Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Il Reading Nook

Style ·

Favole. Pomeriggi di pioggia e thé caldo. Un angolino dove rifugiarsi insieme ai propri sogni. Questa puntata di DesignPerDavvero? nata da una domanda di Anna, si è rivelata essere una delle mie preferite. Siete pronti a scoprire come creare un delizioso Reading Nook per i vostri bambini?

“Cara Wonder, quella che era la mia vecchia stanza a casa dei miei è diventata la stanza dedicata a mio figlio per quando passa i pomeriggi dai nonni. La stanza è luminosa e ariosa ma ahimè con un enorme armadio a doppio ponte che mia mamma fece mettere quando cominciai il liceo. Sotto uno dei ponti dove c’era il mio letto ed ora c’è il lettino ikea di Marco. Nel secondo ponte largo circa 80cm c’era la mia scrivania che ho naturalmente tolto. Vorrei sfruttare al meglio questo spazio per creare qualcosa di particolare. Ci arriva una bella luce e accovaciati nella nicchia che si è creata togliendo la scrivania si ha una bella vista su un balconcino rigoglioso, orgoglio della nonna. Cosa sai consigliarmi? – Anna”

Cara Anna, la soluzione al tuo quesito me l’hai suggerita tu stessa nella tua richiesta! Questo spazio “da rendere speciale”, questa “nicchia” lo potresti allestire a “reading nook“, la nicchia del lettore in altre parole, un luogo per riposarsi, sfogliare in pace un libricino o contemplare le meraviglie che riserva il balconcino della nonna.
Se pensi che i nostri bambini passano tutta la loro giornata in mezzo alla gente, prima all’asilo (o scuola materna), poi al parco o magari in giro con noi per commissioni tra supermercato e altre faccende da sbrigare allora diventa lampante quanto sia necessario per loro un angolino della stanza dedicato alla decompressione, una nicchia protetta dove contemplare in totate autonomia illustrazioni fantastiche o semplicemente farsi due chiacchiere con l’amichetto invisibile. I bambini infatti il più delle volte non soffrono di noia, bensì di iperstimolazione. Quello che ti serve è ben poco: tempo, pazienza e di sicuro un viaggetto all’Ikea! 😉 Molto del necessario per allestire una reading nook a Marco potresti anche realizzarlo da sola traendo ispirazione dai miei suggerimenti.
Per cominciare bisogna creare una seduta. Questo primo ingrediente è cruciale perchè è poi di fatto l’elemento che invoglia il piccoletto alla fruizione della sua nicchia/nook. Per questo basta davvero poco, anche semplicemente una montagna di cuscini tutti colorati possono creare davvero un bell’effetto. Un’alternativa potrebbe anche essere una poltroncina, un pouf o seplicemente un rettangolone di commapiuma foderato a tuo piacimento.

Poi ti consiglio di organizzare una piccola libreria frontale, ne ho già parlato nel mio blog, qui te ne propongo altre, tutte basate su pezzi Ikea riadattati (ti avevo avvertito che ci serviva un viaggetto all’Ikea!).

In ultimo ci servirebbe una bella abat-jour per creare atmosfera o magari una “light garland“, te ne propongo 2, una semplice ma molto decorativa dei francesi Tsé-Tsé, ed un’altra da realizzare tu stessa se avessi tempo e pazienza. Il tocco finale lo darei trovando il modo di montare una sorta di tenda che permetta di nascondersi dal resto del mondo. Vedrai che sarà un luogo in cui il tuo piccoletto non si stancherà mai di passare del tempo!

Reading Nook ispirations
boy inspiration > 0102
romantic nook > 01

Sedute:
Pouf fai-da-te
Cuscinoni svedesi by little red stuga
Cuscini romantici by Donna Wilson
Cuscino rigido in gomapiuma perfetto come comodo schienale

Front Facing bookshelf:
0102 03
Una mia selezione anche qui

Light garlands:
0102

Speriamo che questa puntata di DesingPerDavvero? vi sia piaciuta! A me moltissimo e mi è venuta una voglia pazzesca di creare un reading nook per Porpi (aehm, anche uno per me…)
Vi ricordo che DesignPerDavvero? è una collaborazione tra MaCheDavvero? e DesignPerBambini 🙂
Alla prossima, e mi raccomando se avete domande inviatecele qui.

Leggi le altre puntate di DesignPerDavvero.

Commenti