella manicure fino ad arrivare all’ultimo secondo, vi basterà aprire l’app per trovare un posto disponibile, velocemente, e vicino.

Treatwell ha organizzato un piccolo angolo relax and beauty dove i genitori potevano avere massaggi e manicure, e i bimbi potevano realizzare creme con ingredienti naturali.

Ho anche un codice sconto del 20% per voi, per il primo trattamento: WELCOMEFAM

Qui potete scaricare l’app.

L’ultima cosa, ma forse tra le più belle, è che l’evento si è tenuto nella bellissima Eataly Roma, il paradiso delle eccellenze enogastronomiche, infatti durante la pausa pranzo sono andata a visitare i vari piani e volevo portarmi a casa TUTTO.

Insomma, è stata una bellissima giornata, istruttiva da molti punti di vista specialmente per Viola, e assolutamente divertente.

Segnatelo: il prossimo anno dovete esserci!

 

Post in collaborazione con TreatWell e Musement.

Commenti