Tutte le cose che vorrei dirti.

Vorrei dirti che nella vita le cose diventano difficili prima di essere facili. E non diventano nemmeno realmente facili: sei tu che diventi più brava…

Puglia – cento masserie, mille ulivi

Italia Travel ·

Ci svegliamo con il sole che filtra dalle tende, apriamo la finestra e sembra di scoprire un quadro: natura  a perdita d’occhio, gli altri lodge sono appena visibili (e comunque ci cresce l’erba sopra…:).
Tempo di una colazione con l’arcobaleno sul tavolo e lasciamo il Nova Yardinia per una visita a quattro delle Cento Masserie di Crispiano.
Anche qui, il Consorzio 100 Masserie si impegna a valorizzare il territorio e ha creato meravigliosi percorsi per scoprire non solo le masserie ma anche le eccellenze enogastronomiche e l’artigianato della zona, come ad esempio il percorso Green Road.

puglia26
Le quattro masserie che abbiamo visitato rappresentano espressione territorio agricolo e turistico prodotti di eccellenza, già ma io non ero molto preparata sul concetto masserie – lo confesso.
Dunque le masserie nascono nel 1400 e sono il risultato della suddivisione del latifondo romano diviso in cellule territoriali. Prendono quindi origine dalle ville romane e storicamente erano insiemi di costruzioni rurali e terreni di proprietà del signore locale, affidati a un Massaro. Ovviamente erano luoghi di lavoro agricolo ma anche di socializzazione dei braccianti, che nei periodi di raccolto, nonché erogatori di servizi per il territorio circostante.
Oggi le 100 masserie di Crispiano sono uniche in tutta la Puglia. Esistono cinque percorsi per visitarle: quello delle sole masserie, quello dei briganti, quello dei santi e quello naturalistico.
La prima masseria che visitiamo, Quis Ut Deus, è un piccolo gioiello ai piedi della Pre-Murgia, oasi di pace e natura  – oggi infatti è una piccola SPA dedicata alla coppia.
Oltre alla struttura del vecchio ovile, lo jazzo, perfettamente conservata, un giardino spirituale e camere da sogno ha anche una chiesetta affrescata del 700, oggi sconsacrata dedicata ai massaggi in coppia.

puglia25puglia24
Arriviamo quindi alla Masseria Amastuola, che sorge su un antico insediamento della Magna Grecia. Ora è ancora in parte un cantiere ma al termine della ristrutturazione diventerà uno dei poli per la cultura del vino e la sua degustazione. Intorno ad Amastuola sorge infatti lo splendido vigneto a curve di livello disegnato da Fernando Caruncho, di ben 110 ettari. Le curve vogliono rappresentare le onde della vita, ma qualsiasi cosa simboleggino regalano un panorama verdissimo splendido.
Amanti del vino, sapete quale sarà la vostra prossima tappa.

puglia28puglia27
A seguire, tappa alla Masseria Del Duca. 400 ettari di masseria e terreni con una produzione completamente autonoma di vino, olio e latticini al 100% ecosostenibile, ovvero riescono a riutilizzare come energia o fertilizzanti tutti ma proprio tutti i loro scarti. Sono un’azienda a rifiuti zero: non è fantastico? Hanno vinto numerosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Eppure credetemi quando vi dico che non è stato questo a lasciarmi a bocca aperta alla Masseria Del Duca quanto i loro latticini. Abbiamo avuto il piacere di fermarci per una degustazione e io non ho mai assaggiato uno yogurt, una burrata e una mozzarella più buone.
Se ci ripenso mi parte la salivazione…

puglia29puglia30puglia31
Tra i formaggi da loro prodotti spicca il Don Carlo, recentemente inserito fra i 100 migliori formaggi d’Italia (e anche qui… si può mangiare tutto, anche la crosta! Non si butta via niente :)).
Una curiosità storica e molto romantica: nella chiesetta della masseria trovava rifugio il celebre brigante Annichiarico, detto Papa Ciro. Quest’uomo, che è salito rapidamente nella mia lista di persone di cui leggere la biografia, pare abbia avuto una vita incredibile fatte di avventure e passione.

Ultima tappa la Masseria Francesca, luogo che nessun amante dei cavalli può mancare. È infatti la sede dell’Accademia di arte equestre pugliese ma non solo: qui il proprietario, appassionato della razza Murgese – forti e altissimi cavalli da tiro, oggi usati per molto altro tra cui monta e manifestazioni culturali – ne ha fatto un vero santuario, allevandone molti esemplari con lo scopo di preservarne la razza.

puglia32puglia34puglia33
Dopo molte coccole ad uno dei rari cavalli Murgesi grigi è tempo di rientrare a Nova Yardinia.
Per me in realtà sarebbe tempo di rilassarmi con un trattamento e un percorso talassoterapico nella SPA mentre Viola gioca al miniclub, ma Viola del miniclub non ne vuole sapere quindi finiamo di nuovo in piscina a sguazzare.
Beh, non posso lamentarmi, ed è anche l’occasione per sfoggiare finalmente un bikini dopo tanti mesi di freeeeedddoooo 🙂

puglia35

puglia36puglia44puglia37

E’ quindi il turno di un giro in bici che ci conduce fino alla spiaggia dove, tutti insieme, brindiamo con uno Spritz a questo bellissimo weekend.

puglia38 puglia39 puglia40 puglia41 puglia42

La nostra due giorni in Puglia termina tutti insieme con una cena tipica accompagnata da un gruppo di Taranta e Pizzica.

puglia43

Tempo di salutare la Puglia, ma sono certa che si tratta di un arrivederci.
C’è ancora così tanto di questa Regione che mi attira e che vorrei conoscere, per non parlare del mare…
Pugliesi, come siete fortunati 🙂

[Qui il video del weekend]

All photos above have been shot with the Samsung Galaxy NX30, which has been provided by Samsung Electronics C. Ltd

Commenti