Vivere. Senza scuse. Lo spot della nuova Mercedes Classe B

Things I Like · · 1 Comment

Tante volte mi sembra di avere davanti a me ostacoli enormi. A pensarci bene, l’ostacolo sono solo io. Il confronto non sempre fa male, alcune volte diventa il metro per giudicare quanto siamo fortunati e quanto possiamo essere, fare, raggiungere ‘semplicemente’ perché siamo qui, ora, vivi, in salute, camminiamo sulle nostre gambe, respiriamo con i nostri polmoni.

Ho smesso di darlo per scontato quando ho rischiato la vita a Cuba, ma la fortuna di stare bene è qualcosa che troppo spesso finisce a fondo, sormontato da quei piccoli/grandi guai quotidiani o da quell’atteggiamento poco entusiasta che ci fa sentire insoddisfatti, sempre alla ricerca di qualcosa come se quel qualcosa non l’avessimo già.

Già: ce l’abbiamo, siamo noi.

Dove siete in questo momento? Seduti alla scrivania? Sul letto? Al bar? Alzatevi, fate qualche passo, tornate dov’eravate. Avete appena compiuto qualcosa che per molti è miracoloso.

Quest’anno mi sono passate davanti agli occhi tante e tante immagini che mi hanno solo fatta sentire grata per la fortuna che ho e al tempo stesso sciocca perché non faccio ‘di più’ della mia vita, non la rendo un capolavoro.

Dunque cominciando dal culturista senza una gamba che mi fa sentire colpevole di non sfruttare la fortuna di averne due per andare in palestra, passando per i miei amici di Nat Geo che hanno seguito il viaggio di Sammy Basso, infine sono incappata in questo video:

In realtà mi è stato mandato in quanto video promozionale della Mercedes Benz Classe B Nuova Generazione, ma dietro c’è una storia bellissima. È quella di Bryan, un sedicenne affetto da fibrosi cistica che nonostante la sua grave malattia ha trovato il suo modo di essere ‘libero’, e l’ha trovato tramite la passione della bici da corsa. Cerca di godersi la vita al massimo, cosa che immagino gli abbiano trasmesso anche i genitori visto che si vedono tantissime immagini di Bryan da piccolo impegnato nelle più diverse, avventurose, divertenti attività al pari se non più di un qualsiasi ragazzino della sua età.

Non so se si nasce speciali o se alcune circostanze della vita forzino a diventarlo, per fame di vivere, di fare tutto, di assaporare ogni momento proprio come se fosse l’ultimo.

So solo che se avessimo tutti più chiara la precarietà della nostra esistenza cercheremmo di vivere meglio ogni momento, specialmente quello presente. Vi invito quindi a fare, ora, qualcosa che vi piace. Qualcosa che vi faccia sorridere. E spero lo facciate.

Uno dei protagonisti di questo video è la nuova Classe B Electric Drive, con batterie agli ioni di litio. Sì: si ricarica e lo fa in tre ore, con un’autonomia di 200km a zero emissioni locali, ma ha anche un motore a benzina indipendente. Inoltre, la nuova Classe B Electric Drive impiega il concetto di carrozzeria modulare ‘ENERGY SPACE’: il pianale cela la batteria e grazie a questo ingegnoso accorgimento il vano bagagli risulta essere davvero grande e spazioso.

E poi è bellissima, e il giorno in cui ricomprerò una macchina mi piacerebbe molto che fosse elettrica. Forse, un modo in più per lasciare ai nostri figli un mondo dove vivere pienamente e consapevolmente è ancora più bello.

Related Post

Comments

  • elena

    È bellissimo…il video….la storia…il coraggio…e quanto è vero ciò che scrivi…dobbiamo essere grati per quanto ci viene donato. Un medico felice di esserlo !!!!